Engie porta il teleraffrescamento a Singapore

Il teleraffrescamento fa breccia in Asia. La multinazionale francese Engie si è aggiudicata la progettazione e realizzazione di un sistema di teleraffrecamento a servizio del Distretto digitale di Punggol. Il Distretto, in via di costruzione, è il primo di Singapore concepito in un’ottica integrata, riunendo nella stessa area un parco industriale, un’università e strutture per la comunità. Pensato per favorire lo scambio e le sinergie tra il mondo dell’industria e quello accademico, ospiterà gli edifici commerciali della Jurong Town Corporation (JTC), la società immobiliare statale che si occupa dello sviluppo e gestione delle aree industriali, un campus del Singapore Institute of Technology (SIT), il parco industriale, ambulatori, strutture per l’infanzia, parchi e spazi pubblici per i residenti della zona. Un ecosistema orientato all’innovazione, dove verranno sviluppate soluzioni in tutti i settori industriali chiave, dalla sicurezza a tutte le nuove frontiere dell’economia digitale.

Un ecosistema, inoltre, anche green, che prevederà l’impiego delle soluzioni più all’avanguardia per ottimizzare i consumi di energia e ridurre le emissioni. In questo contesto si inserisce alla perfezione una soluzione a basso impatto ambientale e alta efficienza come il teleraffrescamento: tutte le strutture del Distretto saranno raffrescate dall’infrastruttura di Engie, che si svilupperà come una serie di impianti interconnessi per una capacità totale di 105 MW.

Per la multinazionale questo sarà solo il primo di una serie di progetti che intende realizzare nella regione. Engie, infatti, lo scorso anno ha annunciato l’intenzione di costruire proprio a Singapore un suo centro di competenza sul teleraffrescamento. La costruzione del centro, prevista entro il 2023, sarà sostenuta da un investimento di circa 80 milioni di dollari e ha l’obiettivo di sviluppare nuovi progetti innovativi di teleraffrescamento nella città-stato e nella regione Asia-Pacifico.


Leggi anche

Inizierà a breve la realizzazione di un mega impianto solare a servizio della rete di distribuzione del calore di Ludwigsburg, nel Baden-Württemberg. A progettare e realizzare il sistema è l’azienda danese Arcon-Sunmark, vincitrice del bando indetto dalla multiutility locale Stadtwerke Ludwigsburg-Kornwestheim. Pronto entro l’anno, l’impianto occuperà una superficie di 14.800 metri quadri, garantendo una produzione annua di 5.500 MWh termici…

Leggi tutto…

Lo ha sottolineato Lorenzo Spadoni, presidente di AIRU, intervenendo alle audizioni periodiche di ARERA sul Quadro Strategico 2019-2021. Una tecnologia flessibile e l’unica in grado di recuperare e integrare diverse fonti di calore, da quello di scarto dei processi produttivi a quello generato da fonti rinnovabili a quello cogenerato, fornendo un servizio efficiente e sostenibile ai cittadini …

Leggi tutto…

Il gruppo siderurgico si è aggiudicata il titolo di Best Performer dell’economia circolare, promosso da Confindustria, nella categoria Grandi Imprese Manifatturiere per il progetto che prevede il recupero di calore dei suoi processi industriali per alimentare una rete di teleriscaldamento a servizio del comune del bresciano…

Leggi tutto…

Era il 1999 quando veniva avviata la prima centrale, Monza Centro, che dava il via al servizio di distribuzione del calore nel capoluogo della Brianza. Una storia proseguita con la realizzazione delle altre due centrali, situate nella zona Sud e Nord della città, e con lo sviluppo di una rete che attualmente si estende per oltre 32 chilometri, servendo oltre 300 edifici e oltre 8.000 unità immobiliari…

Leggi tutto…

Il gruppo rafforza la sua posizione in Piemonte perfezionando l’acquisizione di due società attive nella produzione e distribuzione di calore da fonti rinnovabili. Si tratta di A.En.B e della sua controllata A.En.W., che producono e distribuiscono calore generato da biomassa legnosa al comune di Busca, e di Vernante Nuova Energia, che gestisce il sistema, alimentato a cippato, a servizio del quartiere di Borgo San Giuseppe di Cuneo…

Leggi tutto…