Distribuzione idrica: approvvigionamento intelligente per la comunità

Mr. Sok Por, Manager of the water plant

Se la pressione saliva superando le quattro barre, dovevamo usare solo una pompa per stabilizzare la pressione ed evitare la rottura delle tubature dell’acqua”, afferma il direttore Sok Por.

Il team, in standby, doveva controllare continuamente la pressione”.

 
 
Nonostante la buona volontà, il team sovrastimava spesso la pressione necessaria, causando danni alle tubature, perdite di acqua non fatturabile e sprechi di energia. L’acqua non fatturabile era pari al 26% del totale, i costi per le parti di ricambio delle pompe erano elevati e gli abitanti dei villaggi più lontani dall’impianto non avevano pressione sufficiente.

Con Demand Driven Distribution, Takéo è riuscita a ridurre gli sprechi di acqua, riducendo anche i prodotti chimici utilizzati per il trattamento dell’acqua e il numero di ore dedicato al monitoraggio delle pompe.


 

NUOVO SISTEMA

Takéo Safe Water Supply si è rivolta a Grundfos per implementare una tecnologia ben comprovata, la Demand Driven Distribution (DDD).

Per il sistema DDD, Grundfos ha fornito pompe NKE, sensori per il monitoraggio della pressione e della portata nei punti remoti più critici e i controller di sistema CU 354 e CIU 250 per il monitoraggio remoto.
 

MASSIMA AFFIDABILITÀ E COMFORT

Prima di installare un sistema DDD con pompe ad alta efficienza, pannelli di controllo e sensori di pressione, Grundfos ha effettuato un audit del sistema di pompaggio dell’impianto di Takéo.

Grundfos ha installato sensori nei punti critici della rete che misurano la pressione e la portata in base al consumo e inviano informazioni al pannello di controllo dell’impianto. Nel tempo, il sistema impara a prevedere i modelli di consumo, adeguando la pressione del sistema.

Gli addetti delle stazioni non credevano che il sistema potesse funzionare automaticamente. 
Prima dell’installazione, temevo che le tubature potessero scoppiare”, afferma Sok Por. “Se la pompa che eroga l’acqua durante la notte è impostata sull’alta pressione, ma meno persone utilizzano l’acqua, il sistema riduce la pressione autonomamente. Non mi aspettavo una cosa del genere. Ma è stato così. Fantastico!

I villaggi intorno all’impianto idrico ora hanno acqua 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana. I residenti non devono acquistare acqua in più: aprono semplicemente il rubinetto.
 

RISULTATO
  • I villaggi hanno accesso all’acqua 24 ore al giorno
  • Riducendo le perdite idriche, la società ha ottenuto risparmi sull’elettricità e sulle materie prime
  • L’acqua viene erogata in base alla pressione richiesta dai clienti
  • Il sistema DDD significa che il personale non ha più bisogno di monitorare le pompe costantemente

Leggi anche

Veneto Acque ha trasferito parte della grande infrastruttura idrica, che si estende per 150 km, ad acquevenete, ovvero il campo pozzi di Camazzole, in comproprietà con Etra, e il 100% della condotta adduttrice Vigonza – Cavarzere – Cavanella. In questo modo il gestore potrà fornire acqua pedemontana di qualità alle utenze del Polesine orientale, riducendo l’approvvigionamento da Po e Adige …

Leggi tutto…

È la soluzione sostenibile sulla quale punta il gestore idrico della provincia di Monza e Brianza per fornire acqua, non idonea al consumo umano, per irrigare le aree green sportive, senza sprecare preziosa risorsa potabile. Dopo i primi due impianti realizzati è stato messo a punto un programma di interventi per la costruzione di 20 nuovi pozzi, con un investimento di 2 milioni di euro garantito dall’ATO Monza e Brianza….

Leggi tutto…

È quanto prevede il piano di investimenti 2020-2023, approvato alla fine dello scorso anno dall’Assemblea dei Soci del gestore del ciclo idrico della provincia di Cremona. Gli investimenti riguarderanno tutte le aree del sistema idrico in tutto il territorio provinciale: il 28% verrà utilizzato per la depurazione, il 32% nell’acquedotto, il 33% nella fognatura e il 7% in investimenti generali. …

Leggi tutto…

Con un investimento di un milione di euro, la multiutility ha realizzato un altro tratto della dorsale Secchia, tra Prignano e Sassuolo, parte di un piano finalizzato a garantire l’approvvigionamento idrico dei territori dell’Appennino modenese durante i mesi estivi, quando minore è la disponibilità di acqua, a causa della natura sorgentizia delle fonti …

Leggi tutto…

Il Gruppo veneto ha acquisito il 100% del capitale azionario di Cart Acqua, società che eroga servizi tecnici nel comparto idrico e che detiene una partecipazione in Cogeide, gestore del ciclo idrico in 15 comuni della provincia di Bergamo. Un’operazione che segna l’ingresso del Gruppo, tra le maggiori realtà nazionali della distribuzione gas e nella vendita di energia, nel comparto acqua…

Leggi tutto…