Comunicato stampa convegno 12 luglio, AMAP: “ACQUA. Fondi PNRR per sviluppo e sostenibilità”

13 luglio 2022 – Comunicato stampa a cura del gestore di Palermo AMAP

 

I fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienzaPNRR – rappresentano una opportunità straordinaria per il rilancio sostenibile dell’industria idrica in Italia, in particolare nel Mezzogiorno. Con oltre quattro miliardi di fondi previsti, soprattutto per il miglioramento dell’approvvigionamento e la riduzione delle perdite idriche, si punta all’ammodernamento di migliaia di chilometri di reti, anche con il ricorso a strumenti e sistemi digitali per la gestione dell’acqua.

In questo quadro, l’AMAP si pone all’avanguardia, con un piano di progetti ed investimenti di oltre 500 milioni, 200 dei quali già finanziati.

È quanto emerso nel corso del convegno organizzato dalla stessa azienda, in collaborazione con Servizi a Rete, Xylem e ANCE Sicilia; un momento di confronto e dibattito che ha coinvolto oltre cento fra:

  • tecnici
  • amministratori pubblici
  • gestori del servizio idrico
  • imprese

Il tema è oggi di grande attualità, vista la gravissima siccità che sta colpendo il nostro paese e la prospettiva di impatto che il cambiamento climatico avrà proprio su disponibilità e qualità delle risorse idriche.

I fondi del PNRR, come quelli degli altri programmi comunitari – hanno detto gli organizzatori durante il dibattito – aprono la strada ad un profondo miglioramento e potenziamento del settore idrico nel nostro paese, con un investimento che non ha uguali nella storia del paese, ma perché queste risorse siano effettivamente attivate in modo proficuo, occorre avviare urgentemente un confronto ed una collaborazione fra tutti gli attori coinvolti dal livello nazionale al livello locale, individuando le priorità e costruendo le necessarie sinergie.”

Proprio sulla sinergia fra diversi soggetti e sulla capacità di progettazione e programmazione, ha puntato il proprio intervento l’Amministratore di Amap Alessandro Di Martino, che ha sottolineato che l’azienda “ha fatto un investimento sulla capacità di progettazione, innescando un processo virtuoso di scambio e collaborazione fra le nostre Unità incaricate degli investimenti e, appunto, della progettazione. Il risultato di questo investimento è un parco progetti di oltre 500 milioni di euro molti dei quali, per circa 200 milioni, già finanziati, che ci permette di essere pronti a sfruttare ogni opportunità offerta non solo dal PNRR, ma anche da altre iniziative regionali, nazionali o comunitarie a sostegno del settore idrico.”

Sulla necessità di lavorare sull’innovazione è intervenuto il Sindaco di Palermo Roberto Lagalla, secondo il quale “in un periodo di siccità e cambiamento climatico occorre un ripensamento in termini di qualità e innovazione dell’infrastruttura idrica. Gli obiettivi non possono essere solo quelli del lavoro sulla adduzione ma anche quelli della raccolta, della distribuzione e del riuso, che rappresenta un tema cruciale e strategico per garantire al pianeta e alle nostre comunità la sicurezza di avere un’adeguata fornitura idrica  di qualità.”

 

VIDEO DICHIARAZIONE DEL SINDACO DI PALERMO E DELL’AMMINISTRATORE DI AMAP


Leggi anche

10 i comuni della provincia di Arezzo interessati dai nuovi interventi finalizzati alla riduzione delle perdite idriche per un investimento che sfiora il mezzo milione di euro. Obiettivo che il gestore idrico sta perseguendo, innanzitutto, attraverso la distrettualizzazione delle infrastrutture di distribuzione e l’ottimizzazione delle pressioni delle reti…

Leggi tutto…

Un sistema di itinerari che, seguendo i percorsi delle acque, tra sorgenti, fiumi e ruscelli, borghi, paesaggi, permettono di scoprire il patrimonio ambientale e culturale del territorio. È il nuovo progetto di Uniacque per valorizzare la risorsa idrica e farne il perno anche di un turismo slow e sostenibile. Già mappati i due primi percorsi: il Cammino dei Fontanili e il Cammino Borlezza…

Leggi tutto…

Il gestore idrico del lodigiano ha candidato progetti per oltre 16 milioni, dei quali 7 già finanziati, al bando del Ministero delle Infrastrutture per accedere ai fondi del PNRR. I progetti, finalizzati a ridurre le perdite, coinvolgeranno 922 km di infrastruttura, equivalente al 65% delle tubazioni che distribuiscono acqua alla popolazione, puntando su digitalizzazione e monitoraggio delle reti …

Leggi tutto…

Efficientamento dei processi, sostenibilità ambientale ed elevate performance nel trattamento dei reflui. Hanno tutti questi obiettivi gli interventi di ammodernamento e potenziamento che il gestore idrico sta portando avanti sull’impianto degli Orti, realizzato negli anni Settanta. L’azienda ha già realizzato sul depuratore opere per quasi 6 milioni di euro, con importanti risultati, ma diversi lavori sono ancora in corso e altri in programma …

Leggi tutto…

Il progetto, firmato da Claudio Lucchin e Architetti Associati, mira a ripensare l’identità di un intero quartiere all’insegna della sostenibilità e dell’innovazione tecnologica…

Leggi tutto…