C’è anche Italgas tra i pretendenti di Ascopiave

C’è anche Italgas nella partita per Ascopiave. Il principale operatore italiano della distribuzione gas si aggiunge ai soggetti interessati al riassetto dell’utility veneta, controllata da un patto di comuni per lo più della marca trevigiana. Ascopiave ha infatti avviato un piano per la riorganizzazione dei suoi principali business: la vendita di energia (gas ed elettricità) e la distribuzione gas. Il progetto della società è di cedere la maggioranza dei clienti finali della prima attività per investire i proventi nella seconda, dove già conta oltre 500.000 utenze e dove intende rafforzare ulteriormente la sua posizione, anche attraverso partnership. Un progetto che non poteva lasciare indifferente Italgas. «Stiamo guardando il dossier. Faremo un’offerta non vincolante per il pacchetto di distribuzione gas: offriremo un progetto industriale, stiamo studiando delle strutture affinché entrambe le società possano creare valore da una partnership – ha dichiarato Paolo Gallo, amministratore di Italgas, rispondendo alle domande dei giornalisti a margine dell’ultima assemblea dei soci che lo ha riconfermato alla guida della società -. Non possiamo non guardare a un operatore di queste dimensioni, abbiamo ricevuto l’information memorandum e offriremo un progetto industriale».

Per Italgas si tratta di un’operazione in linea con la strategia messa nero su bianco nel piano industriale che, in attesa delle gare sulla distribuzione del metano a livello locale, prevede che la società continui a crescere anche attraverso nuove acquisizioni. Piano industriale che, inoltre, sarà aggiornato e presentato agli investitori e soci il prossimo 12 giugno e che conterrà un importante incremento degli investimenti, attualmente fissati a 4 miliardi di euro per la crescita organica, la trasformazione digitale e, appunto, le acquisizioni fuori dalle gare d’ambito.

Tornando al dossier Ascopiave, all’operazione sono interessate anche Aim Vicenza, Agsm Verona e A2A, che hanno appena sottoscritto una lettera d’intenti non vincolante per l’avvio dello studio di un percorso congiunto per valutare la possibile acquisizione degli asset del gruppo Ascopiave nella vendita di energia e la costituzione di un’alleanza nel settore della distribuzione gas.


Leggi anche

La società italiana è stata scelta da Eda Thess, gestore della distribuzione gas nella prefettura di Salonicco e nella regione della Tessaglia, come consulente per aiutarla a migliorare il livello dei servizi forniti e la sicurezza delle infrastrutture. L’accordo spazia su diversi ambiti, dai sistemi informativi allo smart metering, dalla costruzione, esercizio e manutenzione delle reti alla loro digitalizzazione….

Leggi tutto…

Il nuovo impianto, gestito da Maserati Energia, azienda attiva nel compostaggio dei rifiuti organici, sorge nel comune della provincia di Piacenza. Immetterà in rete ogni anno 5 milioni di metri cubi di metano green ottenuto dalla frazione organica dei rifiuti solidi urbani. Una quantità di gas pulito e rinnovabile destinato all’autotrazione, equivalente a 180.000 rifornimenti per auto …

Leggi tutto…

Annunciata a fine dello scorso anno, l’operazione per un valore di 60,8 milioni di euro, riguarda l’acquisizione dal gruppo Conscoop del ramo d’azienda di Aquamet, di Isgas Energit Multiutilities e dell’intero capitale sociale di Isgastrentatrè. Società che portano in dote 19 concessioni per la distribuzione gas in Lazio, Campania, Basilicata, Calabria e Sardegna e oltre 50.000 punti di riconsegna…

Leggi tutto…

L’accordo, siglato con la maggiore utility energetica del mondo, a margine della visita del presidente del Consiglio Giuseppe Conte al primo ministro cinese Li Keqiang, riguarda lo sviluppo di possibili iniziative congiunte nella distribuzione gas e lo scambio di competenze e conoscenze. Prevista anche la promozione in Cina delle aziende italiane più innovative nel settore …

Leggi tutto…

Al centro dell’accordo la realizzazione di progetti pilota che prevedono l’impiego della tecnologia Power to Gas (P2G), un processo innovativo messo a punto da ENEA, che consente di produrre gas alternativi, come il metano sintetico e idrogeno, con l’energia elettrica generata in surplus da fonti rinnovabili. Gas che possono essere stoccati e distribuiti nelle reti gas esistenti…

Leggi tutto…