Ampliamento dell’impianto di depurazione di Salvatronda e realizzazione piattaforma di trattamento e valorizzazione dei fanghi

 

 

Pierpaolo Florian – Amministratore Delegato Alto Trevigiano Servizi srl

 
L’opera è stata condivisa con l’amministrazione locale e in assemblea pubblica con la cittadinanza.

I lavori di ampliamento e di valorizzazione dei fanghi prevedono di aumentare la potenzialità dell’impianto dagli attuali 73 mila abitanti equivalenti ai 120 mila nei dodici comuni attualmente serviti dal depuratore.

Le opere permetteranno inoltre di ottimizzare il trattamento di tutti i fanghi dei 37 impianti di ATS.

La piattaforma viene realizzata con l’obiettivo di ottenere la massima riduzione dei costi economici e ambientali.

I fanghi vengono miscelati e sottoposti al pre-trattamento di idrolisi termica ad alta temperatura e pressione e successivamente inviati al processo di digestione anaerobica.

Questo consentirà una produzione di biogas che servirà a coprire parte dei fabbisogni energetici per il trattamento dei fanghi, che diminuiranno anche di volume.

Nel progetto di ampliamento si è valutato con massima cura per l’eliminazione di ogni fonte di impatto di rumori e odori.

 

 

Leggi anche

Realizzato con un investimento di 39 milioni di euro, l’impianto è stato dotato delle più avanzate tecnologie di trattamento dei reflui, come il sistema di ultrafiltrazione a membrane, che consentono il riutilizzo delle acque in uscita. Perfettamente inserito nel contesto paesaggistico, ha una capacità di trattamento di 90.000 AE, ma è stato progettato per un funzionamento modulare e flessibile, in modo da adeguarsi alla variazione dei carichi legati alla fluttuazione turistica…

Leggi tutto…

Approvato il bilancio relativo all’ultimo esercizio del gestore idrico della provincia di Lecco. Gli investimenti sono cresciuti del 23%, sfiorando i 30 milioni di euro. Bene anche i ricavi, saliti a 52 milioni, con un utile netto pari a 5,3 milioni. Ma importanti risultati sono stati ottenuti anche sul piano operativo, come l’autorizzazione allo scarico per il depuratore di Lecco, che mancava da 20 anni….

Leggi tutto…

Il gestore idrico del distretto Sarnese Vesuviano ha pubblicato il bando, da 6,8 milioni di euro, per il completamento della rete fognaria di Boscoreale. L’opera fa parte del piano, sviluppato con Regione Campania ed Ente Idrico Campano, per il risanamento del corso d’acqua. In questo ambito, sono stati approvati altri due interventi, per 2,4 milioni, che riguardano l’adeguamento del depuratore di Scafati e il risanamento del sistema di collettori a servizio di altri cinque comuni….

Leggi tutto…

Brescia e Bergamo non sono alleate solo come capitali della Cultura, ma anche per l’ambiente. A Paratico si sono infatti conclusi i lavori di ampliamento e ristrutturazione del depuratore intercomunale, che colletta ventisei comunità locali tra i due territori. Fra le novità più rilevanti l’ampliamento a 90mila abitanti serviti e l’impiego di nuove tecnologie….

Leggi tutto…

Ha un valore di 9 milioni di euro il complesso di opere pianificate dal gestore idrico del Lazio Centrale per la cittadina del litorale romano. Questo prevede la realizzazione di una nuova rete fognaria a servizio della frazione di Perazzeta e una serie di interventi finalizzati all’ammodernamento degli impianti di depurazione e alla riqualificazione delle condotte fognarie esistenti….

Leggi tutto…