Da Regione Basilicata un bando per le smart grid

C’è tempo fino al 15 settembre per partecipare al bando indetto da Regione Basilica sulle smart grid. La Regione ha infatti previsto uno stanziamento di 10 milioni e 260 mila euro a sostegno di progetti per la realizzazione di reti intelligenti di distribuzione dell’energia, basate sull’integrazione di sistemi Ict (Information communication technology) per il monitoraggio dei consumi e di sistemi di accumulo, che mirino a migliorare l’efficienza delle infrastrutture elettriche esistenti.
«Gli interventi – ha spiegato Francesco Pietrantuono, assessore all’Ambiente ed energia di Regione Basilicata – contribuiranno a incrementare la cosiddetta hosting capacity, ossia a migliorare l’efficienza delle reti nella gestione dell’energia prodotta da impianti da fonti rinnovabili».
Sostenuto con i fondi dell’Asse 4 del Programma operativo Fesr 2014-2020, l’iniziativa punta a superare le criticità significative che il territorio lucano ancora presenta nell’accesso e nella fruizione dell’energia elettrica, come congestioni, colli di bottiglia, perdite di rete e disservizi nelle interconnessioni, sia per usi civili sia a fini produttivi.
Le tipologie di progetti candidabili riguarderanno la realizzazione di reti intelligenti di distribuzione dell’energia e l’adozione di sistemi evoluti di comunicazione digitale, di misurazione intelligente, di regolazione e gestione, di telecontrollo e monitoraggio dei consumi elettrici.
L’ammontare dell’aiuto per singolo progetto e per impresa non potrà essere inferiore a 1 milione di euro, come stabilito dal Decreto del ministero dello Sviluppo economico del 20 marzo 2017 sulla realizzazione di reti intelligenti di distribuzione dell’energia nei territori delle Regioni meno sviluppate.
Possono beneficiare delle agevolazioni i soggetti titolari delle reti di distribuzione di energia. I soggetti abilitati alla presentazione delle candidature, potranno presentare la propria domanda entro 45 giorni da oggi, data di pubblicazione dell’Avviso sul supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata del 1° agosto 2018.

Maggiori informazioni sulla procedura di presentazione delle candidature sono disponibili nella sezione del sito web del Po Fesr 2014-2020 http://europa.basilicata.it/fesr/


Leggi anche

Mettendo a frutto le competenze di Aliplast, società di Herambiente specializzata nel trattamento e riciclo della plastica, e la collaborazione con Idrotherm 2000, il Gruppo ha sviluppato delle tubazioni strutturate in Pe con un contenuto del 70% di materiale riciclato. Un chilometro di nuove condotte è stato già posato nei lavori sulla rete elettrica a Imola e Modena e a gennaio altri 2 km saranno posati nel cantiere sulla rete fognaria nel territorio di Rimini…

Leggi tutto…

L’amministratore comunale ha presentato un progetto per rendere più efficiente il sistema di illuminazione della città del valore di 5 milioni di euro, da finanziare in gran parte, circa 3,8 milioni, con fondi europei. Prevede la sostituzione di 5000 corpi illuminanti del centro storico con nuove lampade a Led e di 135 quadri elettrici…

Leggi tutto…

La società ha attivato il nuovo impianto in media tensione realizzato per migliorare e stabilizzare la distribuzione elettrica nella fascia jonica della provincia di Reggio Calabria. Telecontrollato dal Centro operativo di Catanzaro e collegato alla rete elettrica attraverso 7 nuove linee di media tensione, lunghe in totale circa 7 km, è stato realizzato con un investimento di 900.000 euro…

Leggi tutto…

Circa 4 milioni di euro per rendere l’infrastruttura elettrica più efficiente, smart e sostenibile. È il programma di attività appena lanciato dal gestore della rete di distribuzione nei comuni delle Alpi vicentine, che prevede la rimozione di circa 300 tralicci, l’interramento di 30 km di linee elettriche aree di media tensione e l’installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo e telegestione in più di 150 cabine elettriche secondarie…

Leggi tutto…

Posato e già in funzione il nuovo cavo interrato a 132.000 volt della lunghezza di 14 chilometri, dei quali 10 sottomarini, a servizio della città. Già avviati i lavori anche per il secondo tratto la cui conclusione è prevista entro fine anno. L’opera, che ha come obiettivo rendere la rete elettrica più sicura e sostenibile, eliminando la vecchia linea aerea, ha richiesto un investimento complessivo di 55 milioni di euro …

Leggi tutto…