ENEA e SGI insieme per lo sviluppo di progetti di decarbonizzazione del sistema energetico

Sfruttare le infrastrutture gas per la distribuzione e l’accumulo di gas alternativi generati con l’utilizzo di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili. È a questo obiettivo che punta l’accordo quadro siglato tra ENEA e SGI (Società Gasdotti Italia), società che, con i suoi 1.600 chilometri di gasdotti ad alta pressione nel Centro-Sud Italia, rappresenta uno dei principali gestori di sistemi di trasporto gas nel nostro Paese.

Al centro dell’accordo lo sviluppo di progetti pilota che prevedono l’impiego della tecnologia Power to Gas (P2G), un processo innovativo messo a punto da ENEA, che consente di produrre gas alternativi al metano con l’energia elettrica generata in surplus da fonti rinnovabili.

La collaborazione tra le due realtà punta infatti a promuove l’uso innovativo della rete per l’accumulo e la distribuzione di gas diversi da quello naturale, come idrogeno e metano sintetico, prodotti in sinergia con il riutilizzo dell’anidride carbonica proveniente da processi industriali e da sorgenti naturali. Il metano sintetico prodotto con questo sistema, pur risultando un gas con tutte le proprietà del metano di origine fossile, è al 100% rinnovabile.

«Il nostro principale obiettivo è dimostrare l’operatività su scala industriale del sistema P2G che, grazie alla sua flessibilità, è una delle tecnologie che possono contribuire maggiormente a una generazione di energia elettrica proveniente al 100% da fonti rinnovabili, per una progressiva decarbonizzazione del sistema elettrico», ha commentato Stefano Giammartini, responsabile della divisione Produzione, conversione e uso efficiente dell’energia di ENEA.

Una tecnologia che ha tra i suoi ulteriori punti di forza l’alto potenziale di applicazione proprio grazie alla possibilità di consentire un utilizzo alternativo delle infrastrutture esistenti, rappresentando così un prezioso supporto delle reti energetiche nazionali.

L’analisi degli aspetti di sicurezza legati alla produzione, al trasporto e all’utilizzo di questi combustibili, lo studio della normativa tecnica applicabile al settore e le attività di indagine tecnico-economica, sono parte integrante dell’accordo.


Leggi anche

È della cooperativa vitivinicola di Caviro di Faenza il primo impianto per la produzione di biometano agricolo connesso alla rete di trasporto del gas di Snam. L’impianto è alimentato con i sottoprodotti del ciclo produttivo della stessa azienda e coi reflui di allevamenti della zona e può produrre biocarburante per alimentare fino a 18.000 veicoli all’anno…

Leggi tutto…

Di fronte alla sfida imposta dai cambiamenti climatici e dalla trasformazione sempre più veloce delle città, la tecnologia e la digitalizzazione svolgeranno un ruolo centrale. Negli interventi istituzionali gli specialisti di enti e utilities mostreranno come le nuove tecnologie siano indispensabili per garantire la continuità dei servizi erogati, riprogettarli e migliorarne la gestione e la qualità in funzione delle nuove esigenze e in un’ottica di sostenibilità ambientale, anche grazie a una più efficiente e capillare raccolta dati….

Leggi tutto…

L’impianto, che sarà realizzato con un investimento di 50 milioni di euro, sorgerà nel comune di Vezzano Ligure e potrà trattare circa 60.000 tonnellate/anno di rifiuti organici da raccolta differenziata, producendo 6 milioni di mc/anno di biometano, da immettere nella rete di distribuzione gas, e 14.300 tonnellate/anno di ammendante di compostato misto destinato all’agricoltura…

Leggi tutto…

Servizi a Rete TOUR 2019, 26-27 Giugno 2019 | Bologna, Spazio HERA

Durante la quinta edizione, dedicata al tema della “Digital transformation e le utility alla guida del cambiamento urbano”, esperti provenienti da tutta Italia si daranno appuntamento a Bologna in “casa HERA” per confrontarsi sul tema della gestione delle reti del sottosuolo e per mettere a fattor comune le proprie esperienze e progetti. Questo uno degli interventi in programma.
Scopri di più……

Leggi tutto…

La società italiana è stata scelta da Eda Thess, gestore della distribuzione gas nella prefettura di Salonicco e nella regione della Tessaglia, come consulente per aiutarla a migliorare il livello dei servizi forniti e la sicurezza delle infrastrutture. L’accordo spazia su diversi ambiti, dai sistemi informativi allo smart metering, dalla costruzione, esercizio e manutenzione delle reti alla loro digitalizzazione….

Leggi tutto…