e-distribuzione attiva in Puglia la rete elettrica del futuro

È operativo il progetto Pan, Puglia active network, la grande opera di e-distribuzione che ha visto la Puglia protagonista di uno dei maggiori programmi di smart grid al mondo.

Avviato nel 2014 in risposta al bando europeo Ner 300, strumento di finanziamento promosso dalla Commissione europea con l’obiettivo di ridurre le emissioni dei gas serra, il Pan ha permesso di rendere la rete elettrica pugliese intelligente e flessibile. Oggi è pronta ad accogliere l’energia prodotta da migliaia di impianti rinnovabili e a garantire un servizio sempre più avanzato e green.

Tre le azioni principali alla base del progetto, di cui beneficeranno oltre 2 milioni di cittadini pugliesi: la digitalizzazione della rete elettrica, lo sviluppo su scala regionale di una infrastruttura di ricarica per veicoli, l’abilitazione dei cittadini alla gestione attiva dei consumi.

I lavori hanno interessato circa 30.000 chilometri di rete di media tensione, alla quale sono connessi oltre 44.000 impianti di produzione da fonte rinnovabile: infrastrutture sempre più smart in grado di dialogare tra loro e intervenire immediatamente in caso di guasti.

«Questo progetto fa della Puglia una regione all’avanguardia a livello internazionale – ha commentato Vincenzo Ranieri, amministratore delegato di e-distribuzione. Con Pan una rete smart percorre l’intera regione, favorendo l’integrazione delle rinnovabili e trasportando informazioni e dati insieme all’elettricità: un esempio concreto di come l’infrastruttura di distribuzione possa favorire la transizione energetica e diventare sempre più efficiente, sostenibile, affidabile. Da qui nasce la rete del futuro».

Altrettanto imponente il valore complessivo del piano che è stato realizzato con un investimento di 170 milioni di euro, cofinanziato al 50% dalla Commissione europea.

Alla presentazione del progetto, svoltasi a Bari, hanno partecipato, oltre a Ranieri, Andrea Cioffi, sottosegretario allo Sviluppo economico, Michele Emiliano, presidente di Regione Puglia, Domenico De Bartolomeo, presidente di Confindustria Regione Puglia, e Livio Gallo, direttore della Divisione globale infrastrutture e reti di e-distribuzione.


Leggi anche

Il Parlamento tunisino ha approvato la convenzione sottoscritta con la Banca Internazionale per la ricostruzione e lo sviluppo per il finanziamento da 7 milioni di euro degli studi preliminari del progetto di connessione elettrica tra Tunisia e Italia. Un’opera strategica, che prevede la realizzazione di una linea elettrica sottomarina della lunghezza di 200 km, della cui progettazione si sta occupando Terna con la società elettrica tunisina Steg…

Leggi tutto…

L’intervento prevede la posa di 22 chilometri di nuovi cavi interrati tra Cameri e Borgo Ticino che permetteranno di dismettere circa 24 km di linee aeree e la demolizione di oltre 100 tralicci. I lavori interesseranno anche il Parco naturale del Ticino, con l’eliminazione di 5 chilometri di linea aerea e 28 tralicci. …

Leggi tutto…

La società si è aggiudicata un bando del Ministero dello Sviluppo Economico per lo sviluppo delle reti intelligenti nelle Regioni del Sud. 16 progetti riguardano la Sicilia, dove e-distribuzione ha ottenuto anche un finanziamento regionale per altri 11 progetti che permetteranno di rendere le reti sempre più resilienti, performanti e in grado di accogliere una quota maggiore di energia da fonti rinnovabili…

Leggi tutto…

Le tre società hanno siglato una lettera d’intenti non vincolante per l’avvio dello studio di un percorso congiunto per valutare la possibile acquisizione degli asset del gruppo Ascopiave nella vendita di elettricità e gas e la costituzione di un’alleanza nel settore della distribuzione gas. Un’operazione che nasce dalla volontà di Ascopiave di cedere le sue attività commerciali per focalizzarsi sulla distribuzione…

Leggi tutto…

Promosso da Regione Lombardia, ARERA, RSE e Terna, il progetto pilota sull’aggregazione di numerosi sistemi di accumulo di energia prodotta da impianti fotovoltaici nasce per consentire agli utenti di piccola taglia di partecipare al mercato di dispacciamento dell’energia. Possono aderire, senza alcun onere a loro carico, tutti i cittadini dotati di sistemi di accumulo…

Leggi tutto…