e-distribuzione: intervento in mare per garantire l’energia a Ischia

Si è concluso con successo lo spettacolare intervento realizzato da e-distribuzione su un cavo sottomarino che costituisce un’infrastruttura strategica per la distribuzione dell’energia elettrica sull’isola di Ischia. Nell’intervento eseguito nelle acque del Golfo di Napoli sono state coinvolte, oltre ai tecnici dell’azienda, anche figure altamente specializzate a operare sott’acqua: i sommozzatori.
 

Il cavo danneggiato

L’intervento ha interessato un cavo sottomarino dell’estensione di 15 chilometri. Tale cavo garantisce la distribuzione in media tensione di energia, collegando la gemma delle Flegree alla terra ferma. Nello specifico, il collegamento è con la cabina primaria di Focevecchia Bacoli, in provincia di Napoli.

Sulla struttura, denominata 7Ischia, era stato infatti rilevato un guasto, a circa 3.100 metri di distanza dalla cabina. Guasto probabilmente dovuto al danneggiamento nel tempo a causa di ancoraggi impropri e pesca con attrezzature a strascico, entrambe iniziative non consentite nell’area di divieto dove si trovano gli elettrodotti.
 

Il team in acqua

A risolvere il problema, ha provveduto una squadra composta di circa 20 persone, tra marinai, tecnici, giuntisti ed esperti sommozzatori della società Site, azienda che realizza infrastrutture e impianti nel campo dell’energia, delle telecomunicazioni e dei trasporti. Questi hanno sostituito circa 500 metri di cavo e realizzato due giunti speciali sottomarini.

Un intervento estremamente complesso, non solo nella ricerca del punto critico, ma anche nella sua stessa esecuzione che ha richiesto ben 30 giorni di lavoro, con un investimento complessivo di oltre 760.000 euro. Per realizzarlo e-distribuzione, inoltre, ha dovuto richiedere e ottenere particolari autorizzazioni dalle capitanerie di porto competenti.
 

Aumenta il fabbisogno di potenza

Un intervento indispensabile anche in ottica preventiva. Si avvicina infatti la stagione di maggiore criticità per l’aumento del fabbisogno di potenza nelle isole, che quindi necessitano della piena disponibilità di connessione. Il tutto, in più, in un contesto di crescente rischio per il prevedibile incremento del numero di potenziali imbarcazioni che potrebbero impropriamente ancorarsi nell’area.

 


Leggi anche

Il comune milanese ha affidato alla società del Gruppo A2A la gestione della pubblica illuminazione per i prossimi 15 anni. L’accordo prevede investimenti da parte della società per quasi 2 milioni di euro, per riqualificare e ammodernare gli impianti e installare circa 3.000 lampade Led. Interventi, che insieme all’utilizzo di energia rinnovabile, garantiranno un risparmio di 253 tep e di 250 tonnellate di CO2 …

Leggi tutto…

Il nuovo provvedimento, firmato dal ministro Roberto Congolani, definisce le regole e modalità per l’erogazione dei fondi, pari a 3,1 miliardi di euro, previsti dal PNRR per il rafforzamento delle reti intelligenti. Possono accedere al finanziamento tutti gli operatori della distribuzione elettrica per interventi finalizzati all’incremento della hosting capacity e dell’elettrificazione dei consumi. Il 45% delle risorse è destinato a progetti da effettuare in otto regioni del Centro-Sud. …

Leggi tutto…

Il comune ha approvato la proposta di project financing per la concessione del servizio e il miglioramento ed efficientamento degli impianti. Tra i quattro progetti presentati è stato scelto quello di Hera Luce, che garantirà un drastico abbattimento dei consumi, pari al 62% rispetto a quelli attuali, e prevede l’introduzione di innovazioni per implementare servizi di smart city. La durata della concessione è di 25 anni…

Leggi tutto…

Realizzato nella centrale di Torino Nord, il sistema permette di dare impulso allo sviluppo delle rinnovabili e offrire servizi di sostegno alla stabilità della rete elettrica nazionale. Si tratta del primo sistema realizzato dal Gruppo dopo l’assegnazione da parte di Terna del 30% della capacità del Nord Italia di Fast Reserve…

Leggi tutto…

La gamma Ermatic® é una soluzione completa e modulare di dispositivi in ghisa sferoidale per la copertura di un’ampia gamma di reti sotterranee: Reti fognarie: pozzetti d’ispezione, camerette di dissabbiatura e pozzetti a cisterna, ecc.; Telecomunicazioni: pozzetti di infilaggio e derivazione, ecc. ; Energia elettrica: posa di segnali, segnalazione, cameretta per trasformatore, scatola di derivazione, ecc. I suoi vantaggi principali sono: modularità, durabilità, impermeabilità alle infiltrazioni (acque di scorrimento), stabilità, grande apertura per il passaggio di macchinari di grandi dimensioni….

Leggi tutto…