Al via in Germania la costruzione del teleriscaldamento solare più grande del paese

Sono partiti i lavori preparatori per la realizzazione di quello che, una volta completato, sarà il più grande sistema di teleriscaldamento solare della Germania. Località scelta per la sua costruzione è Ludwigsburg, nel Baden-Württemberg, e a occuparsi della sua progettazione e della sua realizzazione è Arcon-Sunmark, azienda danese tra le principali realtà mondiali specializzate nella produzione di collettori solari e nella realizzazione di campi solari termici di grande taglia, che si è aggiudicata la gara indetta da Stadtwerke Ludwigsburg-Kornwestheim, la multiutility che gestisce il teleriscaldamento a Ludwigsburg.

L’impianto, che sarà terminato entro la fine dell’anno, si estenderà su una superficie di 14.800 metri quadri e i suoi collettori garantiranno ogni anno la produzione di 5.500 MWh termici, che saranno immessi nella rete attualmente esistente, garantendo la copertura del fabbisogno annuo di calore di circa 300 famiglie con energia totalmente green.

Insieme all’impianto, la società danese si occuperà anche della costruzione dell’edificio tecnico, caratterizzato da un design studiato per armonizzarsi con l’ambiente circostante e dotato di un punto panoramico sul tetto che consentirà ai visitatori di ammirare il sistema in tutta la sua estensione.

Il nuovo sistema fa parte del SolarHeatGrid ed è sostenuto dalla Nationale Klimaschutz Initiative avviata dal ministero federale per l’Ambiente, e oltre all’impianto, prevede la costruzione di un serbatoio di stoccaggio di 2.000 metri cubi e l’interconnessione delle reti cittadine secondarie: una combinazione di soluzioni dalla quale si attende una riduzione delle emissioni annue di CO2 di 3.700 tonnellate, equivalenti al risparmio di 1,6 milioni di litri di benzina.


Leggi anche

Nell’ambito dell’estensione della rete a servizio del capoluogo altoatesino la società ha concluso un nuovo tratto che ha consentito di collegare l’ospedale cittadino all’infrastruttura di distribuzione del calore. Con una fornitura di 8.300 MWh di energia, sarà il maggiore utente di energia termica e il suo collegamento consentirà di evitare più di 1.500 tonnellate di emissioni di CO2 all’anno…

Leggi tutto…

Il Centro Interdipartimentale per l’Energia e l’Ambiente è il capofila del progetto italo-svedese che punta a mettere a punto sistemi innovativi per la gestione intelligente del teleriscaldamento, basati su tecnologie avanzate come il machine learning e il model predictive control. I lavori prenderanno il via da novembre, per una durata di tre anni, con un finanziamento di 3 milioni di euro…

Leggi tutto…

Siglato l’accordo tra Sirmione Servizi, società partecipata dal Comune della provincia di Brescia, e Cogeme per dotare la cittadina di un sistema di teleriscaldamento freddo a servizio degli edifici pubblici. Il sistema sarà alimentato principalmente da fonte geotermica e fornirà calore, acqua calda sanitaria e raffreddamento estivo al palazzo del municipio, biblioteca e scuole…

Leggi tutto…

La multinazionale francese dell’energia si è aggiudicata la progettazione e realizzazione di un sistema di teleraffrescamento, della potenza di 105 MW, a servizio del Distretto digitale di Punggol in costruzione nella città-stato. La società, inoltre, realizzerà sempre a Singapore un suo centro di competenze dedicato allo sviluppo di progetti nella regione Asia-Pacifico…

Leggi tutto…

Nel mirino della Federazione Italiana produttori di energia da fonti rinnovabili l’articolo 18 della Legge Europea, che abroga l’estensione del periodo di incentivazione per la produzione elettrica da biomasse. Una misura che penalizza anche i piccoli impianti di cogenerazione alimentati con la stessa fonte proveniente dalla manutenzione dei boschi e collegati a reti di teleriscaldamento…

Leggi tutto…