Amag Reti Idriche potenzia il depuratore di Alessandria

Procedono i lavori di adeguamento portati avanti da Amag Reti Idriche sul depuratore che si trova nel Quartiere Orti ad Alessandria. Lavori finalizzati al raggiungimento dei parametri di abbattimento degli inquinanti richiesti dalle normative.

Il potenziamento dell’impianto, progettato e realizzato per servire 70.000 abitanti, si è reso indispensabile per garantire il corretto smaltimento del crescente carico di reflui che vi viene convogliato per il loro trattamento, e quindi la tutela ambientale del fiume Tanaro, dove vengono scaricate le acque in uscita dal depuratore. Da ottobre 2018 dello scorso anno, l’impianto ha infatti iniziato a ricevere anche i reflui dei circa 10.000 residenti della zona della Fraschetta. A inizio 2019, si è sommato anche il carico del collettamento del sistema fognario del sollevamento Chiappona, che a sua volta conta un bacino di circa 8000 abitanti. Nuovi apporti che fanno salire il totale dei reflui da trattare a oltre 16.500 metri cubi al giorno, a fronte di una capacità di progetto del depuratore pari a 12.000 metri cubi al giorno: il 40% in più.

Le opere, che il gestore del servizio idrico di 56 comuni piemontesi sta realizzando con un investimento di circa 4,5 milioni di euro, prevedono la costruzione di nuove linee di trattamento, che entreranno in funzione nei prossimi mesi, e una serie di interventi di manutenzione sulle linee esistenti, in modo da arrivare alla completa revisione dell’impianto.


Leggi anche

Posa prima pietra dei lavori di potenziamento da parte di Hera del sistema fognario della Darsena di Ravenna

L’opera del valore complessivo di 8 milioni di euro ha come obiettivo di garantire la sicurezza dell’area della Darsena e il miglioramento ambientale del Candiano, il canale navigabile che collega la città al mare. Suddiviso i tre stralci, prevede la realizzazione di un nuovo collettore, di diverse tratte di fognatura, di impianti di sollevamento e di due vasche di prima pioggia. Parte dei lavori saranno realizzati con la tecnologia senza scavo della trivellazione orizzontale controllata …

Leggi tutto…

Approvazione bilancio 2019 acquevenete

L’Assemblea dei soci ha approvato il bilancio dell’esercizio 2019, chiuso con un valore della produzione di circa 88 milioni di euro e un margine operativo lordo del 29,8%. Importante anche il volume degli investimenti, pari a 30 milioni, dedicati all’efficientamento delle infrastrutture e al miglioramento del servizio, mentre è di 65 milioni di euro il valore economico distribuito agli stakeholder…

Leggi tutto…

Segui i due appuntamenti della serie 25 giugno e 2 luglio: in entrambi una dimostrazione pratica dell’utilizzo e dell’efficacia dei sensori

 
In un contesto in cui i processi produttivi diventano sempre più complessi, è necessario che le tecniche di misura impiegate per il controllo e la sorveglianza dei processi, siano più semplici ed intuitive possibili….

Leggi tutto…

Logo Lario Reti Holding

La società ha chiuso il bilancio relativo allo scorso anno con ricavi pari a 52,4 milioni e utili per oltre 6 milioni. Gli investimenti realizzati sono stati pari a 24,1 milioni, circa pari alla metà rispetto ai tre anni precedenti, e hanno permesso di realizzare alcuni importanti interventi, come il revamping del depuratore di Lecco, lo sdoppiamento della rete fognaria di Oliveto Lario, e l’adeguamento dell’impianto di Ballabio…

Leggi tutto…

Sede BrianzAcque

Ottime le performance registrate dal gestore idrico della provincia di Monza e Brianza lo scorso anno, come certificano gli indicatori del bilancio approvato dall’assemblea dei soci e chiuso con un utile di 4,7 milioni di euro. I ricavi sono saliti oltre i 100 milioni, +7,7%, mentre il valore della produzione si è attestato sui 103 milioni e il margine operativo lordo ha sfiorato i 30 milioni. Impennata degli investimenti, +68%, pari a 37,8 milioni…

Leggi tutto…