e-distribuzione rende smart la città dei trulli


Il comune di Alberobello entra nel progetto Puglia Active Network, il progetto messo a punto da e-distribuzione per rendere smart la rete di distribuzione dell’energia elettrica pugliese. Nella capitale dei trulli, la società del gruppo Enel ha appena inaugurato 38 cabine secondarie di trasformazione che forniscono energia elettrica a circa 6.000 utenti, dotate delle più avanzate tecnologie e dispositivi che consentono un puntuale controllo della rete per garantire una elevata qualità del servizio. Nel comune che appartiene all’area della città metropolitana di Bari, e-distribuzione installerà anche 3 delle 74 colonnine di ricarica per le vetture che verranno distribuite su tutto il territorio nazionale, 16 delle quali di ultimissima generazione, le Multi fast recharge, che saranno dislocate lungo le direttrici principali per consentire di attraversare tutta la regione senza correre il rischio di restare senza energia. Più in generale, il progetto di Puglia Active Network portato avanti dall’azienda con un investimento di 170 milioni di euro, grazie anche all’apporto del bando europeo Ner 300, permetterà di rendere smart circa il 50% delle linee elettriche di media tensione regionali e oltre 8.000 cabine saranno in grado di dialogare tra loro attraverso una velocissima rete di comunicazione in tecnologia Lte in aree a bassa e media densità abitativa. La Puglia inoltre è una regione con una elevata presenza di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile e necessita quindi di ottimizzare l’esercizio della rete elettrica, caratterizzata da una forte saturazione. Grazie alle nuove tecnologie utilizzate, sarà possibile gestire in maniera ottimale anche la produzione di energia rinnovabile, per consentire l’immissione in rete di una quantità sempre maggiore migliorando allo stesso tempo la qualità del servizio offerto ai cittadini.


Leggi anche

Oltre 2000 punti di ricarica, dei quali 1586 normali e 456 di ricarica veloce, da installare in tutto il territorio dell’isola entro il 2022. Lo prevede il documento approvato dalla Regione per lo sviluppo di un’infrastruttura di ricarica per i veicoli elettrici, da realizzare in diversi step. A partire dai territori di Messina e Catania, con l’installazione di 24 colonnine in 12 comuni entro la fine di quest’anno…

Leggi tutto…

Si tratta di fondi europei messi a disposizione per interventi sulle reti dell’isola e l’efficienza energetica degli edifici comunali. La dote maggiore, 43 milioni, è andata a e-distribuzione, per 11 progetti per la realizzazione delle smart grid. Oltre 36 milioni a Terna: 6,2 destinati alla direttrice Partinico-Partanna nel palermitano e poco più di 30 milioni per la stazione elettrica di Vizzini in provincia di Catania…

Leggi tutto…

L’intesa siglata tra la società del gruppo Enel e l’assessorato regionale alla Protezione civile ha come obiettivo di rafforzare la cooperazione nei casi di emergenza che coinvolgano il sistema elettrico. A questo scopo prevede attività di formazione congiunta, esercitazioni e l’ottimizzazione dei processi di comunicazione, in modo da garantire interventi rapidi, efficienti e coordinati …

Leggi tutto…

Il gruppo ha presentato il nuovo piano 2019-2021 che prevede un incremento del 12% degli investimenti rispetto al precedente. Ben 11 miliardi saranno destinati alle reti e alle fonti rinnovabili, campo quest’ultimo dove si punta al target del 62% del mix energetico generato da fonti green per il 2021. Le risorse destinate all’Italia ammontano a 7,6 miliardi, con lo sviluppo della fibra ottica tra i principali focus …

Leggi tutto…

Attraverso la controllata A2A Energy Solutions, la multiutility si è assicurata la gestione per 3 anni dell’infrastruttura che conta 384 punti di ricarica nel territorio cittadino. L’accordo prevede il rinnovo della rete con soluzioni di ultima generazione, l’alimentazione di tutte le colonnine con energia generata da fonti rinnovabili e l’introduzione di nuovi servizi smart …

Leggi tutto…