Bilancio ok per AMG Energia

Ha sfiorato il milione l’utile di AMG Energia, la società che si occupa della distribuzione gas, di servizi energetici e della pubblica illuminazione a Palermo. A dirlo il bilancio relativo al 2021, che la società ha chiuso con un utile pari, per la precisione, a oltre 827.000 euro.

Un risultato importante, che matura nel pieno del percorso evolutivo della società, diventata a gennaio Energy Service Company (ESCo). Si tratta della prima ESCo a totale capitale pubblico della Sicilia e una delle poche presenti in Italia. 

 

Nuovi obiettivi

«É il migliore risultato degli ultimi cinque anni, è una conferma del lavoro svolto ma soprattutto del valore della società, che è un’azienda sana, e dei suoi dipendenti – ha commentato il vicepresidente dell’azienda, Domenico Macchiarella –. Inoltre è un’ulteriore leva per guardare avanti». Il riferimento è al contratto di servizio con il Comune di Palermo per la gestione di pubblica illuminazione e i servizi energetici. Contratto che non è stato ancora rinnovato e al quale la società punta, forte delle sue competenze nell’ambito della sostenibilità e della transizione energetica.

 

Efficientare illuminazione ed edifici comunali

Nella specifico AMG Energia si è candidata per l’efficientamento energetico degli impianti di pubblica illuminazione e degli impianti interni degli edifici comunali. Ma guarda a questi temi con un approccio diverso: un contratto di “global service”, che consenta una gestione programmata del patrimonio con interventi preventivi e verifiche periodiche

 

Si guarda all’idrogeno

Altro campo di forte impegno dell’azienda è la distribuzione gas, con un innovativo progetto che guarda al futuro. AMG Energia ha infatti attivato con l’Università di Palermo e il CNR-ITAE, l’Istituto di Tecnologie Avanzate per l’Energia, e ha cofinanziato una borsa di dottorato di ricerca. Attiva dall’anno accademico in corso, il dottorato è focalizzato sul tema delle tecnologie per la produzione, il trasporto e l’utilizzo dell’idrogeno in contesti urbani. L’obiettivo è il possibile utilizzo della rete di distribuzione di gas naturale per il trasporto dell’idrogeno, oltre allo sviluppo di nuove attività aziendali finalizzate all’efficienza energetica

 


Leggi anche

Siglato il contratto con il Comune per l’avvio da parte della società della gestione della distribuzione gas nell’Atem “Napoli 1”, che oltre il capoluogo partenopeo comprende altri 6 comuni della provincia. Si chiude così il lungo procedimento di una gara avviata nel 2018 e passata al vaglio di Tar Campania e Consiglio di Stato, che 2i Rete Gas si è aggiudicata con un’offerta che prevede investimenti per circa 250 milioni di euro…

Leggi tutto…

Firmato dal ministro Roberto Cingolani il decreto 150 del 2022, che mette a disposizione dei gestori delle reti di trasmissione e di distribuzione elettrica mezzo miliardo di euro a fondo perduto per sviluppare progetti che ne incrementino la resilienza contro i cambiamenti climatici. Il 40% delle risorse è destinato a interventi da realizzare in otto regioni meridionali …

Leggi tutto…

Un sistema di itinerari che, seguendo i percorsi delle acque, tra sorgenti, fiumi e ruscelli, borghi, paesaggi, permettono di scoprire il patrimonio ambientale e culturale del territorio. È il nuovo progetto di Uniacque per valorizzare la risorsa idrica e farne il perno anche di un turismo slow e sostenibile. Già mappati i due primi percorsi: il Cammino dei Fontanili e il Cammino Borlezza…

Leggi tutto…