Depurazione a Messina: partono i cantieri

Iniziano i cantieri per la depurazione delle acque sulla costa tirrenica messinese. Si tratta di due importanti cantieri:

  • uno per l’adeguamento dell’impianto di depurazione già esistente in contrada Bazia a Fumari
  • l’altro a Torregrotta, per la costruzione del collettore fognario che consentirà di portare i reflui di cinque comuni della provincia di Messina al depuratore situato nell’agglomerato industriale ex ASI di Giammoro, frazione di Pace del Mela.

Entrambe le opere ricadono nelle responsabilità del Commissario Unico per la Depurazione Maurizio Giugni e della sua Struttura, composta dai due Subcommissari Riccardo Costanza e Stefano Vaccari. Gli interventi rientrano infatti tra le opere necessarie per l’uscita dalla procedura di infrazione comunitaria 2004/2034. Infrazione giunta fino allo stadio di condanna al pagamento di una sanzione pecuniaria (C-251/17).
 

Il cantiere a Furnari

Per quanto riguarda il cantiere di Furnari, i lavori sono stati consegnati, per il tramite della Direzione dei lavori, costituita da Bouvengit, al raggruppamento d’imprese vincitore della gara. Raggruppamento composto da:

  • Alak come mandataria
  • S.I.GE. come mandante.

Le opere, del valore di circa 2,8 milioni di euro, comprendono una serie di adeguamenti e manutenzioni, ma anche di nuove realizzazioni per potenziare la capacità di trattamento dell’impianto esistente. Questo, una volta terminati i lavori, la durata è di 547 giorni, avrà una potenzialità di 18.000 abitanti equivalenti.
 

Il sistema di collettamento

Consegnati al Consorzio Stabile EOS, vincitore dell’appalto, anche il cantiere per la realizzazione del sistema di collettamento che permetterà di portare i reflui di 5 comuni al depuratore nell’area ASI di Giammoro. I comuni interessati sono:

  • Valdina Venetico, Torregrotta, Roccavaldina, per la frazione Cardà
  • Monforte San Giorgio, per la frazione Marina.

Tutti oggi totalmente o parzialmente sprovvisti di un adeguato trattamento delle acque. Ora, attraverso la costruzione di tre collettori emissari principali, saranno collegati al depuratore, per un carico complessivo di circa 24.000 abitanti equivalenti. Il valore delle opere in questo caso è di 2,1 milioni di euro, mentre il tempo fissato per la realizzazione è di 14 mesi.
 

Opere per l’ambiente e il territorio

«Entrano nella fase operativa due interventi commissariali, che insisteranno su un territorio costiero di pregio per raggiungere tre grandi obiettivi – ha commentato in una nota il Subcommissario Costanza –. Quello prioritario ambientale, cioè per una migliore qualità delle acque restituite al mare. La prospettiva di ridurre la sanzione comunitaria a carico dell’Italia. E, altrettanto importante, dare un impulso concreto allo sviluppo locale».   

 


Leggi anche

Saranno realizzati con un investimento di 2,3 milioni di euro i lavori per l’adeguamento dell’impianto, il principale dei due, a servizio del comune in provincia di Pisa. Lavori indispensabili per superare alcune carenze impiantistiche e per aumentare la capacità di trattamento del depuratore in vista di nuovi allacciamenti alla rete fognaria. Tra le principali opere che saranno realizzate un nuovo comparto di ossidazione e una nuova vasca di sedimentazione biologica…

Leggi tutto…

Molto positivi i risultati del bilancio di esercizio relativo al 2021, con il valore economico generato pari a 650,8 milioni di euro, con un incremento dell’8% rispetto all’anno precedente e investimenti per circa 223,8 milioni. La quota maggiore di risorse, circa 79,3 milioni, è andata all’acquedotto, seguito da depurazione, 63,7 milioni, e fognature, 62,4 milioni…

Leggi tutto…

Efficientamento dei processi, sostenibilità ambientale ed elevate performance nel trattamento dei reflui. Hanno tutti questi obiettivi gli interventi di ammodernamento e potenziamento che il gestore idrico sta portando avanti sull’impianto degli Orti, realizzato negli anni Settanta. L’azienda ha già realizzato sul depuratore opere per quasi 6 milioni di euro, con importanti risultati, ma diversi lavori sono ancora in corso e altri in programma …

Leggi tutto…

La società ha concluso gli interventi di ammodernamento e potenziamento dei due impianti entrati in funzione nel 1980. Gli interventi sono stati realizzati con un investimento complessivo di 8,1 milioni di euro, dei quali 2,6 per il depuratore di Nibionno e 5,5 per quello di Valmadrera. Quest’ultimo, che già tratta i reflui di 12 comuni, è stato potenziato per accogliere anche i reflui di Oliveto Lario e della frazione Civenna del comune di Bellagio…

Leggi tutto…

La Banca Europea per gli Investimenti (BEI) sosterrà il piano industriale 2022-2025 del Gruppo CAP, che prevede interventi per circa €450 milioni in 5 anni. Il finanziamento, che si inserisce nelle politiche ambientali e nel Green New Deal della Regione Lombardia, contribuirà al miglioramento della copertura, della qualità e della resilienza dei servizi idrici del territorio servito da Gruppo CAP. …

Leggi tutto…