C’è anche Italgas tra i pretendenti di Ascopiave

C’è anche Italgas nella partita per Ascopiave. Il principale operatore italiano della distribuzione gas si aggiunge ai soggetti interessati al riassetto dell’utility veneta, controllata da un patto di comuni per lo più della marca trevigiana. Ascopiave ha infatti avviato un piano per la riorganizzazione dei suoi principali business: la vendita di energia (gas ed elettricità) e la distribuzione gas. Il progetto della società è di cedere la maggioranza dei clienti finali della prima attività per investire i proventi nella seconda, dove già conta oltre 500.000 utenze e dove intende rafforzare ulteriormente la sua posizione, anche attraverso partnership. Un progetto che non poteva lasciare indifferente Italgas. «Stiamo guardando il dossier. Faremo un’offerta non vincolante per il pacchetto di distribuzione gas: offriremo un progetto industriale, stiamo studiando delle strutture affinché entrambe le società possano creare valore da una partnership – ha dichiarato Paolo Gallo, amministratore di Italgas, rispondendo alle domande dei giornalisti a margine dell’ultima assemblea dei soci che lo ha riconfermato alla guida della società -. Non possiamo non guardare a un operatore di queste dimensioni, abbiamo ricevuto l’information memorandum e offriremo un progetto industriale».

Per Italgas si tratta di un’operazione in linea con la strategia messa nero su bianco nel piano industriale che, in attesa delle gare sulla distribuzione del metano a livello locale, prevede che la società continui a crescere anche attraverso nuove acquisizioni. Piano industriale che, inoltre, sarà aggiornato e presentato agli investitori e soci il prossimo 12 giugno e che conterrà un importante incremento degli investimenti, attualmente fissati a 4 miliardi di euro per la crescita organica, la trasformazione digitale e, appunto, le acquisizioni fuori dalle gare d’ambito.

Tornando al dossier Ascopiave, all’operazione sono interessate anche Aim Vicenza, Agsm Verona e A2A, che hanno appena sottoscritto una lettera d’intenti non vincolante per l’avvio dello studio di un percorso congiunto per valutare la possibile acquisizione degli asset del gruppo Ascopiave nella vendita di energia e la costituzione di un’alleanza nel settore della distribuzione gas.


Leggi anche

Il presidente dell’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente, Stefano Besseghini, intervenendo alla presentazione della Relazione annuale 2019 in Parlamento, ha sottolineato il ruolo ineludibile del gas come vettore di transizione verso le fonti rinnovabili. E come gli investimenti in infrastrutture per trasporto e distribuzione siano strategici nel medio termine…

Leggi tutto…

L’intervento prenderà il via a breve. Prevede la posa in totale di 4300 metri di nuove condotte e ha come obiettivo di completare la metanizzazione del comune della provincia di Bari, garantendo il servizio a quelle porzioni della cittadina che ancora ne sono prive. Inoltre, saranno posati anche 1200 metri di tubazioni in media pressione per sostituire quelle esistenti in uscita dalla cabina Remi…

Leggi tutto…

I due gruppi hanno sottoscritto un term sheet per il riassetto delle attività di distribuzione gas e lo sviluppo di una società di commercializzazione dell’energia nei territori di Veneto, Friuli e Lombardia. Grazie a questa operazione, Ascopiave cresce nella distribuzione gas, diventando il primo operatore del Nord-Est, mentre Hera supera il target dei 3 milioni di clienti energy…

Leggi tutto…

Il gestore della rete gas nazionale ha ottenuto un finanziamento di 25 milioni di euro dalla Banca europea per gli investimenti per alcuni progetti nel campo della mobilità sostenibile a gas e biometano. Le risorse serviranno a realizzare 101 stazioni di rifornimento di gas naturale compresso e 9 di gas liquefatto e compresso in tutta Italia…

Leggi tutto…

L’AD Paolo Gallo ha presentato il nuovo Piano 2019-2025. Quattro i pilastri fondanti: sviluppo e ammodernamento della rete; digitalizzazione; sviluppo della rete di distribuzione gas in Sardegna; estensione della rete e del numero di utenze con l’acquisizione di altre realtà, in attesa che partano le gare per le concessioni …

Leggi tutto…