e-distribuzione: rinnovate le linee elettriche nel palermitano


e-distribuzione ha concluso il Progetto Carini, un grande piano di interventi realizzato sulle linee elettriche della provincia di Palermo. Portato avanti con un investimento di 3,5 milioni di euro, il piano ha interessato un vasto territorio, che comprende l’Isola delle Femmine, Capaci, Torretta, Carini, Cinisi, Terrasini, Partinico e Balestrate, dove sono stati ammodernati 40 km di reti elettriche e 90 cabine secondarie di trasformazione. In particolare, sono state introdotte tecnologie innovative ed evolute per aumentare il telecontrollo degli impianti e l’efficienza dell’infrastruttura.
Nell’ambito del progetto, inoltre, è stato realizzato e messo in servizio un nuovo Centro satellite, un impianto in media tensione (20.000 Volt) che migliora notevolmente la qualità del servizio elettrico. L’impianto è, infatti, un importante snodo per la distribuzione dell’energia, che attraverso linee dedicate a elevata affidabilità, consente di ripartire i carichi in maniera ottimale. Garantirà, quindi, una maggiore disponibilità di elettricità e una migliore stabilità e flessibilità di esercizio della rete elettrica.
Per ridurre l’impatto sull’ambiente e sulla viabilità, gli scavi per la posa di nuove linee in cavo interrato sono stati effettuati avvalendosi di tecniche a basso impatto, come la Trivellazione orizzontale controllata. Un elicottero è stato impiegato per la posa di nuovi sostegni in aree impervie e dei droni hanno per assistere il personale operativo nella realizzazione dei nuovi elettrodotti aerei.


Leggi anche

Si tratta del nuovo collegamento elettrico tra Toscana, Sardegna e Corsica, che il gestore della rete elettrica nazionale realizzerà con un investimento di oltre 520 milioni di euro. Un’opera di interesse comunitario resa necessaria per rafforzare l’attuale collegamento, il Sa.Co. I 2, realizzato negli anni Sessanta e ormai obsoleto…

Leggi tutto…

Già attiva in tutto il territorio nazionale, la rete di trasporto è costituita da 6300 km di fibra ottica ed è in grado di raggiungere una velocità di 400 Gigabit per secondo. Realizzata con apparati di ultima generazione, permetterà di offrire agli operatori nuovi servizi e di rispondere ai crescenti volumi di traffico generati dalle applicazioni più avanzate che la rete a banda ultralarga abilita …

Leggi tutto…

Nominato all’unanimità dal Collegio. La nomina sarà operativa dalla data di formale autorizzazione da parte della Presidenza del Senato della Repubblica….

Leggi tutto…

La società ha sottoscritto con un pool di 13 banche, che comprende istituti nazionali e internazionali, un mega finanziamento destinato a sostenere la costruzione della rete in fibra ottica in modalità Fttc in tutta Italia, raggiungendo 19,5 milioni di unità immobiliari. Della partita anche Cassa depositi e prestiti e banca europea per gli investimenti …

Leggi tutto…

Supportare gli investimenti di realtà pubbliche e private per lo sviluppo della banda larga nelle zone rurali e scarsamente popolate d’Europa. Con questo obiettivo è stato creato il Connecting Europe Broadband Fund. Che ora ottiene la sua prima dotazione di risorse, messe a disposizione dai partner: Commissione europea, Banca europea per gli investimenti, KfW, la nostra Cassa depositi e prestiti e la francese Caisse des Dépôts

Leggi tutto…