È alle porte IVS – INDUSTRIAL VALVE SUMMIT: numeri da record per la quarta edizione della fiera

Trecento espositori attesi da 12 Paesi in rappresentanza di quattro continenti, nello spazio più ampio mai offerto dagli organizzatori della fiera. Numeri da record che raccontano l’attesa del settore verso la quarta edizione di IVS – Industrial Valve Summit, il più importante evento internazionale dedicato alle tecnologie delle valvole industriali e alle soluzioni di flow control. L’appuntamento, promosso da Confindustria Bergamo e Promoberg, si svolgerà alla Fiera di Bergamo il 25 e 26 maggio.

 

La parte espositiva

Per rispondere alla crescente richiesta di spazi espositivi, gli organizzatori creeranno un ulteriore padiglione che amplierà i saloni di 5000 metri quadrati. Gli spazi del Summit cresceranno così fino a raggiungere l’estensione record di 15 mila metri quadrati complessivi. Sono dodici, i Paesi da cui provengono i 300 espositori che saranno presenti ad IVS. Oltre all’Italia, si tratta di Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti d’America, Francia, Corea del Sud, Spagna, Paesi Bassi, Belgio, Sudafrica, Turchia e Repubblica Ceca.

 

La parte convegnistica

A testimoniare l’interesse degli operatori dell’intera filiera è anche il programma della parte convegnistica di IVS 2022. Il Summit introduce un calendario di workshop, laboratori e panel complementari alle cinque sessioni tematiche che costituiscono il ricco programma di conferenze, momenti di confronto e incontri tecnici. I temi dei convegni sono:

  • gli sviluppi nel design delle valvole di sicurezza, nei materiali, nei processi di manifattura, nei rivestimenti e nelle tecnologie anticorrosione;
  • attuatori e valvole di controllo;
  • emissioni fuggitive e tecnologie di guarnizione;
  • innovazione, tecnologie emergenti e scenari futuri;
  • Standard internazionali, specifiche di fornitura, gestione semplificata della documentazione e tecnologie di ispezione da remoto

 

Tavola rotonda sull’idrogeno

Il grande fermento generato dalla transizione energetica è sotto la lente d’ingrandimento del comparto. In primo piano le sfide dell’idrogeno, che necessita di nuove infrastrutture per il trasporto e la distribuzione della risorsa. L’appuntamento di apertura sarà la tavola rotonda, la prima nel suo genere, che esaminerà il ruolo dell’idrogeno nei nuovi scenari legati alla decarbonizzazione, in programma il 24 maggio. Il Summit rappresenta l’occasione per discutere le applicazioni delle ultime innovazioni, ad esempio la manifattura additiva e le tecnologie di Carbon Capture and Storage (CSS). Tutti i contenuti discussi in fiera saranno accessibili in modo libero e gratuito attraverso la piattaforma IVS Valve Campus Knowledge Platform, che condividerà in modo perenne e smart tutti i contributi scientifici di IVS 2022.

 

Chi ci sarà

Gli organizzatori di IVS confermano la presenza di oltre sessanta invitati di standing primario fra decisori, operatori e speaker internazionali. La sinergia con AVR ANIMA e con ICE consentirà la partecipazione di delegazioni provenienti da una ventina di Paesi, che avranno l’opportunità di interfacciarsi con gli operatori della filiera dell’Oil&Gas presenti in fiera, dando vita a momenti di confronto e ad attività di matchmaking. In particolare, la collaborazione operativa con UNIDO ITPO Italy porterà in fiera una delegazione di imprenditori e di rappresentanti delle istituzioni dell’Iraq, allo scopo di sviluppare il tessuto produttivo iracheno attraverso l’intensificazione del rapporto commerciale con l’Italia, favorendo gli investimenti e il trasferimento tecnologico tra i due Paesi.

 

Un momento di analisi del settore dell’Oil&Gas

IVS rappresenta una vetrina per discutere il cambiamento e analizzare le direzioni verso cui il mercato è indirizzato, soprattutto nell’attuale contesto di profondo cambiamento. Nel 2020 gli investimenti mondiali nel settore dell’Oil&Gas sono calati di circa il 30% e il recupero del 2021 si è espresso a ritmi moderati ma insufficienti a riagganciare i livelli pre-pandemia. Ne è conseguita una contrazione del fatturato delle imprese del settore (-11%) ma già nel 2021 l’export italiano è cresciuto a ritmi in linea (o più elevati) rispetto a quello dei competitor in oltre il 60% dei top-100 mercati mondiali.

I numeri emergono dall’Osservatorio IVS-Prometeia “The oil & gas valve industry in Italy”, che sarà presentato integralmente durante il convegno di apertura del Summit. La ricerca fotografa lo stato del comparto italiano, che conta 255 imprese, 11.400 addetti e un valore della produzione pari a 3.2 miliardi di euro. L’Italia è in testa alla graduatoria dei produttori UE: quasi 2 valvole su 5 per l’Oil&Gas prodotte in Europa sono italiane. In particolare, entro un raggio di 100 km dalla Provincia di Bergamo ha sede un distretto industriale che genera oltre il 90% della produzione nazionale del comparto.

 


 


Leggi anche

L’appuntamento di riferimento per il Settore Idrico, giunge alla sua sesta edizione. Organizzato da Terranova in collaborazione con Istituzioni, Utility e imprese, l’iniziativa si rivolge alla Filiera Idrica e rende protagonista l’acqua, per finalizzare strategie sostenibili rivolte a preservarne la sua natura….

Leggi tutto…

Gruppo CAP ha lanciato una open innovation challenge per individuare le proposte più innovative ed efficaci contro le infiltrazioni nella rete fognaria. L’iniziativa si rivolge a startup, università, istituti di ricerca e ricercatori di tutto il mondo e si avvale della piattaforma di crowdsourcing Open Innovability® di Enel. I migliori verranno sviluppati nei laboratori e impianti di Gruppo CAP…

Leggi tutto…

rifiuti

Il ciclo di webinar progettato da Utiliteam approfondirà i temi più caldi nelle agende dei settori idrico e rifiuti. Con la convinzione che la compliance alla regolazione sia un’occasione da cogliere dalle aziende soggette alla potestà ARERA, gli interventi che si susseguiranno offriranno punti di attenzione sulla visione di business e sulla strategia delle società operanti nel comparto ambiente….

Leggi tutto…

La digitalizzazione della gestione idrica è l’impegno concreto che le aziende più virtuose hanno preso non solo nei confronti dell’ambiente, ma anche per una governance più sostenibile.
Il Gruppo Pietro Fiorentini, con le sue soluzioni hardware e software sinergicamente integrate, guida le aziende nel processo di digitalizzazione, permettendo così di massimizzare performance ed efficienza a completo beneficio della collettività….

Leggi tutto…

Frutto della collaborazione tra Assolombarda, H2IT e LE2C, la nuova piattaforma si pone come obiettivo di favorire l’incontro e la collaborazione tra le imprese lombarde e il mondo della ricerca per supportare lo sviluppo della filiera italiana dell’idrogeno. Un punto di incontro per continuare a crescere in un settore che giocherà un ruolo decisivo nel futuro energetico europeo…

Leggi tutto…