BrianzAcque procede con il mega piano di sostituzione dei misuratori

Va avanti il piano di BrianzAcque per la sostituzione dell’intero parco contatori dell’acqua potabile. La campagna interessa tutti gli oltre 160.000 misuratori di vecchia generazione delle utenze attive nei 56 comuni della provincia di Monza e Brianza gestiti dalla monoutility dell’idrico, che vengono sostituiti con misuratori più nuovi e performanti.

Avviata agli inizi di settembre, Conta su di noi, questo il nome della campagna, procede per singoli step e si svilupperà per lotti in un arco temporale di otto anni, con un investimento economico di 3,5 milioni per il primo biennio. Due i lotti interessati dai primi lavori: uno a Ovest e uno a Est del bacino territoriale dov’è attiva BrianzAcque, per un totale complessivo di 18 comuni e 18.000 utenze. In zona Brianza Nord e Groane, l’operazione è attualmente in corso a Barlassina e a Cogliate. A partire da questi giorni, interesserà i comuni di Ceriano Laghetto e Sovico per poi proseguire l’anno prossimo ad Albiate, Briosco e Triuggio. Nel Vimercatese, invece, il cambio dei misuratori è in corso a Ronco Briantino, località scelta anche per un progetto pilota di smart metering, a Bernareggio ed è in fase di avvio a Carnate. Quindi, nel 2020 sarà la volta di Aicurzio, Burago Molgora, Busnago, Cavenago, Cornate d’Adda, Mezzago, Ornago e Sulbiate.

Il piano di interventi, predisposto dal settore Acquedotto dell’utility, ha privilegiato i comuni con uno scarto maggiore tra acqua sollevata e acqua distribuita.

«Siamo impegnati in una maxi operazione che coinvolge direttamente i cittadini ai quali chiediamo disponibilità e collaborazione – ha commentato il presidente e amministratore delegato di BrianzAcque, Enrico BoerciL’ammodernamento dell’intera dotazione di contatori, alcuni dei quali vecchi anche di 30-40 anni, non potrà che garantire misurazioni dei consumi d’acqua più precisi con vantaggi traducibili in termini di sicurezza e di affidabilità delle rilevazioni».


Leggi anche

Saranno conclusi entro la prossima estate i lavori di sostituzione delle condotte avviato dal gestore idrico del Basso Valdarno e della Valdelsa nel centro storico del comune in provincia di Siena. Si tratta di due diversi interventi finalizzati a eliminare le perdite di rete su una porzione di infrastrutture datata. Nel complesso saranno sostituiti più 2 chilometri di rete, con un investimento di oltre 550.000 euro…

Leggi tutto…

Nell’ultima riunione, il Consiglio locale ATERSIR della provincia di Forlì-Cesena ha approvato il programma di interventi da finanziare con la tariffa del servizio idrico per il quadriennio 2020-23. Il piano prevede investimenti per 64,8 milioni di euro, il 7% in più del precedente, dei quali 29 milioni destinati alla manutenzione e alla sostituzione delle condotte obsolescenti…

Leggi tutto…

Il Consiglio di amministrazione della società, che gestisce il ciclo idrico in 86 comuni della provincia di Frosinone, ha eletto Cocozza e Pierluigi Palmigiani, rispettivamente, nei ruoli di amministratore delegato e presidente, cariche ricoperte entrambe dal dimissionario Stefano Magini. Ai nuovi vertici il compito di portare avanti il grande piano di ammodernamento delle infrastrutture, indispensabile per superare le tante criticità delle reti dei comuni della Ciociaria …

Leggi tutto…

Il gestore idrico sardo ha completato la posa di 8,5 chilometri di condotte in ghisa sferoidale della nuova rete a servizio del comune della provincia di Oristano. L’intervento fa parte di un più vasto piano di ammodernamento dell’infrastruttura che coinvolge in totale 14,5 chilometri, per un investimento di 9 milioni di euro, resosi indispensabile a causa del pessimo stato delle vecchie condotte. Sui restanti 6 chilometri, si sta intervenendo con la tecnica del relining…

Leggi tutto…

Il gestore idrico del Basso Valdarno ha avviato un importante intervento di rinnovamento della rete di distribuzione a servizio della frazione Spianate del comune in provincia di Lucca. I lavori, supportati da un investimento di 850.000 euro, interessano circa 2,6 chilometri di condotte che saranno sostituite con nuove tubazioni in ghisa sferoidale di maggior diametro. L’obiettivo è porre fine alle perdite e aumentare la pressione di distribuzione…

Leggi tutto…