Finanziamento da 92 milioni per il teleriscaldamento di Egea e iCon

Quasi 100 milioni di nuove risorse a sostegno delle attività nel teleriscaldamento di TlrNet. La società, controllata dalla multiutility piemontese Egea e dal fondo inglese Icon Infrastructure Partners III, ha infatti incassato un finanziamento da 92 milioni di euro da un pool di banche.

La raccolta di capitali è stata messa in atto per finanziare le attività di gestione dei sistemi di teleriscaldamento delle società di scopo che fanno capo a TlrNet che operano nell’area Nordovest della Penisola, dove Egea concentra il suo core business. Ma non solo. Parte delle risorse andranno a sostenere la realizzazione del teleriscaldamento a servizio di Alessandria, opera di cui si sta occupando Telenergia, altra società del gruppo e partecipata da Egea e Amag, la multiutility alessandrina attiva nei servizi ambientali, idrici ed energetici. Una grande opera che procederà in diversi step e sarà conclusa in 6 anni di lavoro e che a regime avrà una capacità termica di circa 200.000MWh.

A distribuire il calore sarà una rete che si svilupperà complessivamente per 62 chilometri e che servirà circa 780 utenze per un investimento complessivo di 90 milioni di euro, dei quali 48 per la realizzazione della rete stessa e 42 per la costruzione delle due centrali di alimentazione. Si stima che il sistema, una volta in funzione, garantirà una riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera del 22% all’anno, quelle di CO del 36% all’anno e quelle di NOx addirittura del 58% all’anno.

Proprio in considerazione dell’utilità del progetto e dei benefici assicurati sul piano ambientale, il finanziamento è stato strutturato  come green loan, ovvero come un credito concesso per finanziare progetti “green”, in conformità ai Green Loan Principles, pubblicati dalla Loan Market Association, l’associazione nata a fine anni Novanta per aiutare lo sviluppo del mercato dei prestiti secondari in Europa. Le banche coinvolte nel finanziamento sono: BNL, Banco BPM, UniCredit e UBI Banca.

«Siamo davvero soddisfatti della fiducia che, anche in questo delicato momento, il sistema bancario ha accordato agli investimenti promossi dal nostro Gruppo, particolarmente indirizzati al miglioramento della sicurezza e dell’ambiente – hanno commentato l’operazione, in una nota congiunta, Pierpaolo Carini, Presidente e Amministratore Delegato di Egea, e Daniel Agostino, managing partner di iCon -. In concreto la finanza accordata sarà utilizzata per il completamento e lo sviluppo dell’importante nuovo progetto di teleriscaldamento di Alessandria».

 

 

 


Leggi anche

fognatura Villagrazia

Cominciati i lavori per la rete fognaria a servizio delle vie del quartiere palermitano che ancora ne erano prive. Il progetto, del valore di 800.000 euro, insieme alla posa della fognatura nera, comprende anche la costruzione di un collettore delle acque bianche. Si tratta del sesto intervento avviato in città dal Commissario straordinario unico per la depurazione e contribuirà a superare un procedimento di infrazione europea…

Leggi tutto…

Sede Inrete

La società di distribuzione gas ed elettricità del Gruppo Hera ha messo a punto un grande piano pluriennale per il rinnovo delle condotte gas obsolete o in materiale non conforme nella città. Sviluppato in accordo con Unica Reti, la società proprietaria delle reti, il piano di sostituzione interesserà circa 120 chilometri di condotte, con un investimento di oltre 50 milioni di euro…

Leggi tutto…

CAP operaio

Presentato il bilancio consolidato 2019 da Gruppo CAP. Il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano registra un anno molto positivo che gli consente di scendere in campo per fronteggiare la crisi economica supportando territorio e stakeholder…

Leggi tutto…

Ripristinare la piena funzionalità statica e idraulica dell’infrastruttura, per garantire il corretto collettamento dei reflui e un più efficiente funzionamento dell’impianto di depurazione. Porre fine al problema degli allagamenti che, tra l’altro, possono arrecare danni ai raccolti e, quindi, proteggere il territorio dagli effetti dei cambiamenti climatici. Sono diversi e rilevanti gli obiettivi che Gruppo CAP intende raggiungere con il rifacimento del collettore fognario a servizio dei comuni di Liscate e Vignate. …

Leggi tutto…

Luca Dal Fabbro

Il manager, presidente della società dallo scorso anno, ha presentato le sue dimissioni. Alla base della scelta la volontà di intraprendere nuovi percorsi imprenditoriali: nello specifico, il lancio del primo fondo italiano di private equity sull’economia circolare. Il successore sarà designato nella prossima assemblea degli azionisti, convocata per il 18 giugno, nella quale verrà approvato anche il bilancio 2019…

Leggi tutto…