Astea: al via il progetto sperimentale su teleriscaldamento e rete idrica

La multiutility marchigiana si è aggiudicata un finanziamento europeo da un milione di euro nell’ambito del progetto Muse Grids dell’Unione Europea che promuove la sperimentazione di soluzioni innovative per l’interazione delle reti locali. Interessate dalla sperimentazione la centrale di cogenerazione, la rete di teleriscaldamento e quella idrica del comune di Osimo, in provincia di Ancona

Leggi tutto…

Ad Eindhoven si testa il teleriscaldamento smart

Ennatuurlijk ed EnergyVille hanno avviato un progetto pilota che prevede l’impiego di innovativi smart controller sulla rete di teleriscaldamento della città dei Paesi Bassi. Questi dispositivi sono basati su algoritmi di autoapprendimento per monitorare e ottimizzare la gestione della domanda di energia termica degli edifici, rendendo al tempo stesso la rete più efficiente

Leggi tutto…

Alperia avvia l’espansione della rete di Bolzano

Iniziati i lavori per la nuova fase di espansione della rete a servizio del capoluogo altoatesino. Le opere verranno realizzate in due distinti lotti, il primo dei quali già partito, il secondo sarà avviato a marzo, per concludersi nell’autunno del prossimo anno. Gli interventi fanno parte del grande progetto di ampliamento del servizio messo a punto della società che punta a portare l’utenza allacciata dagli attuali 80 MW a 300 MW nei prossimi 5 anni

Leggi tutto…

Cogenpower: 100 milioni da investire nel teleriscaldamento

La società, specializzata nei servizi energetici integrati, dopo un momento di difficoltà, è ora diventata CogenInfra, gruppo che vede la partecipazione di un fondo infrastrutturale lussemburghese e che controlla al 100% le due realtà Cogenpower Borgaro, proprietaria e gestore del sistema di teleriscaldamento di Borgaro, e CogenSave, che si occupa di efficienza energetica. L’operazione ha dato solidità finanziaria all’azienda che ora ha importanti risorse da investire nelle reti di distribuzione del calore e in progetti di efficienza energetica

Leggi tutto…

Il teleriscaldamento solare sul tetto del mondo

È entrato in funzione il sistema di teleriscaldamento solare a servizio della città di Langkazi, che sorge a oltre 4600 metri di altezza sull’altipiano del Tibet. A realizzare il sistema Arcon-Sunmark Large-Scale Solar Systems Integration, joint-venture tra la cinese Jiangsu Sunrain e la danese Arcon-Sunmark, che ha completato l’opera in 9 mesi

Leggi tutto…

San Benedetto del Po felice del teleriscaldamento vuole estendere la rete

Soddisfatta della tecnologia e dei risparmi ottenuti, che ha raccolto il gradimento anche dei cittadini, l’amministrazione comunale ha in progetto un’estensione del sistema di distribuzione del calore, per il quale però necessita di un sostegno da parte di Regione Lombardia. Realizzato a partire dalla fine del 2014, la rete esistente, alimentata da una centrale a biomasse, serve tutti gli edifici pubblici e 72 utenze private

Leggi tutto…

Teleriscaldamento a Bergamo: più allacci e meno inquinamento

Nella città lombarda nel corso del 2017 oltre 800 le nuove utenze allacciate alla rete con 250.000 metri cubi teleriscaldati in più rispetto all’anno precedente. Un incremento che ha portato notevoli benefici al miglioramento della qualità dell’aria, evitando l’emissione di 14.000 tonnellate di CO2, 0,5 tonnellate di polveri sottili, 14 tonnellate di ossido di azoto e 4 di anidride solforosa

Leggi tutto…

Investimenti per oltre 3,1 miliardi nel nuovo Piano al 2022 di Hera

Il Consiglio di amministrazione della multiutility ha approvato il nuovo Piano industriale che prevede un margine operativo lordo al 2022 pari a circa 1,2 miliardi e oltre 3,1 miliardi di investimenti. Questi ultimi saranno concentrati per tre quarti nelle attività regolate, con il 70% destinato alla filiera delle reti e il 6% alle attività di raccolta dei rifiuti urbani

Leggi tutto…

Concluso con successo il crowdfunding di Edison per il teleriscaldamento di Barge

Raggiunto il target dei 100.000 euro fissato dall’innovativa raccolta fondi lanciata dalla società lo scorso novembre e rivolta ai cittadini del comune del cuneese, per coinvolgerli nella costruzione dell’infrastruttura di distribuzione del calore. La rete sarà conclusa entro il 2021, si estenderà per 5 km e sarà alimentata da una centrale a biomassa forestale.

Leggi tutto…