BrianzAcque: partono le opere contro gli allagamenti a Bernareggio

Potenziare il sistema fognario per porre fine al problema degli allagamenti. È con questo obiettivo che a breve prenderanno il via i lavori di BrianzAcque nel comune di Bernareggio. Un intervento articolato che il gestore idrico ha progettato per mettere al riparo la parte Nord del territorio comunale, dove sorge anche il palazzo Municipale, dove si concentra il fenomeno. Fenomeno che si verifica in caso di piogge intense a causa dell’infrastruttura fognaria esistente ormai vetusta e insufficiente a raccogliere e controllare l’acqua piovana.
 

Una nuova vasca volano

Interessate dai lavori saranno tre strade: via Nenni, via Papa Giovanni XXIII e via San Giacomo. Le prime due rappresentano importanti arterie viarie e nello spazio tra di loro è situata un’area di sosta dove verrà realizzata la prima delle opere che compongono i lavori: una vasca volano che sarà realizzata con elementi scatolari prefabbricati e avrà un volume di 2.700 metri cubi. L’invaso, interrato e del tutto invisibile, permetterà di incamerare e di trattenere le portate di pioggia in eccesso per poi rilasciarle gradualmente a precipitazione meteorica conclusa.
 

La sostituzione della rete fognaria

Oltre alla creazione di nuovi volumi di laminazione, il progetto comprende la demolizione di alcune porzioni di rete e la posa di nuove condotte di maggiore capacità. Le opere di sostituzione interesseranno un tratto di rete dell’estensione complessiva di circa 650 metri. La soluzione al problema individuata dal settore progettazione di BrianzAcque è dunque un mix di interventi che presentano il miglior rapporto costi-benefici, dotando la parte settentrionale di Bernareggio di una rete fognaria più moderna ed efficiente.
 

Un anno di lavori

I lavori prenderanno il via nel mese di gennaio e si protrarranno per quasi un anno con una spesa prevista di 2,1 milioni di euro. Si svolgeranno con la supervisione di un archeologo, come prescritto dalla Soprintendenza, e in una delle tre strade prima della posa delle nuove condotte sarà necessario spostare la rete di distribuzione dell’acqua potabile.

«Quello di Bernareggio è un investimento significativo, che contribuirà alla riduzione dei problema degli allagamenti, assicurando protezione idraulica e ambientale al territorio e alla comunità – ha commentato il presidente e amministratore delegato della utility brianzola, Enrico Boerci -. Di fronte agli effetti causati dal cambiamento climatico, il nostro obiettivo è quello di realizzare opere infrastrutturali capaci di rendere i comuni della Brianza sempre più resilienti».

 


Leggi anche

Il gestore idrico dell’ATO 4 cuneese ha concluso l’intervento di ripristino di una porzione di rete fognaria, dell’estensione di 1,7 chilometri, fortemente danneggiata dall’alluvione che aveva colpito il territorio di Limone nel 2020. I lavori sono stati eseguiti con la tecnica no-dig del relining, che ha permesso di concludere le opere in circa 50 giorni con una spesa di 730.000 euro…

Leggi tutto…

Una particolare attenzione all’impatto ambientale e sulla viabilità di una strada a grande scorrimento quale Corso Svizzera a Savona è stata rivolta dal Consorzio per la Depurazione delle Acque di Scarico del Savonese Spa, nella scelta di riabilitare con tecnologia No-Dig le due condotte interrate che trasferiscono le acque reflue provenienti dal levante della Provincia di Savona al depuratore consortile sito a Savona….

Leggi tutto…

Conclusa con successo la nuova emissione obbligazionaria che andrà a sostenere il piano di investimenti da 350 milioni di euro nei prossimi quattro anni di sei società consorziate. Le risorse, in particolare, andranno a interventi di miglioramento di reti fognarie e impianti di depurazione. Ad aderire all’operazione Banca Europea per gli Investimenti, Cassa Depositi e Prestiti e Kommunalkredit Austria…

Leggi tutto…

La costruzione e l’entrata in funzione dell’impianto hanno permesso ai comuni di Gavardo, Villanuova sul Clisi e Vallio Terme, in provincia di Brescia, di uscire dall’infrazione comunitaria. Insieme al depuratore, che ha consentito la dismissione di due impianti ormai obsoleti e sottodimensionati, il gestore ha realizzato anche nuovi collettori fognari per il trasporto dei reflui a trattamento dell’estensione dotale di 4 km. L’investimento per le opere è stato di 17,2 milioni …

Leggi tutto…

Sicuri, ad alte prestazioni e a basso impatto ambientale, sono i nuovi tubi in PVC-U presentati dall’azienda Martoni in occasione del Servizi a Rete TOUR. I tubi “Martoni Green Fox SN16” rispondono a tutti i requisiti previsti dal campo di applicazione delle fognature interrate pubbliche e private non in pressione di tipo civile, industriale e agricolo. Le positive esperienze di Enti Gestori confermano l’impegno verso un’economia circolare garantendo alte prestazioni delle condotte….

Leggi tutto…