ECOMONDO, missione 2022: guidare la transizione ecologica

 Alla fiera di Rimini di IEG dall’8 all’11 novembre in contemporanea a Key Energy

  • Quattro i pillar dell’edizione: gestione rifiuti, bioeconomia, trattamento acque, bonifica siti contaminati
  • Contenuti speciali: textile hub, salvaguardia ambientale, food waste, sanificazione e start-up
  • Ricca sezione convegnistica predisposta dal Comitato scientifico presieduto dal prof. Fabio Fava

Torna Ecomondo, l’appuntamento “faro” per la transizione ecologica. Tra i padiglioni del quartiere fieristico di Rimini di Italian Exhibition Group, dall’8 all’11 novembre prossimi, saranno mostrate le migliori soluzioni tecnologiche “green”.

 

ECOMONDO, I QUATTRO PILLAR DELL’EDIZIONE 2022

A organizzare l’esposizione saranno i quattro pillar di Ecomondo: 1 gestione e valorizzazione dei rifiuti e loro trasformazione in materia prima seconda; 2 bioeconomia circolare e bioenergie; 3 trattamento e gestione della risorsa idrica; 4 bonifica e riqualificazione dei siti contaminati ed industriali dismessi e rischio idrogeologico. Dai grandi macchinari per il recupero di metalli alle soluzioni di controllo digitale per la distribuzione delle acque; dalle tecnologie di rigenerazione dei suoli e dei siti industriali dismessi alle stampanti 3D alimentate da bioplastiche.

 

I CONTENUTI SPECIALI

Ci saranno inoltre alcuni contenuti speciali.

  • Textile Hub
    L’Osservatorio Tessile è l’hub che dall’edizione 2021 punta ad unire tutti i principali player della filiera: dal produttore del rifiuto, ai gestori sino ai consorzi e associazioni di categoria, istituti di ricerca e sviluppo con il focus sull’ecodesign nella produzione tessile sostenibile.
  • Salvaguardia e rigenerazione ambientale
    Dalle “trenchless technologies” al risanamento e riqualificazione di siti inquinati e la rigenerazione delle coste, a Rimini esporranno vere eccellenze Made in Italy per la tutela dell’ambiente che forniscono servizi di progettazione per grandi opere
  • Food waste
    Istituzioni, aziende e cittadini per raggiungere l’obiettivo 12 dell’Agenda 2030 devono ridurre gli sprechi alimentari: Ecomondo presenterà le ultime tecnologie e buone pratiche che coniugano qualità del cibo e riduzione degli scarti nelle fasi di pre e post consumo.
  • Villaggio della sanificazione
    Altra area che ha visto il debutto nella scorsa edizione: torna con tecnologie e prodotti che sono oggi parte integrante degli standard di prevenzione e di salubrità degli ambienti di lavoro pubblici e privati
  • Start-up e Innovazione. Start-up e scale-up italiane e internazionali sono a Ecomondo per completare con prodotti o servizi innovativi la filiera delle green technologies, dal riciclo alle rinnovabili, in partnership con ICE e ART-ER.

 

ECOMONDO, I CONVEGNI

Distinte per conferenze sul PNRR, di filiera e conferenze “faro”, anche per l’edizione 2022 di Ecomondo si prepara un calendario di convegni e seminari con esperti, ricercatori, aziende e istituzioni nazionali e internazionali con una sempre maggiore presenza della Commissione europea, che rendono l’appuntamento di IEG di primo rilievo europeo e mediterraneo sul fronte dell’innovazione e delle policy della transizione ecologica, anche grazie al lavoro del Comitato Tecnico Scientifico diretto dal professor Fabio Fava dell’Università di Bologna. Ecomondo, ospiterà l’11ª edizione degli Stati Generali della Green Economy promossi dal Consiglio Nazionale della Green Economy in collaborazione con il Ministero della Transizione Ecologica e il patrocinio della Commissione europea.
 

