Ecomondo, Italian Exhibition Group raccoglie la sfida del biometano

Dal 6 al 9 novembre a Rimini, in collaborazione con CIB e CIC,
il punto su best practices e innovazioni tecnologiche

Settore in fermento dopo l’approvazione del nuovo decreto:
sul piatto 4,7 milioni di incentivi da sfruttare sul fronte trasporti

 

Quella che si è aperta è una nuova fase di investimenti che si calcola porterà, grazie al potenziale di gas rinnovabile producibile al 2030, ad un giro di affari complessivo di circa 85,8 mld di euro e 21mila nuovi posti di lavoro (Fonte Althesys).

Ecomondo si conferma la piattaforma ideale da cui intraprendere le nuove sfide. Grazie a partner strategici come CIC (Consorzio Italiano Compostatori) e CIB (Consorzio Italiano Biometano) saranno presentate le best practices e le principali innovazioni tecnologiche disponibili in Italia (terza nazione al mondo per la produzione di biometano). Giovedì 8 novembre, l’occasione per fare il punto sarà la tavola rotonda della Piattaforma Tecnologica Nazionale Biometano, nata sotto le ali di CIC e CIB e il cui battesimo è avvenuto proprio ad Ecomondo nel novembre 2016.

Giovedì 8 novembre, a cura del Comitato Tecnico Scientifico di Ecomondo, Ministero dello Sviluppo Economico e Cluster nazionale della Chimica Verde SPRING sarà invece proposto il punto sulle “Bioraffinerie integrate nei territori – Casi di successo e prospettive di sviluppo”: un appuntamento sulle esperienze più avanzate della bio industria italiana, con i riflettori sulle infrastrutture di bioeconomia considerate casi studio anche a livello internazionale.

Tra i focus della 22a edizione di Ecomondo, oltre alle esperienze più innovative di bioeconomia circolare nei Paesi Ocse e del Mediterraneo e al tema della plastica e al marine litter, anche momenti di approfondimento sulla bonifica dei siti inquinati e il monitoraggio dell’aria.

L’industria 4.0 per una maggiore efficienza nella gestione e utilizzo dei rifiuti sarà invece al centro di un incontro organizzato dal Comitato tecnico-scientifico di Ecomondo insieme al CNR e alle Università di San Marino e di Bologna. La robotica e l’automazione sono infatti essenziali per migliorare la selezione dei rifiuti dopo la raccolta mentre l’Internet of Things e il data analytic contribuiscono a rendere più intelligenti i processi della logistica.

Altro fronte aperto è quello della relazione tra economia circolare e salute. “Economicità (Circolare) e Salute: drivers di innovazione nelle città” il titolo del convegno in programma mercoledì 7 novembre, a cura del Comitato Scientifico di Ecomondo. Tra i relatori il presidente dell’Healthy City Institute Andrea Lenzi (Università La Sapienza), il presidente della Compagnia San Paolo di Torino Francesco Profumo e l’assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Milano Marco Granelli.

In contemporanea con Ecomondo, alla 12a edizione di Key Energy, il salone delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica, la mobilità sarà protagonista con soluzioni eco-compatibili, economicamente sostenibili e socialmente efficaci. Città Sostenibile, che abbraccia tutti i temi collegati al concetto di smart cities, dedicherà ampio spazio al settore in termini di prodotti esposti e di contenuti informativi, con focus dedicati al settore automotive, di sharing mobility e guida autonoma. Grande attenzione sarà riservata all’esposizione statica e dinamica di auto elettriche, bifuel, ibride, accanto a Bike & car sharing, senza dimenticare il trasporto pubblico locale, né l’importanza di temi quali connettività e intermodalità.


Leggi anche

Il sito sorge a Sant’Agata Bolognese, alle porte di Bologna, ed è il primo di questo tipo realizzato in Italia da una multiutility. Dotato di tecnologie all’avanguardia, ha richiesto un investimento di 37 milioni di euro ed è in grado di trattare annualmente 135.000 tonnellate di rifiuti organici da raccolta differenziata e dalla pulizia del verde producendo 7,5 milioni di metri cubi di combustibile rinnovabile al 100%…

Leggi tutto…

Anche quest’anno Gruppo CAP sarà presente a Ecomondo, per presentare i progetti e le sperimentazioni più recenti e per rendere trasparenti e tangibili i risultati che si possono raggiungere in termini di innovazione per la tutela dell’ambiente. Alla fiera leader della circular e green economy, lo stand di Gruppo CAP è nel padiglione D1 – Global Water Expo – corsia 2, stand 34

Leggi tutto…

Sorge a Rende, comune del cosentino, nel sito di Calabra Maceri, azienda specializzata nel recupero e smaltimento dei rifiuti urbani. Cuore dell’impianto è il biodigestore, frutto di due anni di ricerca, in grado di trasformare 40.000 tonnellate annue di rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata in 4,5 milioni di metri cubi di biometano …

Leggi tutto…

Il documento 361/2018/R/gas illustra gli orientamenti dell’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente in merito alle nuove direttive per la connessione degli impianti di biometano alle reti gas e riguardo l’incentivazione del biometano. Gli interessati hanno tempo per esprimere le loro osservazioni e proposte fino al 30 luglio …

Leggi tutto…

Ieri è ricorso il primo anniversario della sperimentazione sulla Panda a metano alimentata esclusivamente con il biometano prodotto dall’impianto per la depurazione delle acque reflue del Gruppo CAP a Bresso-Niguarda (Milano). Infatti, il 14 marzo 2017 al Mirafiori Motor Village di Torino, Elisa Boscherini (responsabile di Institutional Relations di FCA per l’area EMEA) consegnò la vettura ad Alessandro Russo, presidente di Gruppo CAP. …

Leggi tutto…