Casamicciola Terme approva il progetto di metanizzazione


Casamicciola Terme, comune sull’isola di Ischia, avrà la sua rete di distribuzione del metano. La giunta comunale ha infatti approvato il progetto di metanizzazione di Cpl Concordia, che prevede la costruzione della rete di trasporto e di distribuzione del gas.
Un’opera che viene da lontano. Era 2004 quando la cooperativa emiliana propose il project financing ai comuni dell’Isola, per poi aggiudicarsi la concessione nel 2010. Cinque anni dopo, nel 2015, la società consegnò il progetto definitivo adeguato alla delibera del Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica), che autorizzava la concessione ai Comuni di contributi pubblici pari al 42,66% del costo delle opere.
Di fatto, al ministero dell’Economia e delle finanze è stata disposta l’assegnazione dell’importo di 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2014-2020, dunque complessivi 140 milioni per un settennato, finalizzate al progetto di implementazione del metano. Nel 2016 toccò al ministero dello Sviluppo economico approvare il progetto, determinando la spesa ammissibile e il contributo concedibile. Nel luglio di un anno fa arrivò il decreto del ministero delle Finanze, che ha stabilito l’ammissione del Comune di Casamicciola Terme al programma generale di metanizzazione presentato da Cpl Concordia per la realizzazione della rete urbana di distribuzione del gas metano per un importo complessivo di 6.890.000 euro.
Negli ultimi mesi dello scorso anno la società cooperativa, oltre a trasmettere al Comune il progetto esecutivo redatto sulla base del decreto, ha anche comunicato la costituzione della società di progetto Ischia Reti Gas che sarebbe subentrata nella realizzazione del sistema di trasporto e di distribuzione del gas, specificando che il 98% di tale società sarebbe stata trasferita a Italgas Reti.


Leggi anche

Il consorzio composto con la spagnola Enagás e la belga Fluxy e capitanato dalla società italiana ha completato l’acquisizione del 66% di Desfa, l’operatore greco delle infrastrutture del gas naturale, proprietario di 1.500 km di rete in alta pressione e di un terminale di rigassificazione. Il costo dell’operazione è di 535 milioni di euro…

Leggi tutto…

Prosegue l’espansione per linee esterne della società, principale operatore della distribuzione gas, che ha sottoscritto un accordo vincolante per l’acquisto dal consorzio Conscoop di partecipazioni e rami di azienda. L’operazione, del valore di 68,6 milioni di euro, comprende 19 concessioni per la distribuzione gas in altrettanti comuni di Lazio, Campania, Basilicata, Calabria e Sardegna…

Leggi tutto…

Approvato dal consiglio di amministrazione il Piano industriale al 2023 della multiutility del Nord della Lombardia. Gli investimenti, pari a 568 milioni, saranno concentrati nella business unit Reti, per puntare soprattutto alle prossime gare sulla distribuzione del gas. Il documento prevede ricavi intorno al mezzo miliardo alla fine del periodo …

Leggi tutto…

Annunciata a giugno, l’operazione riguarda l’acquisizione da Cpl Concordia del 60% European Gas Network, alla quale fanno capo indirettamente 37 concessioni in Sicilia, Calabria e Campania, e del 100% di Fontenergia, concessionaria della distribuzione nel Bacino 22 della regione Sardegna, e di Naturgas, attiva a San Giuseppe Vesuviano (Napoli)…

Leggi tutto…

La società del gruppo Gas Plus, quarto produttore nazionale di gas, si è aggiudicata la gara bandita dal Comune per la vendita di Rete Gas Fidenza, la municipalizzata che si occupa della distribuzione gas nella cittadina e proprietaria della rete. Gp Infrastrutture ha vinto il bando con un’offerta di 14 milioni di euro, accompagnata da un programma di espansione dell’infrastruttura …

Leggi tutto…