E-distribuzione: 28 progetti per le smart grid in Sicilia

Reti più resilienti, intelligenti, performanti e in grado di accogliere una quota maggiore di energia generata da fonti rinnovabili. È quanto garantiranno i nuovi progetti sulla realizzazione delle reti intelligenti che e-distribuzione realizzerà nelle regioni del Sud Italia.

Progetti per un valore complessivo di 138 milioni di euro, finanziati da Ministero dello Sviluppo Economico, attraverso un bando del 2017, per la realizzazione di interventi di costruzione, adeguamento, efficientamento e potenziamento delle infrastrutture elettriche o smart grid proprio con l’obiettivo di favorire e incrementare la copertura del fabbisogno con energia pulita.

In totale sono state 35 le opere finanziate delle quali 16, per un valore di 54,3 milioni di euro, interessano la Sicilia. Regione quest’ultima dove e-distribuzione realizzerà altri 11 progetti per un totale di circa 43,3 milioni euro, finanziati con fondi PO FESR da Regione Sicilia. Grazie a questi 11 progetti, sarà favorito ulteriormente lo sviluppo delle energie rinnovabili, in quanto la rete sarà in grado di accogliere ulteriore potenza da generazione sostenibile distribuita, assicurando al contempo migliori performance anche agli oltre 50.000 produttori già connessi.

Considerando tutti i progetti la società interverrà in totale in Sicilia su 27 Cabine Primarie, 515 km di rete in media tensione, effettuerà la smartizzazione di 190 linee, 1350 Cabine Secondarie e saranno telecontrollati oltre 400 interruttori di bassa tensione. A questo si aggiunge l’introduzione della Smart Fault Selection, una delle più evolute tecniche di automazione al mondo, in grado di minimizzare i tempi di ripristino dei guasti, ripristinando la porzione di rete sana in meno di un secondo, e massimizzando il contributo delle energie rinnovabili per immettere in rete energia pulita.

 


Leggi anche

Le tre società hanno siglato una lettera d’intenti non vincolante per l’avvio dello studio di un percorso congiunto per valutare la possibile acquisizione degli asset del gruppo Ascopiave nella vendita di elettricità e gas e la costituzione di un’alleanza nel settore della distribuzione gas. Un’operazione che nasce dalla volontà di Ascopiave di cedere le sue attività commerciali per focalizzarsi sulla distribuzione…

Leggi tutto…

Promosso da Regione Lombardia, ARERA, RSE e Terna, il progetto pilota sull’aggregazione di numerosi sistemi di accumulo di energia prodotta da impianti fotovoltaici nasce per consentire agli utenti di piccola taglia di partecipare al mercato di dispacciamento dell’energia. Possono aderire, senza alcun onere a loro carico, tutti i cittadini dotati di sistemi di accumulo…

Leggi tutto…

«L’impegno economico più alto di sempre», ha definito il nuovo piano una nota della stessa società, forte di un volume di investimenti in crescita del 20% rispetto al documento precedente. Oltre 3 miliardi sono destinati allo sviluppo della rete elettrica nazionale, 2 miliardi alle attività di rinnovo ed efficienza e 1 alla realizzazione di dispositivi per aumentare la sicurezza e la stabilità dell’infrastruttura…

Leggi tutto…

L’amministratore delegato dell’azienda che gestisce la rete elettrica nazionale è stato premiato come miglior manager dell’anno, nel comparto energia, durante il XIX Workshop annuale di Agici e Accenture. Il prestigioso riconoscimento, si legge nella motivazione, è stato assegnato per l’impegno di Terna verso la costruzione di un sistema energetico sostenibile, sicuro e innovativo …

Leggi tutto…

Promosso dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, il progetto punta a integrare i sistemi di accumulo dell’energia e quelli di generazione da fonti rinnovabili nella rete per favorire la partecipazione attiva degli utenti finali ai mercati dell’energia, attraverso la creazione di Community Energy Storage. Saranno sviluppati anche modelli evoluti di pianificazione della rete…

Leggi tutto…