Consumatori e contatori intelligenti


In tutta Europa si sta procedendo, con tempi e modalità diversi, all’installazione dei contatori elettronici intelligenti che rappresentano un’enorme opportunità di sviluppo per il mercato energetico, sia in termini di miglioramento dell’efficienza energetica delle abitazioni che di nuove opportunità di business per promuovere l’economia europea. I contatori intelligenti ed i servizi connessi infatti permettono un coinvolgimento ed una partecipazione più consapevole e attiva dei consumatori, una maggiore conoscenza sui bisogni reali di energia per i consumi domestici da parte di tutti gli attori pubblici e privati e una definizione più idonea di nuovi servizi.
Grazie ai contatori intelligenti – che registrando i dati di consumo reali permettono di tracciare le vere curve di consumo – possono essere proposti ai consumatori nuovi servizi post vendita personalizzati sui loro consumi di energia che, potenzialmente, possono generare un significativo risparmio di energia (o comunque, a parità dei consumi elettrici, un consumo più rispondente ai bisogni energetici della casa) e portare quindi alla riduzione della bolletta elettrica.
“Servono servizi che rendano il consumatore più consapevole dei suoi consumi, che gli permettano di sapere come, quanto e quando consuma. Finché non ci sarà la piena conoscenza dei propri consumi non si potrà fare efficienza energetica in modo consapevole” ha detto Marina Varvesi, project manager di USmartConsumer di AISFOR, ed ha sottolineato l’importanza che ha avuto il progetto USmartConsumer nel contribuire a raggiungere questo obiettivo.
Il progetto USmartConsumer, giunto nel suo ultimo semestre, si è posto l’obiettivo di valutare e promuovere tutti i vantaggi (economici, ambientali, di salute, etc.) dei contatori intelligenti e dei possibili servizi connessi sia per i consumatori che per gli operatori. I risultati e le conclusioni finali del progetto, condotto in Italia dalla società AISFOR, saranno presentati nell’ambito della sessione “Consumer Engagement with Smart Meters in the EU” (Coinvolgimento dei consumatori in Europa con gli smart meter) alla “European Utility Week – EUW’16” a Barcellona (Spagna) dal 15 al 17 novembre 2016.
Nella sessione, esperti europei del settore presenteranno lo stato del piano di implementazione dei contatori intelligenti e dei relativi servizi in tutti i paesi europei (Landscape Report aggiornato a settembre 2016, già presentato all’European Utility Week – EUW2014), le ultime notizie sullo sviluppo del mercato da parte di attori chiave, analisi del mercato dei consumatori in Europa e segmentazione dei consumatori rispetto al mercato energetico, il ruolo dei regolatori, le strategie per l’implementazione dei contatori (compresi i contatori nuovi di seconda generazione) ed una sessione di discussione (panel session) su come coinvolgere il consumatore e creare nuovi servizi basati sui dati dei contatori.
Per maggiori informazioni, il programma della sessione è disponibili sul sito alla pagina http://programme.european-utility-week.com/hub-sessions-programme/smart-metering/consumer-engagement-smart-meters-eu
Tutti gli attori chiave del mercato interessati a queste tematiche sono invitati a partecipare (entrata gratuita).


Leggi anche

Abbiamo intervistato Alessandro Vistoli, Amminsitratore Delegato di Terranova che ci ha raccontato come l’azienda affianca le utility per una migliore gestione della trasformazione tecnologica….

Leggi tutto…

Sede Inrete

La società di distribuzione gas ed elettricità del Gruppo Hera ha messo a punto un grande piano pluriennale per il rinnovo delle condotte gas obsolete o in materiale non conforme nella città. Sviluppato in accordo con Unica Reti, la società proprietaria delle reti, il piano di sostituzione interesserà circa 120 chilometri di condotte, con un investimento di oltre 50 milioni di euro…

Leggi tutto…

Luca Dal Fabbro

Il manager, presidente della società dallo scorso anno, ha presentato le sue dimissioni. Alla base della scelta la volontà di intraprendere nuovi percorsi imprenditoriali: nello specifico, il lancio del primo fondo italiano di private equity sull’economia circolare. Il successore sarà designato nella prossima assemblea degli azionisti, convocata per il 18 giugno, nella quale verrà approvato anche il bilancio 2019…

Leggi tutto…

alleanza

Definito da AGSM Verona e AIM Vicenza il progetto industriale preliminare che pone le basi per la nascita di una nuova multiutility leader nel Triveneto. Al via il processo di condivisione del progetto con le amministrazioni locali…

Leggi tutto…

A2A

I rispettivi consigli di amministrazione hanno approvato la cessione da parte di Unareti di alcuni asset gas nelle province di Milano e Bergamo e dell’intera partecipazione nella società che gestisce l’illuminazione pubblica a favore di Aeb. Un passaggio fondamentale per rendere concreta la partnership tra le due multiutility lombarde, che sarà seguito dall’ingresso di A2A nel capitale azionario di Aeb. Pronto anche il nuovo piano industriale per la nuova Aeb con investimenti per oltre 300 milioni in 5 anni …

Leggi tutto…