Acquedotto Pugliese potenzia la produzione di biogas dai fanghi grazie al telecontrollo

Il gestore idrico pugliese ha testato presso il depuratore di Monopoli un innovativo sistema di monitoraggio del processo di digestione anaerobica dei fanghi di depurazione. Grazie all’analisi in tempo reale di tutti i parametri del processo e quindi alla possibilità di intervenire in modo immediato per ottimizzarne lo sviluppo, il sistema ha garantito un netto incremento della produzione di biogas e una riduzione dei fanghi da smaltire

Leggi tutto…

Il radar batte gli ultrasuoni

VEGA ha ampliato il portafoglio di sensori radar con una nuova serie di strumenti. I sensori basati sulla tecnologia a 80 GHz sono idonei all’impiego in applicazioni in cui il prezzo è un fattore determinante per la scelta della strumentazione, come ad es. nel settore del trattamento delle acque e delle acque reflue. Grazie alla focalizzazione precisa del segnale, forniscono valori di misura affidabili indipendentemente dagli influssi esterni, come temperatura o imbrattamento.

Leggi tutto…

PlatOne: un progetto per ottimizzare la gestione delle reti elettriche

12 le società provenienti da Italia, Germania, Belgio e Grecia, coinvolte nel progetto che ha come obiettivo lo sviluppo di tecnologie innovative per rendere l’infrastruttura elettrica più flessibile. Capofila del pilota italiano è Acea che, con Rse, Enea, Siemens, Apio ed Engineering, metterà a punto un’architettura tecnologica, basata sulla blockchain, che consentirà anche agli utenti di contribuire alla gestione ottimizzata della rete

Leggi tutto…

e-distribuzione digitalizza la rete elettrica con il laser scanner 3D

La società sta sperimentando diverse tecnologie di laser scan 3D per acquisire i dati sulla sua rete e mettere a punto il “gemello” digitale dell’infrastruttura che consenta di testarla nelle condizioni più diverse. Al momento sono già state scansionate oltre 1000 cabine secondarie e più di 70 cabine primarie

Leggi tutto…

Investimenti per 2,9 miliardi nel nuovo Piano industriale di Gruppo Hera

Approvato dal Consiglio di amministrazione, il documento al 2023 destina la maggior parte delle risorse, circa 1,9 miliardi, all’estensione, ammodernamento ed evoluzione tecnologica delle reti, con una quota significativa stanziata per il rinnovo dei misuratori. A fine quinquennio previsto un margine operativo lordo di 1,25 miliardi, in aumento di 219 milioni rispetto al 2018

Leggi tutto…

Dal Mise 24 milioni per lo sviluppo delle smart grid

Pubblicato il nuovo bando del ministero dello Sviluppo economico a supporto degli interventi di costruzione, adeguamento, potenziamento ed efficientamento di reti intelligenti per la distribuzione di energia elettrica generata da fonti rinnovabili. Il bando è dedicato agli operatori della distribuzione elettrica di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia e ha come obiettivo di favorire l’integrazione dell’energia green nel sistema elettrico nazionale

Leggi tutto…

Terna inaugura l’Innovation Hub di Milano

È stato inaugurato il Terzo laboratorio dedicato allo sviluppo di innovazioni per la gestione sempre più intelligente della rete elettrica nazionale. Il nuovo centro, che sorge a Pero, si occuperà nello specifico di Analytics & Energy Systems, puntando a creare soluzioni smart per la gestione delle infrastrutture elettriche attraverso l’elaborazione e l’interpretazione di dati e lo sviluppo di algoritmi e strumenti avanzati di simulazione e previsione

Leggi tutto…

Dalla Bei finanziamento da 100 milioni per Acsm Agam

La multiutility del Nord della Lombardia ha perfezionato con la Banca europea per gli investimenti un prestito, a 16 anni, a sostegno del suo Piano di investimenti 2019-2023. Le risorse serviranno a sostenere progetti nei diversi campi di attività del gruppo, dall’ambiente alle reti idriche, da quelle elettriche al teleriscaldamento, dall’illuminazione pubblica all’efficienza energetica dalle smart city alla sicurezza informatica, interessando circa 900.000 abitanti

Leggi tutto…

Firmata la convenzione per la distribuzione gas nell’Atem Torino 2

Con la firma del contratto di servizio giunge a conclusione definitiva l’iter per la prima gara per la concessione del servizio fatta con il metodo degli Atem. Servizio che interessa 49 comuni della prima e seconda cintura del capoluogo piemontese per 12 anni, che Italgas si era aggiudicato lo scorso aprile con un’offerta di 200 milioni e un programma di investimenti che prevede, tra l’altro, il rinnovo di 180 km di rete e la posa di altri 150 km di nuove condotte

Leggi tutto…