Debutta a Verona l’illuminazione Smart con ricarica per i veicoli

Verona guarda al futuro: un futuro sempre più smart. Nella città veneta è iniziata, prima in Europa, la sperimentazione di una nuova generazione di pali “intelligenti” per l’illuminazione, cablati in fibra ottica che, oltre a illuminare in modo efficiente, grazie alle lampade a led, contengono anche una presa di ricarica veicoli elettrici a 22 kWh, un’antenna wifi, una telecamera ad alta definizione per il controllo urbano in tempo reale e per la gestione dei parcheggi.

I nuovi pali smart sono anche già predisposti, e a breve verranno attivati, per il monitoraggio ambientale, il telecontrollo delle infrastrutture, il monitoraggio della raccolta dei rifiuti, l’erogazione di servizi istituzionali e commerciali. Sviluppati da Agsm, rappresentano insomma una nuova generazione di infrastrutture per la diffusione di servizi avanzati IoT (Internet of Things) e rappresentano una delle soluzioni più qualificanti del programma Electrify Verona, il piano a sostegno dello sviluppo della mobilità elettrica, avviato a settembre dello scorso anno dal Comune di Verona con Agsm Verona e Volkswagen Group Italia.

«Siamo molto orgogliosi dell’avvio di questa sperimentazione, la prima in Europa, fondamentale per lo sviluppo di una serie di servizi urbani in versione digitale che vanno ben oltre l’illuminazione pubblica moderna, per arrivare alla mobilità elettrica che si basa necessariamente su una rete infrastrutturale di rifornimento nuova e capillare – ha commentato Michele Croce, presidente Agsm Verona -. Inauguriamo il modello Verona di Smart City, intesa come prima città che nel 2019 inizia a dotarsi di un’infrastruttura integrata, innovativa ed eco-sostenibile al servizio del cittadino e del turista. Promuoveremo e offriremo questo modello a tutte le città d’Italia»

Un modello nel quale il gruppo crede fortemente e nel quale lo sviluppo della mobilità elettrica è uno degli aspetti centrali. Obiettivo del gruppo è infatti installare almeno 100 punti di ricarica veloci in città entro il 2021, con pali intelligenti che a breve verranno installati anche nella versione a doppio punto, che consentiranno l’avvio di nuovi servizi. Intanto anche i cittadini hanno accolto bene l’innovazione, tanto che Electrify Verona allo scorso dicembre, quindi a quattro mesi dal suo avvio, ha erogato, tramite la rete di Agsm, ben 30.637 kWh, pari a circa 3.000 ricariche effettuate in città.


Leggi anche

Entrato in esercizio il cogeneratore che produce energia termica ed elettrica dal biogas generato dal trattamento dei fanghi di depurazione. L’energia ottenuta dall’impianto, che ha una potenza termica di 528 KWT e una potenza elettrica di 404 KWE, viene poi interamente utilizzata per alimentare il processo dei reflui, abbattendo i costi energetici dell’azienda…

Leggi tutto…

È quanto prevede l’accordo stipulato con Regione Veneto, finalizzato a rendere l’infrastruttura più efficiente, sicura e sostenibile. Un piano di interventi articolato in quattro capitoli che comprendono lo sviluppo della rete, con la realizzazione di nuovi elettrodotti, tra i quali il Dolo – Camin, l’ammodernamento della rete esistente, la realizzazione di corridoi verdi e attività di ricerca tra Terna e le università venete….

Leggi tutto…

Gravemente danneggiato dal sisma del 2012, l’impianto, snodo fondamentale del sistema elettrico del ferrarese, torna a nuova vita, grazie a un investimento di 1,8 milioni di euro che lo ha dotato dei più avanzati accorgimenti tecnologici. Dalla cabina si diramano oltre 190 km di linee che, attraverso 330 cabine secondarie, garantiscono il fabbisogno energetico di 6 comuni …

Leggi tutto…

Energia: Clara Poletti, commissario dell’Autorità italiana ARERA, eletta alla Presidenza del Comitato dei regolatori di ACER, l’Agenzia europea delle Autorità nazionali dell’energia…

Leggi tutto…

Oltre 2000 punti di ricarica, dei quali 1586 normali e 456 di ricarica veloce, da installare in tutto il territorio dell’isola entro il 2022. Lo prevede il documento approvato dalla Regione per lo sviluppo di un’infrastruttura di ricarica per i veicoli elettrici, da realizzare in diversi step. A partire dai territori di Messina e Catania, con l’installazione di 24 colonnine in 12 comuni entro la fine di quest’anno…

Leggi tutto…