ATS usa il no-dig per il collettore di Moriago e Sernaglia della Battaglia

Quasi 1 chilometro di condotte da realizzare con una tecnica di posa no-dig. È quanto prevede il progetto di Alto Trevigiano Servizi (ATS) per concludere il collettore di Moriago e Sernaglia della Battaglia.

Il tratto di collegamento

I lavori, per l’esattezza, riguardano la realizzazione del tratto di collegamento tra le reti fognarie dei comuni di Moriago e di Sernaglia della Battaglia e la parte di collettore già esistente. Collegamento che consentirà di collettare i reflui raccolti nei due comuni del trevigiano all’impianto di depurazione di Falzè di Piave, frazione di Sernaglia. Il collegamento si estende per 800 m e sarà realizzato con un investimento di quasi 2 milioni di euro.

Una tecnologia non invasiva

Per la sua realizzazione, i progettisti del gestore idrico del Veneto Orientale hanno scelto di ricorrere a una tecnica di posa senza scavo: il microtunnelling. Una tecnologia non invasiva che consiste nel fare avanzare le tubazioni a spinta all’interno di una galleria realizzata nel terreno da una particolare testa d’avanzamento, una testa fresante a piena sezione, guidata dall’esterno. A indirizzare i tecnici su questa scelta, innanzitutto la volontà di contenere al minimo l’impatto delle opere, ma anche alcune considerazioni che riguardano la gestione dell’infrastruttura fognaria.

Il commento del presidente di ATS, Fabio Vettori

«Tale metodo di posa permette di non effettuare scavi in superficie, evitando così le manomissioni di strade ed eliminando pesanti impatti sull’ambiente, sul paesaggio, sulle strutture superficiali e sulle infrastrutture di trasporto. Una soluzione progettuale dettata anche dalla volontà di non realizzare stazioni di sollevamento, dai costi di gestione elevati e che ha il rischio potenziale di uno sversamento di reflui».

La scelta progettuale 

I lavori prenderanno il via nelle prime settimane di aprile e si protrarranno per 380 giorni. Una volta conclusa, l’opera consentirà di rendere utilizzabili le condotte che l’azienda ha già posato. Ovvero, il collegamento della rete fognaria Mosnigo-Moriago, realizzato nel 2012, quello Fontigo-Villamatta, completato nello stesso anno, e il collegamento Moriago-Fontigo, concluso nel 2013).

 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale
di Servizi a Rete per essere il primo a conoscere le attività

 


Leggi anche

La società ha acquisito la rete a servizio della cittadina alle porte di Milano, portando a 15 le infrastrutture di teleriscaldamento gestite in Italia. La rete di Corsico si estende per 6 chilometri ed è alimentata da una centrale a metano e fornisce calore al quartiere Burgo e ad alcuni stabili del centro. ENGIE ne ha previsto la sua estensione, per sfruttarne tutto il potenziale di distribuzione del calore….

Leggi tutto…

La multiutility ha approvato il piano industriale 2021-2024, che ha nella sostenibilità e nel miglioramento e nell’evoluzione dei servizi i suoi focus. Tra i principali target l’incremento della generazione di energia rinnovabile, l’ulteriore sviluppo del teleriscaldamento a Verona e Vicenza, la digitalizzazione delle reti gas ed elettriche. Senza dimenticare lo sviluppo dei servizi ambientali in un’ottica di energia circolare….

Leggi tutto…

Le due utility idriche del Sud hanno siglato un’intesa per collaborare nella formazione del personale. In base all’accordo, AQP Water Academy, il centro di eccellenza di formazione di Acquedotto Pugliese, organizzerà ed erogherà corsi e moduli formativi per i tecnici di Acquedotto Lucano. Una partnership che, grazie al trasferimento e alla condivisione delle migliori pratiche, favorirà la crescita qualitativa delle aziende e del servizio erogato….

Leggi tutto…

UV-CIPP

Si è concluso con successo e nel pieno rispetto delle tempistiche il risanamento eseguito con tecnologia UV-CIPP di uno dei più grandi collettori fognari di Monza, per una lunghezza complessiva pari a circa 2 km. I lavori hanno interessato 885 m di condotta circolare DN800, 308 m di condotta circolare DN1000 e 692 m di condotta ovoidale 1200×1800 (DN1500), poste rispettivamente all’interno dell’asse compreso tra viale Stucchi e viale delle Industrie, due delle principali arterie della città.
Guarda il video

Leggi tutto…

Suddiviso in due lotti, il progetto prevede la posa in totale di oltre 2 km di nuove condotte per estendere la rete fognaria alla località La Zecca, che ancora ne è priva. Già realizzata la prima parte delle opere, con l’installazione di 450 m di tubazioni. I lavori per la parte restante, con la costruzione di 1,4 km di infrastruttura, partiranno dopo la conclusione della gara del valore di 600.000 euro …

Leggi tutto…