Debutta a Verona l’illuminazione Smart con ricarica per i veicoli

Verona guarda al futuro: un futuro sempre più smart. Nella città veneta è iniziata, prima in Europa, la sperimentazione di una nuova generazione di pali “intelligenti” per l’illuminazione, cablati in fibra ottica che, oltre a illuminare in modo efficiente, grazie alle lampade a led, contengono anche una presa di ricarica veicoli elettrici a 22 kWh, un’antenna wifi, una telecamera ad alta definizione per il controllo urbano in tempo reale e per la gestione dei parcheggi.

I nuovi pali smart sono anche già predisposti, e a breve verranno attivati, per il monitoraggio ambientale, il telecontrollo delle infrastrutture, il monitoraggio della raccolta dei rifiuti, l’erogazione di servizi istituzionali e commerciali. Sviluppati da Agsm, rappresentano insomma una nuova generazione di infrastrutture per la diffusione di servizi avanzati IoT (Internet of Things) e rappresentano una delle soluzioni più qualificanti del programma Electrify Verona, il piano a sostegno dello sviluppo della mobilità elettrica, avviato a settembre dello scorso anno dal Comune di Verona con Agsm Verona e Volkswagen Group Italia.

«Siamo molto orgogliosi dell’avvio di questa sperimentazione, la prima in Europa, fondamentale per lo sviluppo di una serie di servizi urbani in versione digitale che vanno ben oltre l’illuminazione pubblica moderna, per arrivare alla mobilità elettrica che si basa necessariamente su una rete infrastrutturale di rifornimento nuova e capillare – ha commentato Michele Croce, presidente Agsm Verona -. Inauguriamo il modello Verona di Smart City, intesa come prima città che nel 2019 inizia a dotarsi di un’infrastruttura integrata, innovativa ed eco-sostenibile al servizio del cittadino e del turista. Promuoveremo e offriremo questo modello a tutte le città d’Italia»

Un modello nel quale il gruppo crede fortemente e nel quale lo sviluppo della mobilità elettrica è uno degli aspetti centrali. Obiettivo del gruppo è infatti installare almeno 100 punti di ricarica veloci in città entro il 2021, con pali intelligenti che a breve verranno installati anche nella versione a doppio punto, che consentiranno l’avvio di nuovi servizi. Intanto anche i cittadini hanno accolto bene l’innovazione, tanto che Electrify Verona allo scorso dicembre, quindi a quattro mesi dal suo avvio, ha erogato, tramite la rete di Agsm, ben 30.637 kWh, pari a circa 3.000 ricariche effettuate in città.


Leggi anche

Attraverso la controllata A2A Energy Solutions, la multiutility si è assicurata la gestione per 3 anni dell’infrastruttura che conta 384 punti di ricarica nel territorio cittadino. L’accordo prevede il rinnovo della rete con soluzioni di ultima generazione, l’alimentazione di tutte le colonnine con energia generata da fonti rinnovabili e l’introduzione di nuovi servizi smart …

Leggi tutto…

Oltre 27 milioni di euro per i lavori, durati 5 anni, di ammodernamento dell’intera infrastruttura di distribuzione elettrica a servizio della città e dei comuni della sua provincia. Realizzate tre nuove cabine primarie, 250 km di linee di ultima generazione, per un’opera ad altissimo livello di automazione che garantirà affidabilità e flessibilità al sistema elettrico di un’area a forte vocazione industriale …

Leggi tutto…

È quanto previsto dal provvedimento appena approvato dal Consiglio regionale. Le risorse andranno a sostenere i progetti dei Comuni per rendere più efficiente, sotto il profilo economico e ambientale l’illuminazione, migliorare la qualità del servizio e implementare servizi evoluti in ottica smart city. I finanziamenti, a fondo perduto, copriranno fino all’80% del costo degli interventi …

Leggi tutto…

Mettendo a frutto le competenze di Aliplast, società di Herambiente specializzata nel trattamento e riciclo della plastica, e la collaborazione con Idrotherm 2000, il Gruppo ha sviluppato delle tubazioni strutturate in Pe con un contenuto del 70% di materiale riciclato. Un chilometro di nuove condotte è stato già posato nei lavori sulla rete elettrica a Imola e Modena e a gennaio altri 2 km saranno posati nel cantiere sulla rete fognaria nel territorio di Rimini…

Leggi tutto…

Obiettivo del bando è lo sviluppo di reti intelligenti integrate con soluzioni Ict che aiutino a migliorare l’efficienza delle infrastrutture elettriche di distribuzione presenti sul territorio lucano. Aperta ai titolari delle reti di distribuzione, la gara prevede un finanziamento non inferiore a 1 milione per progetto. Il termine ultimo per presentare la candidatura è il 15 settembre…

Leggi tutto…