Anche Montalcinello avrà il suo teleriscaldamento geotermico

Anche l’antico e piccolo borgo di Montalcinello, frazione del comune di Chiusdino, in provincia di Siena, avrà il suo sistema di teleriscaldamento. E sarà totalmente green, grazie all’accordo siglato dall’amministrazione comunale di Chiusdino con Enel Green Power, che fornirà l’energia da fonte geotermica per alimentare il sistema.

Ad occuparsi dell’intero sviluppo del progetto, il cui sviluppo richiederà un investimento di circa 2 milioni di euro, sarà la stessa società del Gruppo Enel, che provvederà anche a una parte dei lavori, la cui parte restante sarà invece a cura del comune. Più nello specifico, Enel Green Power si occuperà della costruzione della stazione di scambio primaria e della dorsale che trasporterà il fluido dal suo campo geotermico alle porte del borgo, mentre il Comune si farà carico di realizzare la rete di distribuzione all’interno del paese. Il sistema si prevede possa essere terminato entro il 2020.

Il nuovo accordo, che garantirà agli abitanti del piccolo borgo un servizio vantaggioso e a elevato tasso di sostenibilità e che ne migliorerà anche l’offerta turistica, si aggiunge a quello siglato sempre tra Comune ed Enel Green Power nel 2016 per la realizzazione di una rete di teleriscaldamento a servizio del centro di Chiusdino. Progetto questo supportato da un investimento di oltre 7 milioni di euro e del quale i lavori procedono alacremente, con il primo lotto di rete che entrerà in funzione il prossimo settembre.


Leggi anche

Lo ha sottolineato Lorenzo Spadoni, presidente di AIRU, intervenendo alle audizioni periodiche di ARERA sul Quadro Strategico 2019-2021. Una tecnologia flessibile e l’unica in grado di recuperare e integrare diverse fonti di calore, da quello di scarto dei processi produttivi a quello generato da fonti rinnovabili a quello cogenerato, fornendo un servizio efficiente e sostenibile ai cittadini …

Leggi tutto…

Il gruppo siderurgico si è aggiudicata il titolo di Best Performer dell’economia circolare, promosso da Confindustria, nella categoria Grandi Imprese Manifatturiere per il progetto che prevede il recupero di calore dei suoi processi industriali per alimentare una rete di teleriscaldamento a servizio del comune del bresciano…

Leggi tutto…

Era il 1999 quando veniva avviata la prima centrale, Monza Centro, che dava il via al servizio di distribuzione del calore nel capoluogo della Brianza. Una storia proseguita con la realizzazione delle altre due centrali, situate nella zona Sud e Nord della città, e con lo sviluppo di una rete che attualmente si estende per oltre 32 chilometri, servendo oltre 300 edifici e oltre 8.000 unità immobiliari…

Leggi tutto…

Nuovi materiali e nuove opportunità portano il “concetto teleriscalmento” a slegarsi dal solo uso del metallo e Ritmo S.P.A è presente con una saldatrice dedicata: COMPACT 355….

Leggi tutto…

Il gruppo rafforza la sua posizione in Piemonte perfezionando l’acquisizione di due società attive nella produzione e distribuzione di calore da fonti rinnovabili. Si tratta di A.En.B e della sua controllata A.En.W., che producono e distribuiscono calore generato da biomassa legnosa al comune di Busca, e di Vernante Nuova Energia, che gestisce il sistema, alimentato a cippato, a servizio del quartiere di Borgo San Giuseppe di Cuneo…

Leggi tutto…