Alto Trevigiano Servizi potenzia le reti idriche e fognarie di Treviso

Partiranno a breve e andranno avanti per sette mesi i lavori di Alto Trevigiano Servizi (ATS) per dotare il quartiere Fiera di Treviso di una nuova rete fognaria e acquedottistica. Il progetto è stato messo a punto dalla società, che gestisce il servizio idrico nei 53 comuni che fanno parte dell’Ambito territoriale ottimale Veneto Orientale, a causa del sottodimensionamento dell’infrastruttura fognaria bianca attualmente esistente, che, inoltre, interferisce anche con la realizzazione di altri sottoservizi. Partendo da tale problematica l’azienda, in accordo con l’amministrazione comunale, ha pertanto deciso di provvedere a potenziare le reti a servizio di questa porzione della città, in modo da migliorare e rendere più efficiente il servizio e soprattutto la gestione delle acque meteoriche.

Le opere prevedono, infatti, la posa di nuove condotte acquedottistiche che saranno costituite da tubazioni in ghisa sferoidale e la posa di condotte per la fognatura nera. Quest’ultima sarà poi collegata in direzione nord e sud con la rete principale, attraverso un impianto di sollevamento che permetterà di oltrepassare il fiume Limbraga. Un impianto di sollevamento sarà realizzato anche per la nuova linea di fognatura meteorica, in modo da prevenire eventuali allagamenti nei periodi a elevata piovosità. Guardando più nello specifico, saranno posati circa 1.000 metri di nuova fognatura nera, 1.430 metri di acquedotto e 180 metri di fognatura per le acque meteoriche, che consentiranno l’allacciamento a circa 370 abitanti. L’importo totale delle opere ammonta a 1,1 milioni di euro.


Leggi anche

Il bando prevede la realizzazione del collegamento fognario tra le frazioni di Nozzano – Pontetetto, di 4 stazioni di sollevamento e il relining di una porzione di rete esistente. Un intervento da circa 10 milioni di euro, progettato per risolvere il problema della mancanza di rete di raccolta dei reflui nella zona dell’Oltreserchio e che consentirà di mettere in funzione la rete a servizio di località Nozzano, già realizzata…

Leggi tutto…

Il CdA del gestore idrico della Puglia ha deliberato una nuova tornata di appalti per opere nel campo della depurazione e delle reti idriche e fognarie. Tra le più significative, l’ammodernamento dell’impianto di depurazione di Martina Franca, in provincia di Taranto, dove si parte da una base d’asta di 11 milioni di euro, e il completamento de sistema di raccolta dei reflui a Salve, nel Salento…

Leggi tutto…

Avviati i lavori per la realizzazione e la razionalizzazione del sistema fognario di San Pierino, frazione del comune in provincia di Firenze. L’opera, del valore di 1,2 milioni di euro, nasce per porre fine agli scarichi in ambiente. Prevede infatti la costruzione di 4 nuovi chilometri di condotte alle quali verranno allacciate le utenze esistenti, che consentiranno di far confluire i reflui verso il depuratore Cuoiodepur che sorge a San Miniato…

Leggi tutto…

Conclusi i lavori, per un valore di 2,2 milioni di euro, del secondo lotto del progetto La Vettola-San Piero, avviato dal gestore idrico del Basso Valdarno per dotare le due frazioni di una rete fognaria e garantire il collettamento di tutti i reflui fognari provenienti dalla zona sud-est della città verso il sistema depurativo…

Leggi tutto…

“Una rete per fare impresa”. Questo il titolo dei Seminari IWS realizzati il 17 e 18 ottobre 2018 in occasione dell’ultima edizione di H2O a Bologna. L’iniziativa ha coinvolto utilities, ricercatori, ingegneri, tecnici e progettisti, registrando una grande affluenza di pubblico specializzato….

Leggi tutto…