Arriva a Beinasco il teleriscaldamento metropolitano di Iren

Anche Beinasco entra nella rete metropolitana del teleriscaldamento di Iren. Rete che già serve la città di Torino e i due comuni di Moncalieri e Nichelino.

Iren sta infatti concludendo i lavori del primo lotto del progetto per distribuire calore nelle abitazioni del comune della prima cintura torinese, in accordo con la convenzione sottoscritta nel 2017 con l’amministrazione comunale. A fornire il calore che inizierà a riscaldare una prima parte della cittadina sarà la rete di teleriscaldamento metropolitano, grazie alla nuova interconnessione tra la rete della città di Torino e l’impianto di termovalorizzazione dei rifiuti della stessa città.

Un importante traguardo che si inserisce all’interno di un progetto molto più ampio per la città che prevede una volumetria totale riscaldata di circa 430.000 m³, una rete di 7 km e circa 4000 cittadini serviti, residenti nella zona di più recente costruzione di Beinasco e della frazione Fornaci.

Quando l’intera infrastruttura sarà realizzata, grazie all’adozione della tecnologia del teleriscaldamento, si eviteranno emissioni annuali di CO2 e NOX pari a quelle prodotte da circa 2000 autovetture a benzina. Il progetto eviterà inoltre l’utilizzo di circa 160 tonnellate equivalenti di petrolio (tep), corrispondenti all’emissione di 380 tonnellate di CO2, pari alla quantità assorbita da 2630 alberi.


Leggi anche

Fornita in unica tratta, staffata a vista nei cunicoli preesistenti la tubazione flessibile e preisolata CALPEX® di BRUGG è stata impiegata per l’ammodernamento delle condotte di alimentazione della centrale elettrica Giuseppe Volpi. Posto in località Plan del Sac di Ampezzo (UD), l’impianto funziona tramite lo sfruttamento dei corsi idrici dell’Alto Tagliamento. Lavori eseguiti a tempo di record….

Leggi tutto…