Centria ai vertici per la sicurezza delle reti gas

Settima come dimensione nella distribuzione gas, ma soprattutto ai primi posti tra le realtà del settore per quanto riguarda la sicurezza della sue infrastrutture. È quanto dicono i dati della “Relazione annuale sullo stato dei servizi” relativa all’anno 2020 dell’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) in merito all’attività di Centria. Dati che mettono in risalto l’attenzione rivolta dalla società del gruppo Estra dedicata alla distribuzione del gas naturale al tema della sicurezza di reti e impianti gestiti.

La società svolge infatti un’attività di ispezione sistematica delle proprie reti in modo continuativo e di ben 3,5 volte superiore rispetto agli obblighi definiti dalla stessa Autorità. 
 

I numeri delle ispezioni

L’infrastruttura di distribuzione del metano gestita da Centria, a fine 2020, ammontava a oltre 6.036 km, servendo 110 comuni nelle province di Arezzo, Ascoli Piceno, Firenze, Grosseto, Isernia, Lucca, Perugia, Pistoia, Prato, Rieti, Siena e Teramo. La rete è stata ispezionata per il 99%, ovvero 5990 km. E a seguito delle ispezioni sono state rilevate 2 dispersioni ogni 100 km di rete.

Numeri che collocano la società ai primi posti in Italia per le attività relative alla sicurezza degli impianti, aspetto che contribuisce a garantire la sicurezza dei cittadini nei territori serviti.
 

Poche anche le dispersioni segnalate dai cittadini

Ma numeri altrettanto eccellenti si registrano anche per quanto riguardo il numero delle dispersioni segnalate dai cittadini. Un numero molto basso, pari a 835 segnalazioni su 419.355 utenti serviti, che mostra la buona qualità delle reti e un’oculata gestione nella distribuzione. Soprattutto, poche dispersioni comportano una netta riduzione di eventi che potrebbero mettere a rischio la sicurezza e l’incolumità dei cittadini e dei beni.
 

Investimenti che portano risultati

Livelli di qualità frutto anche degli importanti investimenti che l’azienda dedica a:

  • infrastrutture,
  • formazione del personale
  • allacciamenti
  • sostituzione dei vecchi contatori con nuovi smart meter
  • introduzione di nuove tecnologie.

Attività nelle quali Centria, lo scorso anno, ha investito oltre 18 milioni di euro.

 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale
di Servizi a Rete per essere il primo a conoscere le attività

 


Leggi anche

Il comune del milanese ha deciso di diventare proprietario dell’infrastruttura di distribuzione presente nel suo territorio. Per realizzare l’operazione ha riconosciuto un indennizzo del valore di 8,1 milioni di euro a 2i Rete Gas, il gestore uscente, come rimborso per gli investimenti per gli impianti e le migliorie alla rete realizzati. Ora la gestione passa a Unareti, aggiudicataria della gara per l’Atem Milano 1…

Leggi tutto…

Monitorare da remoto la pressione di esercizio nelle reti di distribuzione del gas, con un dispositivo ATEX semplice e di facile installazione, in comunicazione con una piattaforma di gestione web e smartphone. È questa la soluzione IoT brevettata da ONYAX, che conta installazioni in tutto il territorio nazionale. Un’attività di digitalizzazione che mira all’analisi predittiva e alla sicurezza degli impianti. …

Leggi tutto…

Al via in questo mese di febbraio i lavori per potenziare l’infrastruttura di distribuzione nel comune della provincia di Lucca. Interessata dall’opera la zona di San Pietro in Campo, che sarà finalmente metanizzata con la posa di oltre 1,3 chilometri di condotte. Alla rete saranno allacciate circa una quarantina di utenze, tra le quali diverse attività produttive per le quali l’arrivo del servizio rappresenta una leva di sviluppo…

Leggi tutto…

L’amministratore delegato di NEDGIA (Spagna) è il nuovo presidente della Gas Distributors for Sustainability, l’Associazione che riunisce i sette principali operatori della distribuzione del gas in Europa. Succede nella carica a Paolo Gallo, AD di Italgas. Il neopresidente lavorerà per consolidare il ruolo di GD4S nel dialogo con le istituzioni europee in materia di politica energetica e mettere a punto nuove iniziative per il processo di transizione ecologica….

Leggi tutto…

La multiutility partecipata dai comuni del Monferrato ha presentato il progetto per portare il servizio di distribuzione del metano alle aree della cittadina non ancora raggiunte. I lavori, suddivisi in tre lotti, prenderanno il via nella seconda parte dell’anno e vedranno in totale la posa di oltre 5,3 chilometri di condotte per un investimento di circa 2 milioni di euro …

Leggi tutto…