Consumatori e contatori intelligenti


In tutta Europa si sta procedendo, con tempi e modalità diversi, all’installazione dei contatori elettronici intelligenti che rappresentano un’enorme opportunità di sviluppo per il mercato energetico, sia in termini di miglioramento dell’efficienza energetica delle abitazioni che di nuove opportunità di business per promuovere l’economia europea. I contatori intelligenti ed i servizi connessi infatti permettono un coinvolgimento ed una partecipazione più consapevole e attiva dei consumatori, una maggiore conoscenza sui bisogni reali di energia per i consumi domestici da parte di tutti gli attori pubblici e privati e una definizione più idonea di nuovi servizi.
Grazie ai contatori intelligenti – che registrando i dati di consumo reali permettono di tracciare le vere curve di consumo – possono essere proposti ai consumatori nuovi servizi post vendita personalizzati sui loro consumi di energia che, potenzialmente, possono generare un significativo risparmio di energia (o comunque, a parità dei consumi elettrici, un consumo più rispondente ai bisogni energetici della casa) e portare quindi alla riduzione della bolletta elettrica.
“Servono servizi che rendano il consumatore più consapevole dei suoi consumi, che gli permettano di sapere come, quanto e quando consuma. Finché non ci sarà la piena conoscenza dei propri consumi non si potrà fare efficienza energetica in modo consapevole” ha detto Marina Varvesi, project manager di USmartConsumer di AISFOR, ed ha sottolineato l’importanza che ha avuto il progetto USmartConsumer nel contribuire a raggiungere questo obiettivo.
Il progetto USmartConsumer, giunto nel suo ultimo semestre, si è posto l’obiettivo di valutare e promuovere tutti i vantaggi (economici, ambientali, di salute, etc.) dei contatori intelligenti e dei possibili servizi connessi sia per i consumatori che per gli operatori. I risultati e le conclusioni finali del progetto, condotto in Italia dalla società AISFOR, saranno presentati nell’ambito della sessione “Consumer Engagement with Smart Meters in the EU” (Coinvolgimento dei consumatori in Europa con gli smart meter) alla “European Utility Week – EUW’16” a Barcellona (Spagna) dal 15 al 17 novembre 2016.
Nella sessione, esperti europei del settore presenteranno lo stato del piano di implementazione dei contatori intelligenti e dei relativi servizi in tutti i paesi europei (Landscape Report aggiornato a settembre 2016, già presentato all’European Utility Week – EUW2014), le ultime notizie sullo sviluppo del mercato da parte di attori chiave, analisi del mercato dei consumatori in Europa e segmentazione dei consumatori rispetto al mercato energetico, il ruolo dei regolatori, le strategie per l’implementazione dei contatori (compresi i contatori nuovi di seconda generazione) ed una sessione di discussione (panel session) su come coinvolgere il consumatore e creare nuovi servizi basati sui dati dei contatori.
Per maggiori informazioni, il programma della sessione è disponibili sul sito alla pagina http://programme.european-utility-week.com/hub-sessions-programme/smart-metering/consumer-engagement-smart-meters-eu
Tutti gli attori chiave del mercato interessati a queste tematiche sono invitati a partecipare (entrata gratuita).


Leggi anche

Gli investimenti tecnici realizzati dal gestore della distribuzione gas di 101 comuni toscani hanno sfiorato i 70 milioni di euro lo scorso anno, in aumento di ben il 16% rispetto al 2020. Risorse impegnate, in particolare, per metanizzare nuove porzioni di territorio e accelerare il processo di digitalizzazione delle infrastrutture, aspetto strategico per aprire la rete alla distribuzione dei gas rinnovabili…

Leggi tutto…

L’associazione che riunisce i sette maggiori distributori gas ha presentato il suo Sustainability Charter, il documento che definisce l’approccio e l’impegno dei membri al tema della sostenibilità. Articolato su 9 obiettivi, il documento rappresenta la prima tappa di un percorso green con i quali gli operatori della distribuzione si pongono come attori chiave nel processo di transizione energetico dell’Unione Europea …

Leggi tutto…

Il comune del milanese ha deciso di diventare proprietario dell’infrastruttura di distribuzione presente nel suo territorio. Per realizzare l’operazione ha riconosciuto un indennizzo del valore di 8,1 milioni di euro a 2i Rete Gas, il gestore uscente, come rimborso per gli investimenti per gli impianti e le migliorie alla rete realizzati. Ora la gestione passa a Unareti, aggiudicataria della gara per l’Atem Milano 1…

Leggi tutto…

Monitorare da remoto la pressione di esercizio nelle reti di distribuzione del gas, con un dispositivo ATEX semplice e di facile installazione, in comunicazione con una piattaforma di gestione web e smartphone. È questa la soluzione IoT brevettata da ONYAX, che conta installazioni in tutto il territorio nazionale. Un’attività di digitalizzazione che mira all’analisi predittiva e alla sicurezza degli impianti. …

Leggi tutto…

Al via in questo mese di febbraio i lavori per potenziare l’infrastruttura di distribuzione nel comune della provincia di Lucca. Interessata dall’opera la zona di San Pietro in Campo, che sarà finalmente metanizzata con la posa di oltre 1,3 chilometri di condotte. Alla rete saranno allacciate circa una quarantina di utenze, tra le quali diverse attività produttive per le quali l’arrivo del servizio rappresenta una leva di sviluppo…

Leggi tutto…