Sede BrianzAcque

BrianzAcque chiude il bilancio 2019 con numeri da primato

Approvato dall’assemblea dei soci il bilancio 2019 di BrianzAcque. Bilancio tutto in positivo, come confermato dagli indicatori che segnalano l’ottimo andamento economico-finanziario della società che gestisce il ciclo idrico nei comuni della provincia di Monza e Brianza.

L’esercizio dello scorso anno si è chiuso infatti con un utile di 4,7 milioni e con i ricavi saliti oltre i 100 milioni, in aumento del 7,7% rispetto al consuntivo 2018. Cresciuto dell’8,3% anche il valore della produzione, pari a 103 milioni, e il margine operativo lordo (Mol), che ha raggiunto i 29,3 milioni, il 3% in più dell’anno precedente.

 

Bilancio 2019: crescono in modo significativo gli investimenti, soprattutto nel settore fognario

Ancora più significativo il dato relativo agli investimenti, che hanno registrato un’impennata del 68%, toccando i 37,8 milioni di euro, con una spesa per abitante pari a 43 euro. Gli interventi più corposi hanno riguardato il settore fognario, che con il 56% risulta predominante sia dal punto di vista del valore economico sia per il numero di interventi effettuati. Seguono a distanza l’acquedotto con il 25% del realizzato totale, gli investimenti generali pari al 16% e chiude il settore depurazione con il 3%. Tra le principali opere realizzate:

  • il cogeneratore a servizio del depuratore San Rocco e del teleriscaldamento della città di Monza
  • il rifacimento del collettore di Seregno con la tecnica del relining
  • la vasca volano di Biassono-Macherio
  • l’estensione della fognatura tra Desio e Bovisio Masciago
  • infine, il servizio di monitoraggio permanente di portata delle reti fognarie.

 

Investimenti significativi si registrano anche nell’ambito del miglioramento della conoscenza delle infrastrutture attraverso una serie di studi, che hanno trovato continuità nel 2019, come lo sviluppo del Piano fognario integrato e del Piano idrico integrato. Le videoispezioni volte alla mappatura della rete fognaria hanno interessato 143 km di rete.

 

Le tariffe basse di BrianzAcque non impediscono gli ottimi risultati

Risultati ancora più significati considerando che sono stati conseguiti con tariffe tra le più basse del settore sia a livello regionale sia nazionale, dimostrando la capacità dell’azienda di riuscire a sostenere con queste entrate sia i costi di gestione sia i piani di investimenti. Sempre nel campo delle tariffe, BrianzAcque procede con la loro armonizzazione a livello provinciale, già realizzata per quanto riguarda i servizi fognatura e depurazione e in fase di avanzamento per l’acquedotto, dove gli scaglioni sono stati ridotto da 55 a 3.

In crescita anche l’organico dell’azienda, che con 25 nuove entrate, a fronte di 14 uscite, si attesta a 333 unità. Incremento che ha portato anche a un aumento del costo del personale di 358.000 euro, nel complesso pari a 19,3 milioni di euro.

Da segnalare anche la voce casette dell’acqua, sono 66 quelle installate sul territorio, che lo scorso anno hanno erogato quasi 10 milioni di litri di acqua, evitando l’utilizzo di 6,6 milioni di bottiglie di plastica da 1,5 litri.


Leggi anche

Acquedotto Pugliese tubazioni in gres

Il Consiglio di amministrazione del gestore idrico pugliese ha approvato una nuova serie di bandi che interessano la conduzione e manutenzione delle reti idriche e fognarie, per un valore di 240 milioni di euro. A questi si aggiungono i bandi per l’adeguamento dei depuratori delle province di Bari e Barletta Andria Trani, di Brindisi, di Taranto e di Foggia per un importo di 47,5 milioni, e la fornitura di un gruppo elettrogeno per il sistema di sollevamento idrico di Manfredonia…

Leggi tutto…

Posa prima pietra dei lavori di potenziamento da parte di Hera del sistema fognario della Darsena di Ravenna

L’opera del valore complessivo di 8 milioni di euro ha come obiettivo di garantire la sicurezza dell’area della Darsena e il miglioramento ambientale del Candiano, il canale navigabile che collega la città al mare. Suddiviso i tre stralci, prevede la realizzazione di un nuovo collettore, di diverse tratte di fognatura, di impianti di sollevamento e di due vasche di prima pioggia. Parte dei lavori saranno realizzati con la tecnologia senza scavo della trivellazione orizzontale controllata …

Leggi tutto…

Approvazione bilancio 2019 acquevenete

L’Assemblea dei soci ha approvato il bilancio dell’esercizio 2019, chiuso con un valore della produzione di circa 88 milioni di euro e un margine operativo lordo del 29,8%. Importante anche il volume degli investimenti, pari a 30 milioni, dedicati all’efficientamento delle infrastrutture e al miglioramento del servizio, mentre è di 65 milioni di euro il valore economico distribuito agli stakeholder…

Leggi tutto…

Segui i due appuntamenti della serie 25 giugno e 2 luglio: in entrambi una dimostrazione pratica dell’utilizzo e dell’efficacia dei sensori

 
In un contesto in cui i processi produttivi diventano sempre più complessi, è necessario che le tecniche di misura impiegate per il controllo e la sorveglianza dei processi, siano più semplici ed intuitive possibili….

Leggi tutto…

Logo Lario Reti Holding

La società ha chiuso il bilancio relativo allo scorso anno con ricavi pari a 52,4 milioni e utili per oltre 6 milioni. Gli investimenti realizzati sono stati pari a 24,1 milioni, circa pari alla metà rispetto ai tre anni precedenti, e hanno permesso di realizzare alcuni importanti interventi, come il revamping del depuratore di Lecco, lo sdoppiamento della rete fognaria di Oliveto Lario, e l’adeguamento dell’impianto di Ballabio…

Leggi tutto…