Al via in Germania la costruzione del teleriscaldamento solare più grande del paese

Sono partiti i lavori preparatori per la realizzazione di quello che, una volta completato, sarà il più grande sistema di teleriscaldamento solare della Germania. Località scelta per la sua costruzione è Ludwigsburg, nel Baden-Württemberg, e a occuparsi della sua progettazione e della sua realizzazione è Arcon-Sunmark, azienda danese tra le principali realtà mondiali specializzate nella produzione di collettori solari e nella realizzazione di campi solari termici di grande taglia, che si è aggiudicata la gara indetta da Stadtwerke Ludwigsburg-Kornwestheim, la multiutility che gestisce il teleriscaldamento a Ludwigsburg.

L’impianto, che sarà terminato entro la fine dell’anno, si estenderà su una superficie di 14.800 metri quadri e i suoi collettori garantiranno ogni anno la produzione di 5.500 MWh termici, che saranno immessi nella rete attualmente esistente, garantendo la copertura del fabbisogno annuo di calore di circa 300 famiglie con energia totalmente green.

Insieme all’impianto, la società danese si occuperà anche della costruzione dell’edificio tecnico, caratterizzato da un design studiato per armonizzarsi con l’ambiente circostante e dotato di un punto panoramico sul tetto che consentirà ai visitatori di ammirare il sistema in tutta la sua estensione.

Il nuovo sistema fa parte del SolarHeatGrid ed è sostenuto dalla Nationale Klimaschutz Initiative avviata dal ministero federale per l’Ambiente, e oltre all’impianto, prevede la costruzione di un serbatoio di stoccaggio di 2.000 metri cubi e l’interconnessione delle reti cittadine secondarie: una combinazione di soluzioni dalla quale si attende una riduzione delle emissioni annue di CO2 di 3.700 tonnellate, equivalenti al risparmio di 1,6 milioni di litri di benzina.


Leggi anche

CogenInfra, attivo nel teleriscaldamento e nei servizi di efficienza energetica, entra nel capitale azionario della società che gestisce il teleriscaldamento a Tirano, Sondalo e Santa Caterina Valfurva, in provincia di Sondrio. Un’operazione che permette a Tcvvv di ampliare le sue prospettive industriali, rafforzandosi sul territorio e puntando sull’offerta di nuovi servizi…

Leggi tutto…

Alperia, l’utility energetica dell’Alto Adige, ha presentato il progetto per il nuovo impianto a servizio della rete di distribuzione del calore della cittadina della provincia di Bolzano. La centrale sarà alimentata a biomasse e sarà dotata di un generatore della potenza di 8 MW, in grado di produrre 27 GWh di energia termica ogni anno, sufficienti a scaldare circa 2500 appartamenti, evitando l’emissione in atmosfera di 5500 tonnellate di CO2 annue…

Leggi tutto…

Progettato da E.S.Co. BIM e Comuni del Chiese, la società energetica dei comuni del bacino del Chiese, il sistema è stato realizzato con un investimento di 4,9 milioni di euro. È costituito da una centrale alimentata con biomassa proveniente dai boschi che circondano il comune della provincia di Trento e da una doppia rete che si estende in totale per 5,3 chilometri…

Leggi tutto…

Inaugurato e in funzione l’impianto realizzato dal gestore idrico della provincia di Monza e Brianza presso il depuratore San Rocco di Monza. Realizzato con un investimento di 4,6 milioni di euro, è frutto della partnership con Acsm Agam e produce elettricità, interamente utilizzata per alimentare le linee dello stesso depuratore e calore, che viene immesso nella rete di teleriscaldamento cittadina …

Leggi tutto…

Estra Clima, la società di servizi energetici del gruppo Estra, ha acquisito Termas, azienda proprietaria di un impianto di cogenerazione e di una rete di teleriscaldamento nel capoluogo delle Marche. L’impianto ha una potenza termica di 19 MW e il calore generato viene distribuito a diverse utenze pubbliche e private attraverso una rete della lunghezza di 4,5 chilometri …

Leggi tutto…