Ampliamento dell’impianto di depurazione di Salvatronda e realizzazione piattaforma di trattamento e valorizzazione dei fanghi

 

 

Pierpaolo Florian – Amministratore Delegato Alto Trevigiano Servizi srl

 
L’opera è stata condivisa con l’amministrazione locale e in assemblea pubblica con la cittadinanza.

I lavori di ampliamento e di valorizzazione dei fanghi prevedono di aumentare la potenzialità dell’impianto dagli attuali 73 mila abitanti equivalenti ai 120 mila nei dodici comuni attualmente serviti dal depuratore.

Le opere permetteranno inoltre di ottimizzare il trattamento di tutti i fanghi dei 37 impianti di ATS.

La piattaforma viene realizzata con l’obiettivo di ottenere la massima riduzione dei costi economici e ambientali.

I fanghi vengono miscelati e sottoposti al pre-trattamento di idrolisi termica ad alta temperatura e pressione e successivamente inviati al processo di digestione anaerobica.

Questo consentirà una produzione di biogas che servirà a coprire parte dei fabbisogni energetici per il trattamento dei fanghi, che diminuiranno anche di volume.

Nel progetto di ampliamento si è valutato con massima cura per l’eliminazione di ogni fonte di impatto di rumori e odori.

 

 

Leggi anche

I lavori di ammodernamento e potenziamento hanno riguardato l’intero impianto, la cui capacità di trattamento è stata portata a 116.000 abitanti equivalenti e dotato di tecnologie all’avanguardia. Cuore dell’intervento il rifacimento del trattamento biologico. Un’opera del valore di 25 milioni di euro che pone fine alla procedura comunitaria in atto dal 2009

Leggi tutto…

Il gestore idrico della provincia di Monza e Brianza ha ottenuto un green loan di 55 milioni di euro dalla Banca Europea per gli Investimenti. Le risorse saranno impiegate per realizzare 85 chilometri di reti acquedottistiche e 16 chilometri di nuove condutture fognarie, oltre a diversi altri interventi per mettere il territorio in sicurezza dagli effetti dei cambiamenti climatici…

Leggi tutto…

AqA – nata il primo aprile del 2021 dalla fusione di Tea Acque e AqA Mantova, è il nuovo gestore del servizio idrico integrato di oltre 300mila abitanti in 40 comuni della provincia di Mantova. Una società giovane, con radici solide, che vede nel 2022 la realizzazione di numerosi progetti nati negli scorsi anni, con la vocazione, fortissima, all’efficienza ambientale e all’efficienza operativa….

Leggi tutto…

AqA dal primo aprile di quest’anno è il nuovo gestore del servizio idrico integrato di oltre 300mila abitanti in 40 comuni della provincia di Mantova. La Società del Gruppo Tea nasce dalla fusione di Tea Acque e AqA Mantova. È un progetto che parte da lontano in cui la fusione tra le due anime idriche di Tea ha l’obiettivo di ottimizzare l’organizzazione del servizio in sé, ma anche di compiere un lungo passo in avanti nella direzione del gestore unico provinciale, di cui AqA è società veicolo come definito dagli enti competenti….

Leggi tutto…

Sarà realizzato con la tecnologia del microtunnelling il primo tratto del nuovo collettore fognario che il gestore realizzerà nella città e che consentirà di collegare un pezzo del centro storico ancora privo del servizio fognario al depuratore. La prima parte dei lavori prevede la posa di 500 metri di condotte, per una spesa di 2,5 milioni di euro…

Leggi tutto…