Da Regione Lombardia 4 milioni per fognature e depuratori


Quattro milioni di euro per interventi sul sistema idrico in nove province lombarde. È lo stanziamento previsto nella delibera approvata dalla Giunta di Regione Lombardia per il completamento delle reti fognarie di diversi agglomerati sparsi in tutto il territorio. Un sostegno economico che oltre a rispondere alle sollecitazioni dell’Unione europea per sanare la posizione dei comuni ancora non provvisti di sistema di raccolta e depurazione dei reflui, e delle amministrazioni comunali stesse, punta a migliorare la qualità del sistema acque più in generale.
«Siamo partiti nel 2011 da una situazione frammentatissima e con resistenze notevoli da parte di molti Comuni – ha commentato Pietro Foroni, assessore al Territorio e Protezione civile, che ha proposto la delibera -. Oggi, grazie alla riorganizzazione abbiamo fatto passi da gigante. Il gestore unico riesce infatti a risparmiare e a reinvestire nella rete idrica. Negli ultimi anni gli investimenti sono stati quadruplicati e questi 4 milioni di euro da utilizzare entro fine dell’anno serviranno a migliorare ulteriormente il ciclo integrato delle acque, soprattutto in quei pochi agglomerati ancora oggetto di procedure di infrazione».
Gli interventi sul sistema idrico riguarderanno, nello specifico, la provincia di Bergamo, con la realizzazione del collettamento della Valle Serina (500.000 euro) e la provincia di Brescia con 2 interventi di dismissione del depuratore Villanuova sul Clisi (400.000 euro) e collettamento al depuratore Gavardo Intercomunale e la potabilizzazione di San Felice del Benaco (400.000) in cui si sono di recente verificate criticità nel servizio dell’acqua potabile. A questi si aggiungono quelli nella provincia di Lodi, con due interventi nei comuni di Graffignana e Lodi per il completamento della rete fognaria (200.000 euro per ciascuno), la provincia di Lecco, per il collettamento di Oliveto Lario e Civenna (600.000 euro sul comune di Valmadrera) e la provincia di Monza e Brianza per la realizzazione di una vasca volano sfioratore del collettore (600.000 euro a Monza). Poi, ancora, la provincia di Pavia con il completamento della fognatura nel comune di Casteggio (250.000 euro), quella di Como per il completamento della fognatura di Inverigo (150.000 euro), la provincia di Mantova con la realizzazione del nuovo impianto di depurazione a Poggio Rusco (300.000 euro) e la provincia di Cremona con il completamento della fognatura a Dovera (400.000 euro).


Leggi anche

Il gestore del servizio idrico del Lazio meridionale utilizzerà la tecnologia no-dig per realizzare un attraversamento ferroviario e della via Appia nell’ambito dei lavori, che sta concludendo, di ammodernamento ed estensione della rete fognaria nei quartieri C8 e C9 del comune in provincia di Latina. Inoltre, provvederà anche alla sostituzione di 900 metri di condotte idriche, ormai obsolete …

Leggi tutto…

Obiettivo dei lavori è la messa in sicurezza del collettore fognario e delle relative derivazioni di utenza e di rete. Prevedono la sostituzione di 500 metri di condotte esistenti con nuove tubazioni in cemento armato vibrocompresso ad alta resistenza. L’intervento, che secondo cronoprogramma dovrebbe concludersi nel maggio del 2020, permetterà di bonificare un’area dal quadro idrogeologico molto compromesso…

Leggi tutto…

Rete Ronsas è la rete di impresa costituita dal gestore idrico pugliese con Green Ecol e Agrosistemi per sperimentare nuove tecniche per trasformare i fanghi di depurazione dei reflui urbani in fertilizzante correttivo dei suoli agrari. Finanziata da Regione Puglia con un milione di euro, la sperimentazione sarà effettuata negli impianti di depurazione di Foggia e Barletta …

Leggi tutto…

Il grande piano di interventi prevede la realizzazione dell’acquedotto, con la posa di 45 chilometri di condotte, delle reti fognarie, dell’estensione di 38 chilometri, e di due depuratori a servizio del comune bresciano e delle sue frazioni. I lavori, suddivisi in sei lotti, prenderanno il via a fine novembre e proseguiranno per 5 anni…

Leggi tutto…

Anche quest’anno Gruppo CAP sarà presente a Ecomondo, per presentare i progetti e le sperimentazioni più recenti e per rendere trasparenti e tangibili i risultati che si possono raggiungere in termini di innovazione per la tutela dell’ambiente. Alla fiera leader della circular e green economy, lo stand di Gruppo CAP è nel padiglione D1 – Global Water Expo – corsia 2, stand 34

Leggi tutto…