Arriva NexMeter, il contatore gas 4.0 di Hera

È appena nato, ma guarda già al futuro NexMeter, il nuovo contatore gas 4.0 ideato da Gruppo Hera. Dotato di tecnologia e funzioni all’avanguardia, soprattutto nell’ambito della sicurezza, e “amico dell’ambiente”, vanta caratteristiche uniche nel panorama internazionale.

Un dispositivo per una maggiore sicurezza dei cittadini

Presentato in anteprima a Parigi, durante la prestigiosa vetrina dell’European Utility Week 2019, il nuovo dispositivo smart è dotato di un’evoluta tecnologia, per la prima volta racchiusa all’interno dello stesso apparecchio e basata su algoritmi, sensori e ultrasuoni, con caratteristiche di assoluta precisione, in grado di offrire funzioni avanzate di sicurezza. Gli appositi dispositivi di monitoraggio e allerta dei quali è dotato consentono, infatti, di prevenire incidenti in numerose condizioni, fornendo maggiori tutele a edifici e cittadini, sulla falsariga del funzionamento dei dispositivi “salvavita” elettrici.

Le funzionalità: non solo fuoriuscite di gas, ma rilevamento anche delle scosse sismiche

La regolarità dell’impianto, per esempio, è controllata attraverso la verifica costante della pressione di fornitura e di rete, segnalandone immediatamente eccessi o cadute. L’apparecchio è in grado di rilevare tutte le fuoriuscite di gas, anche le fughe piccole e continuative, e quindi interrompere la fornitura in caso di irregolarità, mettendo in sicurezza il sistema. Inoltre, è capace di intercettare in tempo reale le scosse in caso di eventi sismici, anche in questo caso sospendendo l’erogazione del gas a tutela della massima sicurezza.

Oltre a inviare le ordinarie e periodiche segnalazioni sui consumi effettuati, poi, in caso di emergenze NexMeter si attiva per contattare immediatamente il telecontrollo centralizzato del Gruppo a Forlì, un polo tecnologico all’avanguardia che monitora in tempo reale reti e impianti della multiutility su tutto il territorio. A sua volta il telecontrollo, se dispone di un recapito certo dell’utente, provvede a inviargli una segnalazione di allerta. In ogni caso lo stato può essere visualizzato e tenuto sotto controllo dagli stessi clienti attraverso il display del contatore, grazie a un’interfaccia semplice e immediata.

Riduzione dei consumi

Ma il nuovo dispositivo garantisce anche un taglio alla spesa per i consumi. Grazie alla capacità di intercettare e segnalare agli utenti anche le piccole fughe di gas, NexMeter aiuta infatti a contenere i costi in bolletta. Azione che ha benefici importanti anche sull’ambiente: l’eliminazione delle perdite, infatti, riduce le dispersioni di metano, mentre l’intero processo di ottimizzazione della gestione della rete gas incide positivamente sul rendimento e sulle emissioni degli apparecchi utilizzatori, a partire dalle caldaie.

Compatibile con tutti i tipi di reti e impianti, il nuovo misuratore è già predisposto anche per i sistemi del futuro a “clean gas”, come il biometano, ed è il primo dispositivo del suo genere realizzato con materiali che contengono plastica riciclata, in linea con l’attenzione di Hera verso il tema dell’ambiente e dell’economia circolare.

NexMeter è un dispositivo già proiettato nel futuro, con caratteristiche che vanno ben al di là degli obblighi di legge. Nei prossimi mesi il misuratore 4.0 sarà installato in alcuni territori serviti: sarà l’inizio di una campagna per la quale la multutility ha già stanziato circa 45 milioni di euro per collocare i primi 300.000 contatori prevalentemente in Friuli-Venezia Giulia e in Emilia-Romagna, nelle province di Modena e Ferrara, ovvero aree classificate a rischio sismico o dove si sono verificati recentemente fenomeni tellurici.


Leggi anche

L’assemblea dei soci della società, che amministra gli asset idrici e della distribuzione gas di 30 comuni della provincia di Forlì-Cesena, ha dato l’ok al bilancio 2019, che porta nelle casse dei comuni soci 2,2 milioni di dividendi. Importanti anche gli investimenti realizzati, pari a 20 milioni. Ora la società punta ad allargare il raggio d’azione all’illuminazione pubblica, per renderla più efficiente e sostenibile …

Leggi tutto…

RS Ravetti Service affianca le aziende e le utility direttamente in cantiere, con i suoi macchinari e le squadre di intervento, supportando le operazioni di foratura e intercettazione delle linee in pressione. Nel 2019 ha collaborato, tra l’altro, con Italgas e con Gesam per portare a termine in modo efficace e rapido interventi sulle rispettive reti delle due aziende distributrici di gas …

Leggi tutto…

Il sistema sviluppato e gestito da Hera ha appena ottenuto la certificazione Carbon Footprint rilasciata da Sgs per il suo basso impatto ambientale. Alimentato per il 90% con energia termica da fonte geotermica e con il recupero di calore del termovalorizzatore cittadino, il sistema, come rilevato da uno studio condotto da Ergo, emette solo 122 g di CO2 per ogni kWh termico immesso in rete…

Leggi tutto…

Le due società hanno rinnovato il Memorandum of Understanding finalizzato a valorizzare le potenziali sinergie tra il sistema gas e il sistema elettrico. Tre le aree al centro dell’intesa: le centrali dual fuel, il sector coupling, in particolare con l’integrazione delle fonti rinnovabili, e la ricerca e sviluppo di soluzioni innovative per rendere le reti energetiche sempre più sostenibili…

Leggi tutto…

Le due realtà hanno siglato un accordo per dare impulso all’utilizzo dell’idrogeno come vettore energetico, testandone le potenzialità di impiego nelle infrastrutture esistenti e la compatibilità con apparecchiature industriali già in uso. L’obiettivo è di mettere a frutto tutte le potenzialità di un elemento che può giocare un ruolo decisivo per abilitare la transizione energetica verso un futuro sempre più green…

Leggi tutto…