Entro l’estate la gara per la banda ultralarga nelle aree grigie

Arriverà entro l’estate il bando per lo sviluppo della banda ultralarga nelle aree grigie, ovvero i territori, spesso extraurbani, dove è presente o è prevista la presenza di un solo operatore di rete. Ad annunciarlo, la ministra per l’Innovazione Paola Pisano nel corso della riunione del Comitato per la diffusione della banda ultralarga (CoBul) a Palazzo Chigi.

Tra i principali progetti di infrastrutturazione che interessano il nostro Paese, la diffusione capillare della banda ultralarga è uno degli interventi prioritari che fanno parte della strategia di innovazione Italia 2025, il piano d’azione della ministra per l’Innovazione e la trasformazione digitale. Il nuovo bando segue le gare indette dal CoBul che avevano permesso l’avvio della costruzione della rete nelle aree bianche, quelle a fallimento di mercato, ovvero i piccoli centri e le zone più isolate del territorio nazionale dove gli operatori non hanno interesse a investire.

Durante la riunione si è discusso anche dell’attivazione di voucher per la connettività, ovvero i contributi, già annunciati lo scorso luglio, per sostenere la domanda di servizi ultraveloci. Secondo le prime anticipazioni, i contributi sarebbero destinati a piccole e medie imprese, istituti scolastici, centri per l’impiego e famiglie, con importi differenziati a seconda dei beneficiari. La misura, con un budget di 1,3 miliardi di euro, sarà sviluppata per un periodo di 3 anni su tutto il territorio nazionale.


Leggi anche

applicazione Mela di Mela Works

Mela è un’applicazione intelligente di collaborazione sviluppata dalla startup Mela Works per gestire in maniera più semplice i progetti sul campo, consentendo di condividere informazioni in tempo reale con tutti i partecipanti al progetto e di creare report di stato avanzamento lavori in modo immediato, migliorando l’efficienza e la trasparenza delle informazioni raccolte in campo. Di recente la startup Mela Works, creatrice dell’applicazione, ha ricevuto un finanziamento da 1,5 milioni di euro…

Leggi tutto…

Ad annunciarlo l’amministratore delegato della società, Elisabetta Ripa, in un’intervista nella quale ha precisato che tutte le regioni saranno cablate a quella data, a eccezione di Piemonte, Veneto e Lombardia dove la rete a banda ultralarga in modalità Ftth sarà invece pronta per il 2023. Pollice verso all’ipotesi di creare una rete unica con Tim …

Leggi tutto…

Le due società stanno dando una decisa accelerata ai programmi di cablaggio per accendere la rete pubblica in fibra ottica nelle aree bianche di otto regioni: Abruzzo, Calabria, Lazio, Lombardia, Marche, Puglia e Sardegna. Al momento sono stati già conclusi interventi in 241 comuni con l’obiettivo di arrivare a 310 entro il prossimo mese di maggio…

Leggi tutto…

Pubblicata e disponibile sul sito della società del ministero dello Sviluppo economico la nuova gara, del valore di 13 milioni di euro, per la progettazione e la realizzazione della rete in fibra ottica in 66 comuni di Abruzzo, Calabria, Puglia, Sardegna e Toscana. Il termine per la presentazione delle proposte, che saranno valutate con il criterio dell’offerta economicamente vantaggiosa, è fissato al prossimo 20 aprile…

Leggi tutto…

Supportato da un investimento di 19 milioni di euro, il piano messo a punto renderà più sicura ed efficiente la rete nell’area del capoluogo toscano. Prevista la posa di 15 chilometri di nuove linee in cavo interrato, che consentiranno di dismettere circa 20 chilometri di vecchi elettrodotti aerei e di demolire 78 tralicci. Inoltre, la società lascerà anche 11 chilometri di infrastrutture elettriche predisposte per la posa di fibra ottica da utilizzare per la cablatura della città …

Leggi tutto…