Consumatori e contatori intelligenti


In tutta Europa si sta procedendo, con tempi e modalità diversi, all’installazione dei contatori elettronici intelligenti che rappresentano un’enorme opportunità di sviluppo per il mercato energetico, sia in termini di miglioramento dell’efficienza energetica delle abitazioni che di nuove opportunità di business per promuovere l’economia europea. I contatori intelligenti ed i servizi connessi infatti permettono un coinvolgimento ed una partecipazione più consapevole e attiva dei consumatori, una maggiore conoscenza sui bisogni reali di energia per i consumi domestici da parte di tutti gli attori pubblici e privati e una definizione più idonea di nuovi servizi.
Grazie ai contatori intelligenti – che registrando i dati di consumo reali permettono di tracciare le vere curve di consumo – possono essere proposti ai consumatori nuovi servizi post vendita personalizzati sui loro consumi di energia che, potenzialmente, possono generare un significativo risparmio di energia (o comunque, a parità dei consumi elettrici, un consumo più rispondente ai bisogni energetici della casa) e portare quindi alla riduzione della bolletta elettrica.
“Servono servizi che rendano il consumatore più consapevole dei suoi consumi, che gli permettano di sapere come, quanto e quando consuma. Finché non ci sarà la piena conoscenza dei propri consumi non si potrà fare efficienza energetica in modo consapevole” ha detto Marina Varvesi, project manager di USmartConsumer di AISFOR, ed ha sottolineato l’importanza che ha avuto il progetto USmartConsumer nel contribuire a raggiungere questo obiettivo.
Il progetto USmartConsumer, giunto nel suo ultimo semestre, si è posto l’obiettivo di valutare e promuovere tutti i vantaggi (economici, ambientali, di salute, etc.) dei contatori intelligenti e dei possibili servizi connessi sia per i consumatori che per gli operatori. I risultati e le conclusioni finali del progetto, condotto in Italia dalla società AISFOR, saranno presentati nell’ambito della sessione “Consumer Engagement with Smart Meters in the EU” (Coinvolgimento dei consumatori in Europa con gli smart meter) alla “European Utility Week – EUW’16” a Barcellona (Spagna) dal 15 al 17 novembre 2016.
Nella sessione, esperti europei del settore presenteranno lo stato del piano di implementazione dei contatori intelligenti e dei relativi servizi in tutti i paesi europei (Landscape Report aggiornato a settembre 2016, già presentato all’European Utility Week – EUW2014), le ultime notizie sullo sviluppo del mercato da parte di attori chiave, analisi del mercato dei consumatori in Europa e segmentazione dei consumatori rispetto al mercato energetico, il ruolo dei regolatori, le strategie per l’implementazione dei contatori (compresi i contatori nuovi di seconda generazione) ed una sessione di discussione (panel session) su come coinvolgere il consumatore e creare nuovi servizi basati sui dati dei contatori.
Per maggiori informazioni, il programma della sessione è disponibili sul sito alla pagina http://programme.european-utility-week.com/hub-sessions-programme/smart-metering/consumer-engagement-smart-meters-eu
Tutti gli attori chiave del mercato interessati a queste tematiche sono invitati a partecipare (entrata gratuita).


Leggi anche

Ufficiale lo sbarco del gruppo italiano in Grecia. Italgas ha acquisito il 100% del capitale azionario della società, che controlla i tre principali operatori della distribuzione gas nel Paese, da Hellenic Republic Asset Development Fund e Hellenic Petroleum. Ora l’obiettivo è ammodernare l’infrastruttura per farne, insieme a quella italiana, una protagonista della transizione energetica…

Leggi tutto…

Il Gruppo ha acquisito le concessioni di altri 12 comuni dell’isola, grazie a un accordo con Gruppo Fiamma 2000 per rilevare 430 chilometri di reti a GPL gestite da Sarda Reti Gas. Le infrastrutture saranno convertite nei prossimi anni a gas naturale e servono in totale 12.000 utenze. L’operazione da 31,7 milioni porta in dote anche la distribuzione a Olbia che si aggiunge alle altre grandi città dell’isola gestite da Medea …

Leggi tutto…

Sviluppato con un investimento di 10 milioni di euro e installato presso il depuratore di Bologna Corticella, l’impianto permette di convertire energia elettrica rinnovabile e acque reflue in idrogeno verde e, poi, quest’ultimo in biometano da immettere in rete. L’entrata in esercizio è prevista entro il prossimo anno e una volta a regime permetterà di coprire i consumi di 1200 famiglie, evitando l’emissione in atmosfera di circa 50 Nm3/h di CO2….

Leggi tutto…

La società del Gruppo Italgas, partecipata dal fondo Marguerite II, ha stipulato un accordo con Energetica per acquisire il 49% del capitale azionario dell’azienda attiva nel trasporto gas. Medea conferirà a Energie Rete Gas le sue infrastrutture di trasporto gas in Sardegna, valutate 53 milioni di euro. Così potrà razionalizzare i suoi asset sull’isola, separando anche sotto il profilo societario le attività di distribuzione da quelle di trasporto…

Leggi tutto…

Il finanziamento di Cassa Depositi e Prestiti permetterà alla società attiva nella distribuzione e vendita di gas naturale ed elettricità di proseguire il suo percorso di espansione. Le risorse verranno utilizzate per acquisire aziende specializzate nelle attività di impiantistica avanzata, nell’efficientamento energetico e nella produzione di biometano, con benefici anche sul piano occupazionale…

Leggi tutto…