Dal Mise 24 milioni per lo sviluppo delle smart grid

È arrivato il nuovo bando del ministero dello Sviluppo economico (Mise) per le smart grid. Bando che prevede 24 milioni di euro a supporto di interventi di costruzione, adeguamento, potenziamento ed efficientamento di reti intelligenti per la distribuzione di energia elettrica generata da fonti rinnovabili, con l’obiettivo di favorire la loro piena integrazione nel sistema elettrico nazionale e quindi promuoverne il completo utilizzo.

La misura si rivolge ai concessionari del servizio pubblico di distribuzione dell’energia elettrica che operano nelle regioni del Sud Italia, nello specifico Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, e rientra nell’ambito del Pon Imprese e Competitività Fesr 2014-2020.

Le agevolazioni sono concesse nella forma della sovvenzione diretta e l’ammontare dell’agevolazione concedibile a ciascuna impresa e per ciascun progetto non può essere inferiore a 250.000 euro (soglia minima) e superiore a 50 milioni di euro (soglia massima), a copertura dei costi sostenuti a partire dalla data di presentazione della domanda ed entro il 31.12.2023.

Le domande per accedere al finanziamento devono essere presentate esclusivamente tramite piattaforma informatica, a partire dalle alle ore 10 del novantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dell’avviso pubblico in Gazzetta Ufficiale e fino alle ore 10 del centoventesimo giorno successivo a tale data.

Il nuovo bando si aggiunge a quello lanciato dal Mise nel 2017 con il quale sono stati finanziati 36 interventi per un totale di circa 140,3 milioni di euro impegnati.


Leggi anche

Il gestore idrico della Basilicata ha approvato il progetto di ammodernamento dei due impianti a servizio del comune del potentino, ora sotto infrazione comunitaria. Gli interventi, del valore di un milione di euro, permetteranno di dotare i depuratori anche di sistema di telecontrollo e telegestione, garantendo una maggior efficienza nel trattamento dei reflui e una riduzione dei costi di esercizio e gestione…

Leggi tutto…

Molto più di un semplice misuratore di consumi, il nuovo dispositivo è dotato di tecnologie e funzionalità avanzate che garantiscono maggiore sicurezza ed efficienza alle utenze e al sistema. Nei prossimi mesi sarà avviata una campagna per l’installazione dei primi 300.000 apparecchi in Friuli ed Emilia-Romagna, con un investimento di 45 milioni di euro…

Leggi tutto…

La società, che gestisce il ciclo idrico nella provincia di Caltanissetta, ha ottenuto l’ok al progetto per realizzare un sistema di telecontrollo dei principali nodi idraulici della sua infrastruttura. Il sistema verrà realizzato con un investimento di 1,2 milioni di euro e interesserà in particolare i serbatoi di Caltanissetta, Gela e Mussomeli…

Leggi tutto…

Luigi Ferraris, amministratore delegato di Terna, e Moncef Harrabi, presidente di Steg, il gestore della rete di trasmissione elettrica tunisina, hanno siglato un memorandum of understanding per rafforzare la partnership nelle infrastrutture elettriche. Al centro dell’intesa, in particolare, il progetto Elmed, l’interconnessione sottomarina da 600 MW in corrente continua che collegherà i due Paesi, e che consentirà la piena integrazione tra i mercati elettrici dell’Europa e del Nord Africa…

Leggi tutto…

Forum Telecontrollo 2019

Il convegno si articola in quattro aree tematiche: acqua, energia, città e industria. Svariati i temi trasversali su cui si concentreranno le presentazioni dei relatori: innanzitutto la sostenibilità delle risorse ambientali e l’efficienza di gestione; l’adozione dei paradigmi IOT; cyber-security e new business model.
Qui di seguito alcuni approfondimenti sulla Sessione dal titolo “Il Telecontrollo del sistema idrico nell’era della digitalizzazione” ……

Leggi tutto…