Bilancio ok per AMG Energia

Ha sfiorato il milione l’utile di AMG Energia, la società che si occupa della distribuzione gas, di servizi energetici e della pubblica illuminazione a Palermo. A dirlo il bilancio relativo al 2021, che la società ha chiuso con un utile pari, per la precisione, a oltre 827.000 euro.

Un risultato importante, che matura nel pieno del percorso evolutivo della società, diventata a gennaio Energy Service Company (ESCo). Si tratta della prima ESCo a totale capitale pubblico della Sicilia e una delle poche presenti in Italia. 

 

Nuovi obiettivi

«É il migliore risultato degli ultimi cinque anni, è una conferma del lavoro svolto ma soprattutto del valore della società, che è un’azienda sana, e dei suoi dipendenti – ha commentato il vicepresidente dell’azienda, Domenico Macchiarella –. Inoltre è un’ulteriore leva per guardare avanti». Il riferimento è al contratto di servizio con il Comune di Palermo per la gestione di pubblica illuminazione e i servizi energetici. Contratto che non è stato ancora rinnovato e al quale la società punta, forte delle sue competenze nell’ambito della sostenibilità e della transizione energetica.

 

Efficientare illuminazione ed edifici comunali

Nella specifico AMG Energia si è candidata per l’efficientamento energetico degli impianti di pubblica illuminazione e degli impianti interni degli edifici comunali. Ma guarda a questi temi con un approccio diverso: un contratto di “global service”, che consenta una gestione programmata del patrimonio con interventi preventivi e verifiche periodiche

 

Si guarda all’idrogeno

Altro campo di forte impegno dell’azienda è la distribuzione gas, con un innovativo progetto che guarda al futuro. AMG Energia ha infatti attivato con l’Università di Palermo e il CNR-ITAE, l’Istituto di Tecnologie Avanzate per l’Energia, e ha cofinanziato una borsa di dottorato di ricerca. Attiva dall’anno accademico in corso, il dottorato è focalizzato sul tema delle tecnologie per la produzione, il trasporto e l’utilizzo dell’idrogeno in contesti urbani. L’obiettivo è il possibile utilizzo della rete di distribuzione di gas naturale per il trasporto dell’idrogeno, oltre allo sviluppo di nuove attività aziendali finalizzate all’efficienza energetica

 


Leggi anche

Trasformare uno strumento anticorruzione in uno strumento di garanzia di trasparenza e di promozione della sostenibilità. Questo è l’obiettivo che Gruppo CAP, gestore del servizio idrico della Città metropolitana di Milano, si è posto con la revisione del proprio vendor rating, che entro la fine del 2022 diverrà uno strumento di sustainable procurement negli ambiti della legalità, inclusione, contrasto al cambiamento climatico e innovazione….

Leggi tutto…

Molto positivi i risultati del bilancio di esercizio relativo al 2021, con il valore economico generato pari a 650,8 milioni di euro, con un incremento dell’8% rispetto all’anno precedente e investimenti per circa 223,8 milioni. La quota maggiore di risorse, circa 79,3 milioni, è andata all’acquedotto, seguito da depurazione, 63,7 milioni, e fognature, 62,4 milioni…

Leggi tutto…

Al posto dell’ex termovalorizzatore di Sesto San Giovanni nasce la BioPiattaforma di ZeroC, un impianto che unirà la termovalorizzazione dei fanghi di depurazione con la produzione di biometano. Infatti, dal trattamento della FORSU – il rifiuto organico urbano – si può ottenere gas 100% naturale e compatibile con l’immissione in rete per uso domestico….

Leggi tutto…

Realizzato da Snam4Environment, l’impianto è il primo di questo tipo in Sicilia e a pieno regime consentirà di recuperare circa 36.000 tonnellate/anno di FORSU, producendo 3,6 milioni di metri cubi di biometano e 10.000 tonnellate di digestato da usare come concime. Permetterà così di migliorare la gestione dei rifiuti nella provincia e di evitare l’immissione in atmosfera di 7.000 tonnellate di CO₂…

Leggi tutto…

Nel gennaio 2022, AMNU SpA, Azienda nota nel mondo dei Rifiuti in quanto premiata diverse volte negli ultimi 10 anni da Lega Ambiente come 1° Classificata in termini di % differenziata > 80% nella sua Categoria < = 100.000 ab, ha ufficializzato la sua fusione in STET SpA (Ente che gestisce l’Idrico) facendo nascere una unica società denominata AmAmbiente SpA. ...

Leggi tutto…