Caltacqua sceglie il no-dig per ammodernare la rete di Mazzarino


Sarà concluso per la fine dell’anno l’iter per aggiudicare le opere per la costruzione di un nuovo tratto di 2,2 chilometri di condotte idriche nel comune di Mazzarino, in provincia di Caltanissetta. Il progetto messo a punto da Caltacqua Acque di Caltanissetta, il gestore idrico dell’intera provincia, garantirà l’approvvigionamento diretto del quartiere di Santa Caterina, attualmente assicurato dal servizio di autobotti. Progetto che prevede anche la sostituzione di un ulteriore tratto di condotta della lunghezza di circa 540 metri.
L’esecuzione delle opere durerà circa 120 giorni e richiederà una spesa di circa 130.000 euro: tempi e costi contenuti grazie all’adozione delle tecniche di posa trenchless. In particolare, la sostituzione del tratto di rete esistente con la nuova condotta sarà effettuata con la tecnica del tubo dentro tubo, mentre altre tecniche non invasive no-dig saranno adottate per la posa della parte restante, in modo da garantire la normale fruizione della rete viaria di zona del borgo, riducendo al minimo i disagi per la popolazione e le attività commerciali. L’impiego delle tecniche no-dig avrà benefici positivi sulla qualità della vita dei residenti delle aree più prossime a quelle di intervento anche in termini di minori emissioni di rumori nel massimo rispetto degli equilibri ambientali.


Leggi anche

L’intervento riguarda la dorsale principale che assicura l’approvvigionamento della zona industriale di Vado Ligure. Per il recupero funzionale della condotta, che ha una lunghezza di 1 chilometro e un diametro di 300 mm, verrà utilizzata la tecnica Primus line, che prevede l’inserimento di un tubolare all’interno delle tubazioni esistenti. La conclusione dei lavori è prevista per la metà di maggio…

Leggi tutto…

Già avviati i lavori per la realizzazione di una condotta della lunghezza di 12 chilometri che porterà l’acqua in uscita dal depuratore nell’agro di Lentini, a beneficio delle aziende agricole della zona, invece di finire in mare. Le opere, che prevedono anche la costruzione di una vasca di raccolta, saranno completate per la fine dell’anno. Intanto è stato stilato un piano per l’estensione della rete fognaria in città, che in diversi aree ne è ancora priva…

Leggi tutto…

La multiutility ha avviato i lavori per la sostituzione dell’adduttrice che garantisce l’approvvigionamento idrico della città. Saranno posati 15 km di tubazioni in ghisa sferoidale al posto delle vecchie condotte in cemento amianto. I lavori sono suddivisi in tre stralci, prevedono l’attraversamento di un tratto di autostrada e di linee ferroviarie, e termineranno per la fine del 2019. Il costo dell’opera è di 13,5 milioni di euro

Leggi tutto…

Realizzato il collettore fognario per la raccolta dei reflui della zona delle Mura Megalitiche. Diverse le criticità che i tecnici hanno dovuto affrontare per posare oltre 2 chilometri di condotta, quali la profondità dello scavo e l’attraversamento di una strada statale e di diverse zone di alto pregio paesaggistico e archeologico. L’investimento per i lavori è stato di 1,5 milioni di euro…

Leggi tutto…

Con un investimento di 8 milioni di euro, la società realizzerà l’infrastruttura a banda ultralarga nel capoluogo abruzzese. I lavori prenderanno il via a gennaio, per concludersi per la metà del 2019, mentre entro l’anno successivo sarà realizzata la rete a servizio dei comuni limitrofi. Per la città il piano prevede la posa di 13.000 chilometri di fibra ottica che raggiungerà 23.000 unità immobiliari …

Leggi tutto…