Comune, Open Fiber e A2A presentano il piano per Brescia digitale

Oltre 16 milioni di investimento per portare la fibra ottica, con una velocità di connessione di 1 Gigabit per secondo, a più di 70.000 unità immobiliari. È quanto prevede l’accordo siglato tra A2A Smart City con Open Fiber per fare di Brescia una città sempre più smart, connessa e veloce.

I lavori per la creazione della rete in fibra ottica FTTH (Fiber To The Home) nella città lombarda sono iniziati, per una prima fase sperimentale, lo scorso anno e saranno completati durante quest’anno: ad oggi sono state predisposte circa 30.000 UI, con previsione termine lavori entro quest’anno. Sempre lo scorso anno è stata completata la costruzione delle due centrali (POP) che alimentano la rete di Open Fiber, mentre dei 12 anelli progettati sulla città attualmente ve ne seno 7 in lavorazione. Per la conclusione del progetto sono stimati circa 5.000 interventi complessivi, suddivisi tra infrastrutture e adduzioni agli edifici e posa pozzetti, mentre sono stati già realizzati gli interventi necessari a collegare la rete FTTH della città con la rete nazionale di trasporto per garantire i servizi.

A permettere di procedere in modo rapido con i cantieri, proprio la collaborazione tra le due realtà, che ha permesso a Open Fiber di avvalersi dello specifico e consolidato approccio attuato nelle città nelle quali il Gruppo A2A possiede o gestisce importanti reti di servizi di pubblico interesse, comprese le reti di telecomunicazioni. In tutti questi casi A2A Smart City si pone come gestore unificato delle infrastrutture fisiche per le telecomunicazioni (tubazioni, pozzetti e in qualche caso infrastrutture aeree), promuovendone un utilizzo coordinato e ottimizzato. In questo modo, da un lato si riducono i disagi per la popolazione dovuti ai lavori, dall’altro si aumenta la velocità delle realizzazioni, grazie al riutilizzo dell’infrastruttura esistente. Infine, elemento non trascurabile, si può anche limitare l’impatto estetico delle nuove realizzazioni sull’ambiente urbano.

Il progetto FTTH consentirà inoltre ad A2A Smart City un’accelerazione dei progetti avviati in città in collaborazione con l’amministrazione comunale: tra questi, il progetto “Scuola 2.0”, finalizzato a rendere le scuole luoghi più sicuri e dotarle, oltre alla già esistente connettività, anche di sistemi per il controllo e la manutenzione di attrezzature, quali impianti antincendio, elettrici, il monitoraggio degli impianti di riscaldamento.


Leggi anche

Al via l’ammodernamento della pubblica illuminazione nei 21 comuni del bresciano. Il progetto, lanciato dalla Provincia di Brescia, ha come partner Engie Italia, e prevede la sostituzione di oltre 23.000 corpi illuminanti con lampade a led, la realizzazione di 70 km di nuove linee elettriche e cavidotti e interventi in ottica smart city, come l’installazione di unità wi-fi, centraline meteo, videosorveglianza…

Leggi tutto…

Cifra simbolica, ma significativa che riguarda le aree a fallimento di mercato per le quali la società si è aggiudicata i due bandi della società del ministero dello Sviluppo economico per la realizzazione di una rete in fibra ottica in modalità Ftth. Gli interventi coinvolgeranno in totale 13,8 milioni di cittadini, 9,3 milioni di unità immobiliari e 500.000 sedi di impresa e pubblica amministrazione…

Leggi tutto…

È quanto previsto dal progetto fresco di approvazione a Bruxelles. L’investimento servirà a realizzare l’infrastruttura a banda larga nelle aree bianche dell’isola, coinvolgendo in totale 142 comuni per una popolazione complessiva di 2,3 milioni di abitanti. Sarà garantita una connessione superiore ai 30 Mbit/s e di 100 Mbit/s alle imprese …

Leggi tutto…

L’elettrodotto consentirà di migliorare l’affidabilità della rete di trasmissione sia nella penisola sorrentina sia nell’isola. Il progetto prevede la posa di 19 km di cavi, dei quali 16 sottomarini, e la costruzione di una nuova stazione elettrica. Nei punti di approdo su entrambe le sponde, il cavo sarà installato con la tecnica del drilling, per non danneggiare la prateria di posidonia del fondale…

Leggi tutto…

Il simbolico traguardo è stato tagliato con il cantiere di Città Sant’Angelo, in provincia di Pescara, dove la società ha realizzato un’infrastruttura costituita da oltre 35 chilometri di cavi in fibra ottica che collegano 29 armadi stradali, garantendo una copertura con la banda ultralarga di oltre 4500 unità immobiliari. Il costo dei lavori è stato di 500.000 euro. …

Leggi tutto…