Casamicciola Terme approva il progetto di metanizzazione


Casamicciola Terme, comune sull’isola di Ischia, avrà la sua rete di distribuzione del metano. La giunta comunale ha infatti approvato il progetto di metanizzazione di Cpl Concordia, che prevede la costruzione della rete di trasporto e di distribuzione del gas.
Un’opera che viene da lontano. Era 2004 quando la cooperativa emiliana propose il project financing ai comuni dell’Isola, per poi aggiudicarsi la concessione nel 2010. Cinque anni dopo, nel 2015, la società consegnò il progetto definitivo adeguato alla delibera del Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica), che autorizzava la concessione ai Comuni di contributi pubblici pari al 42,66% del costo delle opere.
Di fatto, al ministero dell’Economia e delle finanze è stata disposta l’assegnazione dell’importo di 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2014-2020, dunque complessivi 140 milioni per un settennato, finalizzate al progetto di implementazione del metano. Nel 2016 toccò al ministero dello Sviluppo economico approvare il progetto, determinando la spesa ammissibile e il contributo concedibile. Nel luglio di un anno fa arrivò il decreto del ministero delle Finanze, che ha stabilito l’ammissione del Comune di Casamicciola Terme al programma generale di metanizzazione presentato da Cpl Concordia per la realizzazione della rete urbana di distribuzione del gas metano per un importo complessivo di 6.890.000 euro.
Negli ultimi mesi dello scorso anno la società cooperativa, oltre a trasmettere al Comune il progetto esecutivo redatto sulla base del decreto, ha anche comunicato la costituzione della società di progetto Ischia Reti Gas che sarebbe subentrata nella realizzazione del sistema di trasporto e di distribuzione del gas, specificando che il 98% di tale società sarebbe stata trasferita a Italgas Reti.


Leggi anche

Con il via libero del comune di Pescara si conclude l’iter per l’acquisizione da Alma Cis e Mediterranea Energia del 51% del capitale azionario della società che gestisce la distribuzione del gas nel capoluogo Abruzzese. Operazione che sancisce l’ingresso della multiutility capitolina nel comparto della distribuzione del metano…

Leggi tutto…

Poiché i ritardi nell’affidamento della concessione del servizio di distribuzione gas, ora gestito in regime di proroga da Sidigas, bloccano gli investimenti in tutta la provincia di Avellino, il Comune e i suoi abitanti hanno deciso di procedere per conto loro. Il primo ha approvato il progetto di estensione della rete ad alcune località ancora prive del servizio, che sarà realizzato da una ditta incaricata e pagata dai residenti …

Leggi tutto…

I lavori prenderanno il via nei prossimi mesi, appena concluso tutto l’iter di autorizzazione, e si concluderanno entro la fine dell’anno. Prevedono la posa di oltre 14 chilometri di condotte che consentiranno di portare il servizio di distribuzione del metano a diverse aree dell’agro del comune in provincia di Taranto. L’intervento sarà realizzato con un investimento di 1,7 milioni di euro…

Leggi tutto…

La società ha pubblicato il report di sostenibilità relativo al 2018, che testimonia i grandi progressi compiuti sul fronte ambientale, dell’efficienza della rete e della sicurezza sul lavoro. Calate di 154.800 le tonnellate CO2 emesse in atmosfera, e del 7,9% quelle di gas naturale rispetto al 2016. Dato quest’ultimo che ha permesso di fissare un nuovo target di riduzione del 25% delle emissioni di metano al 2025…

Leggi tutto…

A marzo il primo metro cubi di gas rinnovabile prodotto nell’impianto di trattamento dei rifiuti organici, realizzato a Foligno da Asja Ambiente Italia, è stato immesso nella rete di distribuzione gas di Valle Umbra Servizi. Costruito lo scorso anno, il sistema può trattare 53.500 tonnellate annue di rifiuti, producendo a regime a 4 milioni di metri cubi l’anno di combustibile green e 15.000 tonnellate di compost…

Leggi tutto…