Engie festeggia dieci anni di teleriscaldamento a Biella

A Biella si festeggiano i dieci anni del teleriscaldamento. Era il 2009 quando l’amministrazione comunale decideva di dotare la cittadina di una rete di distribuzione del calore, scegliendo come partner Engie, la multinazionale francese dell’energia, che si occupa dello sviluppo della rete e della sua gestione. Una scelta fatta per garantire agli abitanti grandi vantaggi sotto il profilo ambientale e del comfort, ben compresa e apprezzata dai cittadini. Basti pensare che ad aderire al servizio sono oltre 260 immobili della città, tra i quali diversi luoghi simbolo della città, come Palazzo Oropa, Palazzo Pella, Palazzo della Provincia, la ex Villa Schneider, la ex Villa Piacenza e il Museo del Territorio. Alla rete poi sono allacciate tutte le scuole della città, mentre a godere del servizio ben 25.000 abitanti, oltre il 60% del totale della popolazione.

L’utilizzo di questa tecnologia ha migliorato anche la qualità dell’aria nella cittadina: la riduzione annua di emissioni di CO2 ha generato infatti un impatto positivo sulla qualità dell’aria paragonabile alla piantumazione di 255.000 alberi o alla riduzione annua della circolazione di 3000 autovetture in città. «In questi dieci anni, l’abbandono degli impianti di riscaldamento a gasolio a favore del teleriscaldamento ha permesso di evitare 55.000 tonnellate di CO2 nell’atmosfera – ha infatti commentato Matthieu Bonvoisin, direttore della business line Infrastrutture energetiche di Engie Italia -. Il nostro obiettivo è quello ampliare ancora il servizio di teleriscaldamento per arrivare a servire almeno il 75% della città e dimezzare ulteriormente le emissioni».

A fronte di tali risultati Engie infatti continua a portare avanti lo sviluppo della rete. Di recente ha raggiunto il Quartiere San Francesco, ed entro il prossimo anno sarà completata anche nel Quartiere San paolo, dove già serve diversi centri di aggregazione, come il teatro Sociale e il Circolo Sociale.


Leggi anche

Il consiglio comunale della cittadina in provincia di Monza Brianza ha approvato la convenzione con Brianza Energia Ambiente per realizzare una rete di distribuzione del calore. L’infrastruttura sarà alimentata con l’energia termica generata dal termovalorizzatore di Desio, di proprietà dell’azienda e che serve già diversi comuni della provincia…

Leggi tutto…

La località del comune in provincia di Siena ora è servita dal teleriscaldamento. Alimentato da energia geotermica proveniente da una centrale di Enel Green Power, il sistema è stato progettato dalla stessa azienda e sarà gestito da Ges. Si aggiunge a quello esistente in località La Rota e a quello ora in costruzione a servizio del centro del paese …

Leggi tutto…

A realizzare l’infrastruttura sarà Etc Ecotermica Ciriè, società partecipata al 60% da Edison e per la parte restante da Ecotermica Servizi. Il progetto, del valore di 15 milioni di euro, prevede la realizzazione di una rete dell’estensione di 15 chilometri che riceverà l’energia termica da una centrale di cogenerazione alimentata a gas e a biomasse, provenienti dalla pulizia dei boschi limitrofi…

Leggi tutto…

In occasione del workshop Progetto europeo TEMPO, tenutosi a Brescia il 7 Novembre all’auditorium del termoutilizzatore di A2A, l’Ing. Lorenzo Spadoni, CEO di A2A Calore e Servizi e Presidente di AIRU, ha illustrato i possibili scenari futuri del teleriscaldamento in Italia e in Europa, e gli obiettivi principali e il ruolo di A2A all’interno del Progetto, relativo al teleriscaldamento a bassa temperatura…

Leggi tutto…

Il documento è il primo frutto della collaborazione tra la multiutility, i maggiori operatori del settore e gli ingeneri torinesi, collaborazione che porterà allo sviluppo di 4 linee guida dedicate ai sistemi di distribuzione del calore. Il primo documento analizza il comportamento degli scambiatori di calore in regime di portata variabile, indotto dall’introduzione delle valvole termostatiche …

Leggi tutto…