Edison realizza un nuovo teleriscaldamento per Alzano Lombardo

Entrerà in funzione per la stagione termica 2021-2022 il nuovo sistema di teleriscaldamento a servizio di Alzano Lombardo. A realizzarlo è Edison Teleriscaldamento, società al 100% di Edison, tra i maggiori operatori energetici del nostro Paese, che sta completando la prima parte dei lavori. Un’opera che sarà realizzata con un investimento pari a circa 5,5 milioni di euro, interamente sostenuto da Edison.

 

Una centrale più efficiente

Il progetto messo a punto dalla società, e frutto della collaborazione con il Comune della provincia di Bergamo, prevede il totale rifacimento dell’attuale centrale di produzione. Al suo posto sarà realizzato un nuovo e più efficiente impianto di cogenerazione da 2 MW, che produrrà energia elettrica e termica. La scelta è ricaduta su un cogeneratore ad alto rendimento, che consente l’abbattimento delle emissioni per oltre 2000 tonnellate di CO2 all’anno. Una scelta finalizzata a migliorare l’efficienza nella produzione termica, con conseguenti risparmi in bolletta per le utenze, e a garantire l’efficacia del servizio.

La centrale. Inoltre, sarà spostata in prossimità dell’area Ex Italcementi, con lo scopo di collocarla in posizione strategica e di valorizzare l’area.

 

L’estensione della rete

Il programma delle opere contempla anche l’ammodernamento della rete di distribuzione del calore esistente. Questa sarà anche estesa di ulteriori oltre 6 km, in modo da raggiungere oltre 40 utenze, fra cittadini, centri commerciali, aziende e soggetti pubblici. L’obiettivo è infatti di portare il servizio anche nelle aree di Alzano ancora non raggiunte. In particolare, si tratta delle zone di Alzano Sopra e dei quartieri residenziali in zona Nesa, per una nuova volumetria allacciata di oltre 400.000 m3.

Esempio virtuoso di cooperazione tra un ente pubblico e un soggetto privato, il nuovo teleriscaldamento rappresenta uno degli assi portanti che consentiranno al comune di raggiungere i suoi obiettivi di sostenibilità. Obiettivi che contemplano una riduzione del 40% delle emissioni di CO2 in atmosfera entro il 2030.

 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale
di Servizi a Rete per essere il primo a conoscere le attività

 


Leggi anche

La Regione ha approvato e pubblicato il nuovo documento per l’autorizzazione degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Pensate per facilitare la vita a chi deve installare i sistemi, le linee guida sostituiscono le precedenti, emanate nel 2012. Un aggiornamento indispensabile per via delle modifiche normative degli ultimi anni e del mutato panorama energetico …

Leggi tutto…

Approvato il progetto della nuova linea che unirà l’isola alla terraferma. La nuova linea collegherà le cabine primarie di Colmata, a Piombino, e di Portoferraio, nell’Elba. Avrà un’estensione di 37 chilometri, dei quali 34 posati sotto il livello del mare e 3 interrati. Gli approdi verranno realizzati con la tecnica no-dig della perforazione teleguidata (TOC). Il costo dell’infrastruttura è di 90 milioni di euro….

Leggi tutto…

La Regione ha approvato un bando finalizzato ad efficientare e ammodernare gli impianti di pubblica illuminazione. Il bando si rivolge esclusivamente ai comuni con una popolazione fino a 5.000 abitanti e mette a disposizione in totale 15 milioni di euro. Gli interventi ammessi devono essere realizzati, collaudati e rendicontati entro il 30 novembre 2023…

Leggi tutto…

Sono 31 i Comuni che hanno aderito al grande progetto di rinnovamento dell’illuminazione pubblica promosso dalla Comunità Montana di Valle Sabbia. Un piano, da 46 milioni di investimento in 16 anni, che, partendo dalla riqualificazione degli impianti, porterà all’implementazione di innovativi servizi di smart city. A realizzarlo sarà Citelum, tra le maggiori realtà internazionali del settore…

Leggi tutto…

Iniziato l’iter autorizzativo per la linea Santa Teresa-Tempio-Buddusò, un nuovo elettrodotto da realizzare nel Nord della Sardegna e funzionale al fabbisogno estivo e alla decabonizzazione dell’isola. Insieme alla rete, che si svilupperà per 90 km, attraversando otto comuni della Gallura, saranno realizzate due stazioni elettriche, con un investimento di 65 milioni di euro….

Leggi tutto…