ABOUT ECOMONDO 2022

Qualifica: Fiera internazionale
Organizzazione: Italian Exhibition Group S.p.A.
Periodicità: annuale
Edizione: 25ª
Date: 8-11 novembre
mail: ecomondo@iegexpo.it
Website: www.ecomondo.com
Facebook: www.facebook.com/EcomondoRimini
Twitter: http://twitter.com/Ecomondo
LinkedIn: https://www.linkedin.com/company/ecomondo-the-green-technologies-expo/

 

PRESS CONTACT ITALIAN EXHIBITION GROUP

Head of media relation & corporate communication: Elisabetta Vitali
Press office manager: Marco Forcellini
International press office coordinator: Silvia Giorgi; media@iegexpo.it

 

MEDIA AGENCY: MYPR Lab

Filippo Nani, filippo.nani@myprlab.it
Enrico Bellinelli, enrico.bellinelli@myprlab.it; mob. +39 392 7480967
Giulia Lucchini, giulia.lucchini@myprlab.it, mob. +39 348 7853679

  

FOCUS ON ITALIAN EXHIBITION GROUP

Italian Exhibition Group S.p.A., società con azioni quotate su Euronext Milan, mercato regolamentato organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., ha maturato negli anni, con le strutture di Rimini e Vicenza, una leadership domestica nell’organizzazione di eventi fieristici e congressuali e ha sviluppato attività estere – anche attraverso joint-ventures con organizzatori globali o locali, come ad esempio negli Stati Uniti, Emirati Arabi Uniti, Cina, Messico, Brasile e India – che l’hanno posizionata tra i principali operatori europei del settore.

Il presente comunicato stampa contiene elementi previsionali e stime che riflettono le attuali opinioni del management (“forward-looking statements”) specie per quanto riguarda performance gestionali future, realizzazione di investimenti, andamento dei flussi di cassa ed evoluzione della struttura finanziaria. I forward-looking statements hanno per loro natura una componente di rischio ed incertezza perché dipendono dal verificarsi di eventi futuri. I risultati effettivi potranno differire anche in misura significativa rispetto a quelli annunciati, in relazione a una pluralità di fattori tra cui, a solo titolo esemplificativo: andamento del mercato della ristorazione fuori casa e dei flussi turistici in Italia, andamento del mercato orafo – gioielliero, andamento del mercato della green economy; evoluzione del prezzo delle materie prime; condizioni macroeconomiche generali; fattori geopolitici ed evoluzioni del quadro normativo. Le informazioni contenute nel presente comunicato, inoltre, non pretendono di essere complete, né sono state verificate da terze parti indipendenti. Le proiezioni, le stime e gli obiettivi qui presentati si basano sulle informazioni a disposizione della Società alla data del presente comunicato.

 
 


Leggi anche

La multiutility con Enea e l’Università di Bologna ha sperimentato presso il depuratore di Cesena un innovativo sistema smart che consente di gestire e ottimizzare il riuso delle acque trattate in base alle caratteristiche qualitative e alle esigenze idriche e nutrizionali delle singole colture in campo. Con risultati molto positivi sia in termini di risparmi di acqua e concimi sia di sicurezza dei prodotti, delle colture e del suolo …

Leggi tutto…

Trasformare uno strumento anticorruzione in uno strumento di garanzia di trasparenza e di promozione della sostenibilità. Questo è l’obiettivo che Gruppo CAP, gestore del servizio idrico della Città metropolitana di Milano, si è posto con la revisione del proprio vendor rating, che entro la fine del 2022 diverrà uno strumento di sustainable procurement negli ambiti della legalità, inclusione, contrasto al cambiamento climatico e innovazione….

Leggi tutto…

Molto positivi i risultati del bilancio di esercizio relativo al 2021, con il valore economico generato pari a 650,8 milioni di euro, con un incremento dell’8% rispetto all’anno precedente e investimenti per circa 223,8 milioni. La quota maggiore di risorse, circa 79,3 milioni, è andata all’acquedotto, seguito da depurazione, 63,7 milioni, e fognature, 62,4 milioni…

Leggi tutto…

Al posto dell’ex termovalorizzatore di Sesto San Giovanni nasce la BioPiattaforma di ZeroC, un impianto che unirà la termovalorizzazione dei fanghi di depurazione con la produzione di biometano. Infatti, dal trattamento della FORSU – il rifiuto organico urbano – si può ottenere gas 100% naturale e compatibile con l’immissione in rete per uso domestico….

Leggi tutto…

Realizzato da Snam4Environment, l’impianto è il primo di questo tipo in Sicilia e a pieno regime consentirà di recuperare circa 36.000 tonnellate/anno di FORSU, producendo 3,6 milioni di metri cubi di biometano e 10.000 tonnellate di digestato da usare come concime. Permetterà così di migliorare la gestione dei rifiuti nella provincia e di evitare l’immissione in atmosfera di 7.000 tonnellate di CO₂…

Leggi tutto…