Avanza il Progetto Caserta di e-distribuzione


Avanza a ritmo serrato il Progetto Caserta di e-distribuzione. Concepito alla fine del 2015, ha già visto la realizzazione di 160 chilometri di nuove linee interrate, due nuove cabine primarie e un nuovo centro satellite per un investimento di 21 milioni di euro. A lavorarci sono oltre 270 persone con quasi 50 cantieri aperti, un impegno che ha portato alla messa in servizio delle due nuove cabine primarie di St. Gobain e Teano, mentre è in corso il potenziamento di altre 10, con l’installazione di trasformatori alta/media tensione, nuovi quadri di distribuzione in media tensione, nuovi sistemi di messa a terra del neutro tramite impedenza (bobine di Petersen). Di particolare rilevanza, per i suoi contenuti innovativi, è l’installazione nella cabina primaria di Marzanello di uno dei primi esemplari di trasformatore alta/media tensione a doppio secondario MT, di nuova generazione, che permetterà di migliorare il servizio alle utenze industriali. Fa parte del progetto anche la realizzazione di 3 nuovi centri satellite, dei quali uno è già in servizio e altri 2 attualmente in costruzione. In questi centri sono state introdotte tecnologie digitali evolute che aumentano l’efficacia dei sistemi di comunicazione per la gestione da remoto degli impianti e migliorare così la qualità del servizio. Sono previsti anche lavori di realizzazione di circa 300 km di elettrodotti in media tensione, tutti in cavo sotterraneo, nella ormai consolidata logica di sostenibilità ambientale degli interventi.


Leggi anche

I due gruppi hanno sottoscritto un term sheet per il riassetto delle attività di distribuzione gas e lo sviluppo di una società di commercializzazione dell’energia nei territori di Veneto, Friuli e Lombardia. Grazie a questa operazione, Ascopiave cresce nella distribuzione gas, diventando il primo operatore del Nord-Est, mentre Hera supera il target dei 3 milioni di clienti energy…

Leggi tutto…

La società ha completato il Pan, Puglia active network, il grande progetto per rendere smart la rete di distribuzione pugliese. Avviato nel 2014 con un investimento di 170 milioni di euro cofinanziato al 50% dalla Commissione europea, il programma ha reso l’infrastruttura regionale intelligente e flessibile: oggi è pronta ad accogliere l’energia prodotta da oltre 44.000 impianti rinnovabili e dispone di una rete per la ricarica dei veicoli elettrici …

Leggi tutto…

Entra nella fase operativa il Cluster tecnologico nazionale “Energia”, che riunisce 72 realtà, tra imprese università, centri di ricerca ed enti territoriali, con l’obiettivo di sviluppare nuove soluzioni per il sistema energetico nazionale. Smart grid e sistemi di accumulo da una parte e produzione di elettricità ed energia termica con il solare a concentrazione dall’altra, i primi due progetti-pilota avviati…

Leggi tutto…

Di fronte alla sfida imposta dai cambiamenti climatici e dalla trasformazione sempre più veloce delle città, la tecnologia e la digitalizzazione svolgeranno un ruolo centrale. Negli interventi istituzionali gli specialisti di enti e utilities mostreranno come le nuove tecnologie siano indispensabili per garantire la continuità dei servizi erogati, riprogettarli e migliorarne la gestione e la qualità in funzione delle nuove esigenze e in un’ottica di sostenibilità ambientale, anche grazie a una più efficiente e capillare raccolta dati….

Leggi tutto…

Il piano per la mobilità elettrica è stato presentato nel corso dell’Innovation Day organizzato dalla multiutility capitolina. Prevede la realizzazione di oltre 2.000 colonnine di ricarica entro il 2022, delle quali le prime 50 da installare entro quest’anno. Presentate anche le auto elettriche e le nuove soluzioni tecnologiche implementate per la gestione intelligente delle infrastrutture…

Leggi tutto…