Estra prosegue l’espansione nel Centro Italia

Prosegue il processo di espansione di Estra nel suo territorio di riferimento: il Centro Italia. La multiutility energetica, attiva nella distribuzione e vendita di gas naturale e nella vendita di energia elettrica, ha concluso l’acquisizione dal Gruppo Alexa di Isernia, di proprietà della famiglia Melfi, del 100% delle quote di Metania e di Melfi Reti Gas: la prima operante nel settore della vendita di energia elettrica e gas, la seconda nella distribuzione di gas.
Un’operazione con la quale Estra porta avanti il suo percorso di crescita sul territorio «per linee interne e linee esterne, consolidando il presidio nell’Italia centrale e rafforzando la sua presenza nelle regioni del meridione, in particolare in Molise, Campania e Abruzzo», come ha commentato il presidente della società Francesco Macrì.
In particolare con questa operazione, Estra diventa la società energetica di riferimento del Molise, regione che si aggiunge a quelle dove vanta una storica presenza, ovvero Toscana, Umbria, Marche e Abruzzo.
Per quanto riguarda Metania, l’azienda nel 2017 ha venduto volumi di gas per 19 milioni di mc e 16 GWh di energia elettrica, realizzando ricavi per 12 milioni di euro. Ha un portafoglio di circa 22.000 clienti nella vendita di gas e energia elettrica, prevalentemente in Molise, Campania, Lazio e Abruzzo.
Melfi Reti Gas, invece, opera nella distribuzione del gas con circa 16.000 Pdr e 580 km di rete gestita negli Atem di Campobasso, Isernia e L’Aquila, dove ha distribuito circa 19 milioni di mc di gas lo scorso anno, totalizzando ricavi per 2,3 milioni di euro.


Leggi anche

Approvato dal Consiglio di amministrazione, il documento al 2023 destina la maggior parte delle risorse, circa 1,9 miliardi, all’estensione, ammodernamento ed evoluzione tecnologica delle reti, con una quota significativa stanziata per il rinnovo dei misuratori. A fine quinquennio previsto un margine operativo lordo di 1,25 miliardi, in aumento di 219 milioni rispetto al 2018…

Leggi tutto…

Completato e già in esercizio, la nuova linea a 150 kV Benevento III-Pontelandolfo. L’elettrodotto, che ha una lunghezza di 15 chilometri, garantirà una maggiore efficienza e sostenibilità alle infrastrutture elettriche dell’area beneventana e favorirà l’integrazione in rete dell’energia rinnovabile generata nella zona, dove rilevante è la produzione di elettricità da fonte eolica…

Leggi tutto…

È stato inaugurato il Terzo laboratorio dedicato allo sviluppo di innovazioni per la gestione sempre più intelligente della rete elettrica nazionale. Il nuovo centro, che sorge a Pero, si occuperà nello specifico di Analytics & Energy Systems, puntando a creare soluzioni smart per la gestione delle infrastrutture elettriche attraverso l’elaborazione e l’interpretazione di dati e lo sviluppo di algoritmi e strumenti avanzati di simulazione e previsione…

Leggi tutto…

La multiutility del Nord della Lombardia ha perfezionato con la Banca europea per gli investimenti un prestito, a 16 anni, a sostegno del suo Piano di investimenti 2019-2023. Le risorse serviranno a sostenere progetti nei diversi campi di attività del gruppo, dall’ambiente alle reti idriche, da quelle elettriche al teleriscaldamento, dall’illuminazione pubblica all’efficienza energetica dalle smart city alla sicurezza informatica, interessando circa 900.000 abitanti…

Leggi tutto…

L’operazione, conclusa in 10 giorni, che ha portato alla posa di 16 km di cavo in alta tensione, è stata eseguita con una speciale nave di Prysmian. L’intervento è parte integrante del nuovo elettrodotto a 150 kV che la società sta realizzando per collegare l’isola alla rete elettrica nazionale e rendere l’infrastruttura più sicura ed efficiente …

Leggi tutto…