ENGIE acquisisce la rete di teleriscaldamento di Corsico

ENGIE continua a crescere nel teleriscaldamento in Italia. Il colosso francese dell’energia ha infatti acquisito la rete di teleriscaldamento di Corsico, alle porte di Milano, portando così a 15 infrastrutture di distribuzione del calore gestite nella Penisola.

L’infrastruttura

Attiva da 10 anni, la rete di Corsico si estende in totale per 6 km, fornendo energia termica al quartiere Burgo e a diversi condomini, aziende, scuole e uffici pubblici nel centro della cittadina, servendo in totale circa 1600 cittadini.

La rete è alimentata da una centrale di proprietà di ATECC, società del gruppo Elaris Holding attivo nel campo delle energie rinnovabili. È dotata di caldaie e cogeneratori con una potenza termica di 28,6 MWt, che forniscono alla rete 15 GWt all’anno, e una potenza elettrica di 3 MWe. Sia le caldaie sia i cogeneratori sono a metano, che ora verrà fornito da ENGIE.

I benefici ambientali

Notevoli i benefici ambientali garantiti ai cittadini dall’infrastruttura. Ogni anno oltre 830 tonnellate di CO2 non saranno immesse in atmosfera. Così da garantire una riduzione del 20% delle emissioni di agenti inquinanti (CO2 e NOx) rispetto ai sistemi di riscaldamento tradizionali.

Nuove estensioni in prospettiva

Benefici che ENGIE intende incrementare. Il piano della società è infatti di sviluppare ulteriormente la rete, nel medio-lungo termine, puntando in due diverse direzioni:

  • estendendo l’infrastruttura ad altre aree della città
  • favorendo l’allacciamento di altre utenze alla rete già esistente

Un piano già allo studio e che si basa sul potenziale ancora non pienamente sfruttato dell’infrastruttura. La rete ha infatti un potenziale di oltre 40 GWh di energia distribuita, rispetto agli attuali 15 GWh erogati. Così come altro progetto al quale si lavora riguarda la possibilità di realizzare delle centrali di backup, in modo da garantire più sicurezza, continuità e una migliore qualità al servizio erogato. 

La dichiarazione di Matthieu Bonvoisin, direttore district heating & power di ENGIE Italia

«Crediamo fortemente nella decarbonizzazione come driver per il benessere e lo sviluppo sostenibile del territorio. Per questo abbiamo deciso di acquisire la rete di teleriscaldamento di Corsico: vogliamo contribuire alla crescita di questa comunità sviluppando un progetto che ha un impatto positivo su tutta la cittadinanza».

 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale
di Servizi a Rete per essere il primo a conoscere le attività

 

 


Leggi anche

La multiutility ha approvato il piano industriale 2021-2024, che ha nella sostenibilità e nel miglioramento e nell’evoluzione dei servizi i suoi focus. Tra i principali target l’incremento della generazione di energia rinnovabile, l’ulteriore sviluppo del teleriscaldamento a Verona e Vicenza, la digitalizzazione delle reti gas ed elettriche. Senza dimenticare lo sviluppo dei servizi ambientali in un’ottica di energia circolare….

Leggi tutto…

Con la Legge di Bilancio 2021 viene confermato il Bonus pubblicità anche per i prossimi due anni. Attraverso il credito di imposta si potrà recuperare il 50% di quanto investito in campagne pubblicitarie su quotidiani e riviste, anche online.
Prenota entro il 31 marzo la tua pianificazione per usufruire del credito d’imposta….

Leggi tutto…

Nel bilancio previsionale l’amministrazione comunale ha previsto un investimento tra i 2 e 3 milioni di euro per la realizzazione del secondo lotto dell’opera. La rete raggiungerà così le nuove aree del borgo senese e la frazione di Belforte. Entrata in esercizio nell’autunno del 2019, l’infrastruttura gestita da Geo Energy Service è alimentata da un pozzo geotermico di Enel Green Power e serve al momento oltre 150 utenze. …

Leggi tutto…

L’amministrazione del comune del milanese ha dato l’ok al progetto di revamping della centrale a metano a servizio della rete di teleriscaldamento di Engie. Il progetto prevede la costruzione di due serbatoi di accumulo e di una caldaia di backup. In questo modo sarà possibile sfruttare l’energia termica che arriverà dal termovalorizzatore di BEA a Desio e ridurre così il consumo di gas per alimentare l’infrastruttura …

Leggi tutto…

È quanto prevede il nuovo piano industriale 2021-2030 Life is our Duty, focalizzato sull’economia circolare e sulla transizione energetica, con investimenti, rispettivamente, per 6 e 10 miliardi di euro, per contribuire al conseguimento degli obiettivi di sostenibilità dell’ONU e al rilancio economico del Paese. Tra i target, ridurre del 20% delle perdite idriche, portare la capacità installata di rinnovabili a 5,7 GW, e recuperare ulteriori 4,4 milioni di tonnellate di rifiuti …

Leggi tutto…