Enel X, Nissan e RSE avviano a Milano la sperimentazione della tecnologia Vehicle to Grid

Ha preso il via a Milano la prima sperimentazione in Italia del Vehicle to Grid (V2G), la tecnologia che consente alle auto alimentate a motore elettrico non solo di prelevare energia dalla rete, ma anche di restituirla, contribuendo così alla stabilizzazione dell’infrastruttura elettrica. A portare avanti il progetto sono Enel X, Nissan e Rse (Ricerca Sistema Energetico).

Protagoniste del progetto due infrastrutture di ricarica bidirezionale di Enel X, installate nella microrete sperimentale di RSE, che attraverso un’apposita piattaforma di controllo consentono di utilizzare le Nissan Leaf per la stabilizzazione della rete. La completezza delle funzioni che verranno testate, che includono diversi servizi ancillari, fanno dell’iniziativa una novità anche in ambito europeo, dove alcune sperimentazioni della tecnologia sono state già in atto in Danimarca, nel Regno Unito e in Germania.

Obiettivo del progetto, che durerà 18 mesi, è testare le funzionalità del V2G in base alle abitudini degli utenti privati e di chi utilizza veicoli di flotte aziendali. Durante i periodi di ricarica le batterie saranno impiegate come sistemi di accumulo energetico connessi alla rete, in grado di garantire vantaggi per il sistema elettrico e per i possessori delle auto. Tra i principali la capacità di massimizzare l’autoconsumo di energia rinnovabile da impianti domestici, ottimizzare i flussi di energia generata e consumata localmente e garantire la continuità della fornitura elettrica in caso di interruzioni. A questo si aggiunge l’opportunità per i possessori di auto elettriche di ottenere una remunerazione per i servizi forniti al sistema elettrico, massimizzando i benefici ambientali ed economici della mobilità a zero emissioni.

Sfruttando per più finalità le batterie dei veicoli elettrici, Vehicle to Grid permetterà sia di disporre, senza costi aggiuntivi, di un sistema di accumulo domestico o aziendale sia di dare un importante contributo alla stabilità e all’efficienza del sistema elettrico. Con la diffusione dei veicoli elettrici, attraverso il Vehicle to Grid e lo Smart Charging, l’Italia potrà poi disporre di una buona capacità di accumulo, fondamentale per stoccare l’energia da fonti rinnovabili non programmabili, soprattutto solare ed eolico, integrandole, in modo efficiente e con costi contenuti, nel sistema elettrico.


Leggi anche

12 le società provenienti da Italia, Germania, Belgio e Grecia, coinvolte nel progetto che ha come obiettivo lo sviluppo di tecnologie innovative per rendere l’infrastruttura elettrica più flessibile. Capofila del pilota italiano è Acea che, con Rse, Enea, Siemens, Apio ed Engineering, metterà a punto un’architettura tecnologica, basata sulla blockchain, che consentirà anche agli utenti di contribuire alla gestione ottimizzata della rete…

Leggi tutto…

La società sta sperimentando diverse tecnologie di laser scan 3D per acquisire i dati sulla sua rete e mettere a punto il “gemello” digitale dell’infrastruttura che consenta di testarla nelle condizioni più diverse. Al momento sono già state scansionate oltre 1000 cabine secondarie e più di 70 cabine primarie…

Leggi tutto…

Approvato dal Consiglio di amministrazione, il documento al 2023 destina la maggior parte delle risorse, circa 1,9 miliardi, all’estensione, ammodernamento ed evoluzione tecnologica delle reti, con una quota significativa stanziata per il rinnovo dei misuratori. A fine quinquennio previsto un margine operativo lordo di 1,25 miliardi, in aumento di 219 milioni rispetto al 2018…

Leggi tutto…

Pubblicato il nuovo bando del ministero dello Sviluppo economico a supporto degli interventi di costruzione, adeguamento, potenziamento ed efficientamento di reti intelligenti per la distribuzione di energia elettrica generata da fonti rinnovabili. Il bando è dedicato agli operatori della distribuzione elettrica di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia e ha come obiettivo di favorire l’integrazione dell’energia green nel sistema elettrico nazionale…

Leggi tutto…

È stato inaugurato il Terzo laboratorio dedicato allo sviluppo di innovazioni per la gestione sempre più intelligente della rete elettrica nazionale. Il nuovo centro, che sorge a Pero, si occuperà nello specifico di Analytics & Energy Systems, puntando a creare soluzioni smart per la gestione delle infrastrutture elettriche attraverso l’elaborazione e l’interpretazione di dati e lo sviluppo di algoritmi e strumenti avanzati di simulazione e previsione…

Leggi tutto…