Al via la gara per la distribuzione gas nell’Ambito di Prato

Un’altra gara gas prende il via.

È quella per la concessione del servizio nell’Ambito territoriale di Prato. Ambito che include oltre alla città altri 14 comuni:

  • nella provincia di Prato: Cantagallo, Carmignano, Montemurlo, Poggio a Caiano, Vaiano e Vernio
  • in provincia di Pistoia: Calenzano, Campi Bisenzio, Lastra a Signa, Montespertoli, Scandicci, Sesto Fiorentino e Signa, in provincia di Firenze, e Montale

La gara prevede la concessione del servizio per 12 anni, interessando un territorio che conta in totale circa 500.000 abitanti e 200.000 utenti. La società aggiudicataria acquisirà anche la gestione delle infrastrutture, ovvero una rete dell’estensione di circa 1.600 km, il cui valore è stimato in 169 milioni di euro con l’obbligo di assumere il personale uscente, in conformità con la normativa.

L’importo della procedura di gara ammonta invece a circa 251 milioni di euro, per un valore annuo del servizio pari a circa 26 milioni di euro.

Modalità e scadenza del bando

Il bando è a procedura ristretta. Infatti nessuno dei due gestori uscenti, Centria e Toscana Energia, detiene almeno il 60% dei punti di riconsegna. Il termine ultimo per la presentazione dell’offerta è stato fissato al prossimo 29 gennaio.

Il bando è stato messo a punto dal Comune di Prato con il supporto e la consulenza del Consorzio Concessioni Reti Gas e pubblicato sulla Gazzetta ufficiale italiana e sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea. Il testo prevede che il nuovo gestore venga individuato valutando:

  • i livelli di sicurezza e qualità offerti
  • gli interventi di estensione e potenziamento della rete
  • le proposte di innovazione tecnologica e di risparmio energetico
  • gli sconti offerti sulle tariffe e sui corrispettivi dovuti rispetto ai valori fissati dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA)

Il Comune di Prato, che aveva completato la procedura di rinnovo della concessione della rete gas nel proprio territorio nel 2015, confluirà nel 2027 nell’Ambito alle stesse condizioni tecniche ed economiche degli altri comuni.

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale 
di Servizi a Rete per essere il primo 
a conoscere le attività

 


Leggi anche

I titoli, che hanno un taglio unitario minimo di 100.000 euro e che scadono il 17 gennaio 2031, hanno fatto registrare una domanda pari a oltre il doppio dell’offerta. Le risorse ottenute con la nuova operazione di finanza sostenibile andranno a sostenere i progetti di sostenibilità previsti dal Piano Industriale al 2025, andando a focalizzarsi sullo sviluppo del teleriscaldamento, il recupero della plastica e il miglioramento della depurazione….

Leggi tutto…

Sviluppare progetti legati all’idrogeno e alle relative infrastrutture in Europa. È l’obiettivo della partnership tra il nostro gestore della rete di trasporto gas e Linde, realtà mondiale nel settore ingegneristico e nei gas industriali. La collaborazione punta a promuovere tecnologie chiave nella filiera del vettore green e opportunità di investimento congiunte in progetti commerciali negli ambiti produzione, distribuzione, compressione e stoccaggio…

Leggi tutto…

Dureranno circa un anno i lavori per l’ammodernamento dell’impianto a servizio della cittadina termale in provincia di Pisa. Un intervento, del valore di 1,7 milioni di euro, con il quale il gestore idrico del Basso Valdarno punta a risolvere una serie di criticità dell’impianto, legate alle acque di tipo di misto che vi arrivano, oltre che all’obsolescenza e all’ammaloramento dei due grandi serbatoi che lo costituiscono….

Leggi tutto…

Siglato il contratto di servizio con l’amministrazione comunale che segna l’avvio della gestione gas di Italgas nel comune del salernitano. Italgas si è aggiudicata la gara per la concessione di 12 anni, con un’offerta che ha previsto, tra l’altro, 4 milioni di investimenti per estendere la rete di ulteriori 8 chilometri, consentendo di fruire del servizio ad altre 400 famiglie…

Leggi tutto…

80 milioni di investimenti per sostituire oltre 155 chilometri di condotte in 21 comuni. Sono i numeri del nuovo piano per il risanamento delle reti idriche messo in campo dal gestore idrico pugliese, che include anche interventi per la distrettualizzazione, il controllo e il monitoraggio delle pressioni delle infrastrutture. Suddiviso in 6 lotti, il programma, che ha appena preso il via, si concluderà per la fine del 2022. …

Leggi tutto…