Da Regione Lombardia 4 milioni per fognature e depuratori


Quattro milioni di euro per interventi sul sistema idrico in nove province lombarde. È lo stanziamento previsto nella delibera approvata dalla Giunta di Regione Lombardia per il completamento delle reti fognarie di diversi agglomerati sparsi in tutto il territorio. Un sostegno economico che oltre a rispondere alle sollecitazioni dell’Unione europea per sanare la posizione dei comuni ancora non provvisti di sistema di raccolta e depurazione dei reflui, e delle amministrazioni comunali stesse, punta a migliorare la qualità del sistema acque più in generale.
«Siamo partiti nel 2011 da una situazione frammentatissima e con resistenze notevoli da parte di molti Comuni – ha commentato Pietro Foroni, assessore al Territorio e Protezione civile, che ha proposto la delibera -. Oggi, grazie alla riorganizzazione abbiamo fatto passi da gigante. Il gestore unico riesce infatti a risparmiare e a reinvestire nella rete idrica. Negli ultimi anni gli investimenti sono stati quadruplicati e questi 4 milioni di euro da utilizzare entro fine dell’anno serviranno a migliorare ulteriormente il ciclo integrato delle acque, soprattutto in quei pochi agglomerati ancora oggetto di procedure di infrazione».
Gli interventi sul sistema idrico riguarderanno, nello specifico, la provincia di Bergamo, con la realizzazione del collettamento della Valle Serina (500.000 euro) e la provincia di Brescia con 2 interventi di dismissione del depuratore Villanuova sul Clisi (400.000 euro) e collettamento al depuratore Gavardo Intercomunale e la potabilizzazione di San Felice del Benaco (400.000) in cui si sono di recente verificate criticità nel servizio dell’acqua potabile. A questi si aggiungono quelli nella provincia di Lodi, con due interventi nei comuni di Graffignana e Lodi per il completamento della rete fognaria (200.000 euro per ciascuno), la provincia di Lecco, per il collettamento di Oliveto Lario e Civenna (600.000 euro sul comune di Valmadrera) e la provincia di Monza e Brianza per la realizzazione di una vasca volano sfioratore del collettore (600.000 euro a Monza). Poi, ancora, la provincia di Pavia con il completamento della fognatura nel comune di Casteggio (250.000 euro), quella di Como per il completamento della fognatura di Inverigo (150.000 euro), la provincia di Mantova con la realizzazione del nuovo impianto di depurazione a Poggio Rusco (300.000 euro) e la provincia di Cremona con il completamento della fognatura a Dovera (400.000 euro).


Leggi anche

Conclusi i lavori, per un valore di 2,2 milioni di euro, del secondo lotto del progetto La Vettola-San Piero, avviato dal gestore idrico del Basso Valdarno per dotare le due frazioni di una rete fognaria e garantire il collettamento di tutti i reflui fognari provenienti dalla zona sud-est della città verso il sistema depurativo…

Leggi tutto…

Il progetto presentato dalla società, che gestisce il servizio idrico in 53 comuni del Veneto Orientale, riguarda il quartiere Fiera e prevede la posa di circa 1.000 metri di nuova fognatura nera, oltre 1.400 metri di rete acquedottistica e 180 metri di condotte per le acque meteoriche. I lavori partiranno a breve e si protrarranno per 7 mesi, per un costo complessivo di 1,1 milioni di euro…

Leggi tutto…

“Una rete per fare impresa”. Questo il titolo dei Seminari IWS realizzati il 17 e 18 ottobre 2018 in occasione dell’ultima edizione di H2O a Bologna. L’iniziativa ha coinvolto utilities, ricercatori, ingegneri, tecnici e progettisti, registrando una grande affluenza di pubblico specializzato….

Leggi tutto…

Un maxi progetto, unico in Italia, che prevede l’installazione di 1000 apparecchi di misurazione lungo 2.700 km. di condotte. Prima, la modellazione idraulica. Poi, le videoispezioni. E adesso, il monitoraggio costante delle portate. BrianzAcque sta eseguendo un check up completo dell’intero sistema delle reti fognarie. Obiettivo? Conoscerne lo stato di salute, individuarne potenzialità e punti deboli, così da riuscire a intervenire in via preventiva e in modo sempre più mirato sull’intero sistema di sottoservizi. …

Leggi tutto…

Il gestore del servizio idrico del Lazio meridionale utilizzerà la tecnologia no-dig per realizzare un attraversamento ferroviario e della via Appia nell’ambito dei lavori, che sta concludendo, di ammodernamento ed estensione della rete fognaria nei quartieri C8 e C9 del comune in provincia di Latina. Inoltre, provvederà anche alla sostituzione di 900 metri di condotte idriche, ormai obsolete …

Leggi tutto…