Un nuovo percorso per il Rio Piazza

Entro la fine dell’anno i collegamenti tra Nord e Sud saranno più veloci, grazie al completamento della Variante di Valico, il nuovo collegamento autostradale tra Firenze e Bologna. Tra gli interventi di riqualificazione del territorio interessati dai lavori vi è il nuovo incanalamento del Rio Piazza, un’opera idraulica realizzata nel sottosuolo di San Benedetto Val di Sambro, nell’Appennino bolognese, sfidando pendenze estreme e un contesto orografico molto complesso.

Leggi tutto…

Una corsa contro il tempo con Metropolitana Milanese

L’impresa Tagliabue si è aggiudicata un nuovo appalto per le opere di assistenza alla manutenzione ordinaria e al pronto intervento sulle reti dell’acquedotto di Milano e dei comuni di Corsico, Buccinasco, Peschiera Borromeo, San Donato e Pero, e alla manutenzione ordinaria ed in emergenza sulle reti fognarie.Per l’impresa la gestione delle emergenze è ormai un’attività di routine

Leggi tutto…

Due ATO per un territorio

L’organizzazione del servizio idrico integrato nel territorio metropolitano di Milano è in carico a due differenti Uffici di Ambito territoriale ottimale. Con Andrea Zelioli, Direttore Azienda Speciale Ufficio d’Ambito – ATO Città di Milano, abbiamo analizzato le ragioni tecniche e amministrative alla base di questa scelta. Destinata ad essere ripensata con l’istituzione della Città Metropolitana.

Leggi tutto…

Arriva il Piano Infrastrutturale Acquedotti

Il progetto lanciato dal Gruppo CAP, a cui ha aderito recentemente anche Metropolitana Milanese, propone attraverso un protocollo d’intesa la condivisione di tutti i dati ambientali relativi al sottosuolo nel territorio gestito dalle due aziende. Conoscere con precisione la qualità e la composizione del terreno è una necessità per avere un modello numerico previsionale con cui pianificare e realizzare nuovi interventi

Leggi tutto…

Umbra Acque e la formula dell’efficienza

Diminuire le pressioni in eccesso è uno dei modi più semplici ed economici per ridurre le perdite idriche.
Uno studio effettuato presso il distretto idrico di Cannara (Perugia) ha permesso di individuare la relazione diretta tra i due aspetti, consentendo a Umbra Acque di abbattere le dispersioni mediante un’accorta gestione delle pressioni di rete.

Leggi tutto…

Una rete più efficiente per la Puglia

Acquedotto Pugliese sta portando avanti un ambizioso piano di risanamento strutturale delle reti di distribuzione idrica. Articolato in due commesse, il pro-gramma prevede, oltre alla sostituzione delle vecchie condotte e alla realizza-zione di nuove tratte, una serie di interventi tecnologici per rendere più efficiente la gestione delle infrastrutture e delle pressioni in rete.

Leggi tutto…

I costi della morosità

La Turin School of Local Regulation sta mettendo a punto un innovativo approccio per calcolare il costo d’impresa della morosità. Un salasso per i distributori, considerando che nel 2012, secondo uno studio dell’Unione Nazionale Imprese a Tutela del Credito, l’importo delle bollette insolute per i servizi a rete hanno raggiunto i 15 mld di Euro

Leggi tutto…

Acea Ato2 monitora le infrastrutture idriche con il satellite

La società che gestisce il servizio idrico integrato per la città e la Provincia di Roma sta utilizzando un innovativo sistema per la sorveglianza e il controllo di reti e impianti, basato sul confronto automatizzato di immagini satellitari riprese in diversi momenti temporali. Ai gestori del servizio idrico integrato spetta la sorveglianza delle aree di salvaguardia delle opere di presa idropotabile e delle fasce di rispetto degli impianti idrici e fognari principali.

Leggi tutto…

Cresce la rete di Aqua Publica Europea

Anche Abbanoa, Acquedotto Pugliese e Viveracqua nell’Associazione di operatori pubblici del servizio idrico. Rinnovato il CdA, per l’Italia entrano Ramazzotti (CAP), Cerea (Amiacque), Cetti (MM) e Mariotti (Viveracqua)

Leggi tutto…

La manutenzione di serbatoi

La normativa vigente prevede che, al fine di prevenire l’inquinamento del suolo e delle acque superficiali e sotterranee causato dal rilascio di sostanze o preparati contenuti in serbatoi, durante le fasi di dismissione siano rispettati precisi parametri per svolgere interventi di bonifica in sicurezza.

Leggi tutto…