Bonus pubblicità al 50% anche nel 2021 e 2022

Con la Legge di Bilancio 2021 viene confermato il Bonus pubblicità anche per i prossimi due anni. Attraverso il credito di imposta si potrà recuperare il 50% di quanto investito in campagne pubblicitarie su quotidiani e riviste, anche online.


Cosa fare per beneficiarne

A gestire la procedura sarà sempre l’Agenzia delle Entrate. L’investitore, per poter usufruire di tale credito d’imposta, dovrà infatti:

  1. In base all’art. 5, DPCM n. 90/2018, presentare un’istanza telematica entro il mese di marzo 2021, la “Comunicazione di prenotazione per l’accesso al credito d’imposta” utilizzando l’apposito modello nell’area riservata del sito Internet dell’Agenzia delle Entrate.  Tale istanza dovrà contenere sia i dati degli investimenti effettuati, che quelli da effettuare nel corso dell’anno (a titolo “prenotativo”);
  2. Presentare la “Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuatidall’1.01 al 31.01.2022 con il totale delle spese effettivamente sostenute in pubblicità durante il corso dell’anno. La quantificazione del credito d’imposta spettante verrà determinata sulla base degli investimenti effettivamente realizzati, che dovranno essere trasmessi con la medesima modalità utilizzata per la prenotazione;
  3. Successivamente l’Agenzia delle Entrate pubblicherà l’elenco temporaneo dei beneficiari, e in seguito ai controlli sulle dichiarazioni sostitutive verrà stilato l’elenco definitivo.

Una volta riconosciuto il bonus, sarà possibile utilizzare il credito d’imposta tramite il modello F24 per la compensazione con tributi erariali e contributi.

 

Che cosa puoi fare con Servizi a rete

Non perdere l’occasione di far sentire la tua voce, mettere in luce il tuo know-how e le tue eccellenze. Affidati al nostro team di esperti e ad un network di comunicazione consolidato: oggi più che mai è vitale comunicare la tua attività.

Comunica attraverso i nostri mezzi, le prossime uscite disponibili sono:

  • marzo-aprile 2021
  • maggio-giugno 2021
  • luglio-agosto 2021
  • settembre-ottobre 2021
  • novembre-dicembre 2021

 
Per ulteriori informazioni scrivi a marketing@tecneditedizioni.it

“Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l’orologio per risparmiare il tempo”

Henry Ford

 
 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale
di Servizi a Rete per essere il primo a conoscere le attività

 


Leggi anche

Il sistema di telecontrollo consente di monitorare 24 ore su 24 un totale di 765 impianti fra acquedotti, fognature, depurazione per acquisire informazioni sul corretto funzionamento dei sistemi. Unità remote e data logger trasmettono dati allo Scada Center, dove l’esperienza e la conoscenza del territorio dei tecnici consentono di azzerare falsi allarmi e attivare le squadre reperibili dove e quando serve….

Leggi tutto…

calcestruzzo

La protezione delle strutture in calcestruzzo, nuove ed esistenti, è diventata negli ultimi anni una tematica di assoluta rilevanza. Le cause di degrado più frequenti, come è noto, sono chimiche, fisiche, batteriologiche o meccaniche. Come fare dunque per rendere una struttura in calcestruzzo durevole e/o estenderne la vita utile? È possibile farlo attraverso l’utilizzo della tecnologia cristallizzante e di sistemi di impermeabilizzazione innovativi, sia per gli impianti di nuova costruzione che per il risanamento e ripristino di quelli esistenti.

Guarda il replay del webinar svolto lo scorso 18 febbraio >

Leggi tutto…

L’intervento sul depuratore di Gavorrano, del valore di 2 milioni di euro, è finalizzato all’adeguamento funzionale dell’impianto, per migliorarne la sostenibilità e aumentarne il carico trattabile. La prima parte delle opere, già conclusa, ha interessato il rinnovo dei sistemi di pretrattamento dei reflui. Ora si sta lavorando sull’adeguamento del comparto biologico….

Leggi tutto…

Il piano industriale al 2045 destina 227 milioni al triennio 2021-2023. Priorità nel programma delle opere è stata data al potenziamento degli impianti di depurazione e delle reti fognarie per superare le infrazioni comunitarie. La società ha anche individuato 74 progetti da inserire nel PNRR, per un valore di 141 milioni di euro. Anche in questo caso il focus è sulla depurazione e sulla riduzione delle perdite idriche….

Leggi tutto…

L’intervento permetterà di eliminare gli scarichi liberi ancora presenti nel centro storico del comune aretino e collettare i reflui all’impianto di depurazione di Figline Valdarno, superando così la procedura d’infrazione comunitaria. Prevede la posa di 4,5 km di condotte, parte della quale sarà effettuata con la tecnica no-dig del microtunnelling, e la realizzazione di 7 sollevamenti fognari e 11 scolmatori per un investimento di 4,5 milioni …

Leggi tutto…