Centria: il piano per completare la metanizzazione di Cortona

Nei prossimi anni Centria provvederà a metanizzare le aree del territorio di Cortona che ancora non fruiscono del servizio di distribuzione gas. È stato infatti raggiunto l’accordo tra l’amministrazione del Comune in provincia di Arezzo e la società del gruppo Estra che: 

  • gestisce la distribuzione gas in numerosi territori dell’Italia Centrale
  • delimita le località interessate dagli interventi
  • stabilisce l’ammontare degli investimenti 
  • pianifica il temporale dei lavori

Lavori per un costo complessivo di circa 5,3 milioni di euro, che prenderanno il via nel 2021 e saranno distribuiti in un arco tempora di cinque anni: 

  • 2021: il primo lotto riguarderà la frazione di Pietraia, per la quale è previsto un investimento di 850.000 euro
  • 2022-2023: seguirà la metanizzazione di Centoia, con una spesa complessiva di oltre 1,1 milioni di euro
  • 2024-2026: ultima fase dei lavori che riguarderà, in ordine di tempo, l’abitato della Fratticciola (593.000 euro), quello di Pergo (1,9 milioni di euro), San Pietro a Cegliolo (547.000 euro) e Ossaia (300.000 euro
Il commento di Francesco Macrì, Presidente della capogruppo Estra

«Centria continua a investire sui territori e a dare risposte a imprese e famiglie. È un’attività che caratterizza la storia di questo gruppo e assume ancora maggior valore in questa difficile fase segnata dal Covid. La nascita delle nostre aziende è legata alla storia delle municipalizzate che avviarono la metanizzazione dei territori. Così diedero un contribuito essenziale allo sviluppo economico e sociale. Oggi Centria è l’ottava impresa italiana per prodotti energetici distribuiti e opera non solo per l’estensione delle reti ma anche per la loro manutenzione e sicurezza».


Leggi anche

Dopo una fase pilota, limitata lo scorso anno ad alcune strade, il progetto Aquarius per la ricerca delle dispersioni si estende a tutta la città. Già installati 170 sensori che monitorano le reti rilevando il rumore di eventuali fuoriuscite di acqua, così da individuare le tubazioni ammalorate. Un’attività che nel prossimo quinquennio toccherà 1700 km di tubazioni di Brescia e di alcuni comuni della sua provincia….

Leggi tutto…

Realizzato e gestito da ENGIE, il sistema serve 12.400 abitanti, pari al 70% della popolazione totale, attraverso una rete che si estende per 13,5 chilometri, alimentata da una centrale di cogenerazione dalla potenza termica di 28 MW. Notevoli i vantaggi ambientali garantiti dal sistema che permette di evitare ogni anno l’emissione in atmosfera di 4.800 tonnellate di anidride carbonica….

Leggi tutto…

Messo a punto da Rivieracqua con il commissario all’ATO idrico del Ponente, il piano prevede otto lotti di lavori e sarà realizzato con un finanziamento di 29 milioni di euro. Obiettivo è risolvere la crisi idrica che da anni attanaglia il Golfo del Dianese, dovuta alla vetustà dell’acquedotto del Roia. I primi due lotti, da 6,8 milioni, con la posa delle nuove condotte del Roia 1 tra Imperia e Cervo, potrebbero partire all’inizio del prossimo anno….

Leggi tutto…

Procede la riqualificazione del sistema di illuminazione pubblica della città portato avanti dalla società del Gruppo Hera. Nel corso di quest’anno sono stati sostituiti 810 punti luce con nuove lampade a LED ed entro fine dicembre il numero di impianti efficientati toccherà le 1300 unità. Il piano, sostenuto da un investimento del Comune da 4 milioni di euro, garantirà una riduzione dei consumi energetici del 50%….

Leggi tutto…

Suddiviso in 4 lotti, il piano prevede la posa di 1,7 chilometri di condotte che costituiranno il nuovo collettore fognario che permetterà di convogliare i reflui di 400 utenze, non ancora collegate alla rete, all’impianto di depurazione. Nelle stesse aree il gestore procederà anche con il rinnovo della rete idrica, circa 1,5 km di condotte interessate, e la posa di 700 metri di tubazioni in zona Nazzaro. L’investimento complessivo è di oltre un milione di euro….

Leggi tutto…