Amag Reti Idriche potenzia il depuratore di Alessandria

Procedono i lavori di adeguamento portati avanti da Amag Reti Idriche sul depuratore che si trova nel Quartiere Orti ad Alessandria. Lavori finalizzati al raggiungimento dei parametri di abbattimento degli inquinanti richiesti dalle normative.

Il potenziamento dell’impianto, progettato e realizzato per servire 70.000 abitanti, si è reso indispensabile per garantire il corretto smaltimento del crescente carico di reflui che vi viene convogliato per il loro trattamento, e quindi la tutela ambientale del fiume Tanaro, dove vengono scaricate le acque in uscita dal depuratore. Da ottobre 2018 dello scorso anno, l’impianto ha infatti iniziato a ricevere anche i reflui dei circa 10.000 residenti della zona della Fraschetta. A inizio 2019, si è sommato anche il carico del collettamento del sistema fognario del sollevamento Chiappona, che a sua volta conta un bacino di circa 8000 abitanti. Nuovi apporti che fanno salire il totale dei reflui da trattare a oltre 16.500 metri cubi al giorno, a fronte di una capacità di progetto del depuratore pari a 12.000 metri cubi al giorno: il 40% in più.

Le opere, che il gestore del servizio idrico di 56 comuni piemontesi sta realizzando con un investimento di circa 4,5 milioni di euro, prevedono la costruzione di nuove linee di trattamento, che entreranno in funzione nei prossimi mesi, e una serie di interventi di manutenzione sulle linee esistenti, in modo da arrivare alla completa revisione dell’impianto.


Leggi anche

MM (Metropolitana Milanese) ha ricevuto venerdì 25 Ottobre la chiave simbolica del depuratore di Nosedo. Dal 9 Novembre sostituirà a tutti gli effetti il gestore precedente nella conduzione del depuratore…

Leggi tutto…

Lo dice il nuovo report di sostenibilità In buone acque, pubblicato nei giorni scorsi dalla multiutility. 150 i milioni di euro investiti nel ciclo idrico lo scorso anno, il 20% in più della media nazionale. Oltre la metà è destinato agli acquedotti, circa un terzo alle reti fognarie e la parte restante ai sistemi di depurazione. Risorse che puntano a rendere più efficienti e resilienti le infrastrutture e il servizio sempre più sostenibile e green…

Leggi tutto…

Va avanti l’intervento avviato dalla multiutility nel 2016 per collegare la rete fognaria della frazione di Pievesestina al depuratore centrale della città. Un’opera da 8 milioni di euro che prevede la posa di circa 8 chilometri di tubazioni, ma che comprende anche la realizzazione di una dorsale idrica, di 3,7 chilometri, e di una dorsale gas, di 3,2 chilometri, a servizio dell’area industriale della frazione …

Leggi tutto…