Lo stato del servizio idrico nazionale nel settore della depurazione

Nel settore della depurazione, l’Italia presenta un forte ritardo rispetto alle altre nazioni europee, non a caso, infatti, più volte l’Unione Europea ha preso provvedimenti di infrazione nei nostri confronti. Per il superamento di questa problematica nei prossimi 6 anni saranno investiti 20 miliardi di euro.
Se ne discuterà a Ravenna il prossimo 21 maggio, nel Workshop Il servizio di depurazione in Italia tra regolazione e industria organizzato da LUEL e ACQUAINFO in occasione dell’evento Ravenna2015 – fare i conti con l’ambiente.

Leggi tutto…

APCE rivede il proprio statuto

All’approvazione del rendiconto delle attività e del bilancio dell’anno 2014 di APCE, sono stati apportati dei cambiamenti allo Statuto dell’Associazione volti all’acquisizione della “personalità giuridica”.
In questo modo APCE avrà modo di partecipare ai Bandi Europei per i fondi strutturali inerenti la formazione.

Leggi tutto…

ACEA chiude con 162 milioni di utile

Il risultato appare particolarmente positivo, tanto che è stata riconsiderata la riduzione a sette membri avvenuta all’interno del Consiglio di Amministrazione della società nel 2014. Acea, grazie anche ai sostanziosi cambiamenti apportati nella cultura aziendale, riesce a riportare finalmente il Cda ai nove membri originari.

Leggi tutto…

Bordighera: 150mila euro per la manutenzione idrica

La Giunta comunale della cittadina ligure Bordighera, ha deliberato l’approvazione del progetto definitivo ed esecutivo del servizio idrico integrato per l’anno 2015.
La necessità di avviare, nel minimo tempo possibile, l’appalto per gli interventi, era già stato evidenziato da una relazione prodotta del Responsabile del Servizio Idrico Integrato lo scorso 26 marzo.

Leggi tutto…

Anche IREN nel progetto TRUST

Grazie al contributo di trenta partner appartenenti a 11 diversi Paesi europei, nasce il Progetto TRUST Transition to Urban Water Services of Tomorrow, con lo scopo di potenziare la cultura della responsabilità sociale nelle Città avviando i cittadini ad una consapevolezza sulla gestione dei loro servizi idrici.

Leggi tutto…

Autorità: un migliorato rispetto delle regole

Saranno circa 200 le nuove ispezioni e controlli tecnici che l’Autorità per l’energia e il Nucleo Speciale Tutela Mercati della Guardia di Finanza svolgeranno nei settori gas, energia elettrica e idrico.
Quest’anno verrà dedicata particolare attenzione alla verifica delle spese di investimento dichiarate dalle imprese per il calcolo delle tariffe.

Leggi tutto…

Iren acquisisce Acque Potabili e Acquedotto di Savona

Iren il 16 aprile ha acquisito il ramo ligure dell’azienda Acque Potabili e la partecipazione del 100% nella controllata Acquedotto di Savona per la cifra di 32,9 milioni, al netto di un debito finanziario di 14,6 milioni.
La somma verrà versata alla data di trasferimento dell’asset, verosimilmente a luglio.

Leggi tutto…

I costi ambientali della tariffa idrica nei documenti di consultazione dell’AEEGSI

Il principio “chi inquina paga” cerca di tutelare la qualità del patrimonio idrico tramite un differente conteggio dei costi da sostenere per l’utilizzo delle risorse idriche. Nei prezzi saranno dunque compresi: costi ambientali e inquinamento prodotto.
Se ne discuterà a Ravenna il prossimo 21 maggio, nel Workshop Il servizio di depurazione in Italia tra regolazione e industria organizzato da LUEL e ACQUAINFO in occasione dell’evento Ravenna2015 – fare i conti con l’ambiente.  

Leggi tutto…

Il principio chi inquina paga: I costi ambientali nella tariffa idrica dell’AEEGSI

La revisione del trattato di Roma del 1987 ha confermato che il principio “chi inquina paga” è fondamentale nella politica comunitaria in materia ambientale. L’obiettivo è quello di raggiungere un “buono stato” ecologico e chimico di tutte le acque comunitarie.
Se ne discute a Ravenna il prossimo 21 maggio, nel Workshop Il servizio di depurazione in Italia tra regolazione e industria organizzato da LUEL e ACQUAINFO in occasione dell’evento Ravenna2015 – fare i conti con l’ambiente.

Leggi tutto…

Acea: inaugurata la seconda ”Casa dell’Acqua” a Ostia

Lo scorso 17 aprile, la multiutility romana Acea ha inaugurato la sua seconda “Casa dell’Acqua” ad Ostia, nasone moderno hi tech che eroga acqua potabile fresca e permette di ricaricare il proprio smartphone/tablet grazie alle apposite porte USB. Le prossime installazioni sono previste a Pisoniano e Roma.

Leggi tutto…