Anche Montalcinello avrà il suo teleriscaldamento geotermico

Anche l’antico e piccolo borgo di Montalcinello, frazione del comune di Chiusdino, in provincia di Siena, avrà il suo sistema di teleriscaldamento. E sarà totalmente green, grazie all’accordo siglato dall’amministrazione comunale di Chiusdino con Enel Green Power, che fornirà l’energia da fonte geotermica per alimentare il sistema.

Ad occuparsi dell’intero sviluppo del progetto, il cui sviluppo richiederà un investimento di circa 2 milioni di euro, sarà la stessa società del Gruppo Enel, che provvederà anche a una parte dei lavori, la cui parte restante sarà invece a cura del comune. Più nello specifico, Enel Green Power si occuperà della costruzione della stazione di scambio primaria e della dorsale che trasporterà il fluido dal suo campo geotermico alle porte del borgo, mentre il Comune si farà carico di realizzare la rete di distribuzione all’interno del paese. Il sistema si prevede possa essere terminato entro il 2020.

Il nuovo accordo, che garantirà agli abitanti del piccolo borgo un servizio vantaggioso e a elevato tasso di sostenibilità e che ne migliorerà anche l’offerta turistica, si aggiunge a quello siglato sempre tra Comune ed Enel Green Power nel 2016 per la realizzazione di una rete di teleriscaldamento a servizio del centro di Chiusdino. Progetto questo supportato da un investimento di oltre 7 milioni di euro e del quale i lavori procedono alacremente, con il primo lotto di rete che entrerà in funzione il prossimo settembre.


Leggi anche

Il Comune ha sottoscritto una nuova convenzione con Telcha per la fornitura di energia termica tramite teleriscaldamento alle sue strutture. Il contratto che per il 2020 prevede una spesa di 540.000 euro, coinvolge 27 edifici comunali. Intanto in città la società prosegue nel suo progetto di estensione della rete per portare il servizio in tutti i quartieri…

Leggi tutto…

Investimenti in crescita del 10% nel nuovo piano industriale. Iren destinerà i due terzi ai servizi regolati, in particolare l’idrico, per potenziare, ammodernare e digitalizzare le infrastrutture. La parte restante pari a 1,3 miliardi di euro sarà riservata alla crescita dimensionale del Gruppo: nel settore ambientale, con lo sviluppo di impianti di selezione e trattamento; nel teleriscaldamento, con l’estensione delle reti; nel gas …

Leggi tutto…

Nel 2006 sembrava cosa fatta: il Comune con l’allora Asm Brescia e Pessina Costruzioni aveva siglato un accordo per realizzare l’infrastruttura di distribuzione del calore a servizio della città. Un progetto che prevedeva la costruzione di una centrale e una rete dell’estensione di 25 chilometri però subito naufragato. Ora se ne riparla, ma affidando l’integrità dei lavori a un operatore privato …

Leggi tutto…

Lavori terminati nella frazione di Cuneo, dove Edison, con un investimento di 4 milioni di euro, ha realizzato un nuovo impianto di teleriscaldamento. Il sistema si compone di una rete di 2 chilometri di estensione, alla quale sono collegate oltre 350 utenze, e di una centrale alimentata a cippato, proveniente dalla pulizia dei boschi circostanti…

Leggi tutto…

L’ente ha stanziato 135.000 euro per i lavori di estensione della rete, alimentata con fonte geotermica, a servizio del comune della provincia di Grosseto. Le opere programmate da Amiata Energia permetteranno di collegare all’infrastruttura l’area del centro storico Terziere di Castello. Il nuovo finanziamento si aggiunge a quello che l’Autorità Idrica aveva stanziato lo scorso anno, per un totale di 300.000 euro, e al milione proveniente dai fondi geotermici regionali…

Leggi tutto…